fbpx

Giorno: 22 gennaio 2024

Lasciamo che Apple sia Apple: i consumatori non hanno bisogno dell'intervento del Dipartimento di Giustizia 

Apple è un marchio di stile di vita. IL $2,8 trilioni di società, fondata da Ronald Wayne, Steve Wozniak e Steve Jobs, è conosciuta nel mondo come innovatrice nella tecnologia di consumo, ma l'utilizzo dei prodotti Apple è ampiamente visto come una scelta di vita abbracciata dai consumatori. 

Sono un tipo da Apple. I miei dispositivi sono tutti sincronizzati, dall'iPhone al Macbook Pro, all'Apple Watch e all'HomePod mini. Nessuno mi ha costretto a vivere in questo modo, ma ciò non ha impedito al Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti (DOJ) di indagare su Apple e di architettare ancora un altro vasto caso antitrust contro una società americana.  

Ad oggi, la Federal Trade Commission (FTC) del presidente Biden ha preso il suo posto Amazzonia e Meta in tribunale per presunte pratiche anticoncorrenziali e il Dipartimento di Giustizia ha colpito Google con due cause antitrust contro la Ricerca Google e i loro servizi pubblicitari. Secondo il New York Times, il Dipartimento di Giustizia sta ancora valutando se presentare o meno la sua denuncia antitrust su più fronti contro Apple.  

Ciò che risalta nel rapporto del Times sull'indagine è che sembra che i concorrenti di Apple siano al volante della propria agenzia governativa. David McCabe e Tripp Mickle scrivono: “I rivali hanno affermato che è stato loro negato l’accesso alle funzionalità chiave di Apple, come l’assistente virtuale Siri, spingendoli a sostenere che le pratiche sono anticoncorrenziali”.  

Immagina il fannullone della classe che spiega all'insegnante che lo studente etero davanti alla classe è anti-competitivo non condividendo con loro gli appunti delle lezioni.  

Una cosa è penalizzare maliziosamente o cercare di disturbare i consumatori per il fatto di avere un assortimento misto di tecnologia di Apple, LG, Samsung, Nokia e Google. È tutta un'altra cosa per il governo dire che Apple deve progettare i suoi prodotti affinché Samsung possa portarli sulle spalle e poi offrirli ai propri clienti fedeli come vantaggio di non fare affari con Apple. Gli investigatori stanno spendendo i soldi dei contribuenti per scoprire perché l’Apple Watch funziona meglio con l’iPhone che con i marchi rivali.  

Il Dipartimento di Giustizia lavora per Samsung o per il popolo americano?  

Questa mentalità è esattamente cosa è andato storto in tribunale per il presidente della FTC Lina Khan quando ha gettato l'agenzia per la protezione dei consumatori, un tempo importante, tra la fusione Microsoft e Activision-Blizzard, un caso che il giudice della corte distrettuale Jacqueline Scott Corley indicato sembrava essere un vantaggio per Sony, un'azienda giapponese, più che per i consumatori americani. 

Tutto ciò non vuol dire che Apple sia un’azienda perfetta o che si sia comportata come un angelo della libera impresa in ogni aspetto della sua attività. Non è così. La sua dipendenza di lunga data dalla produzione e dagli investimenti in Cina, e come questo orienta la sua attività, è grande. Ma il fatto che Apple realizzi prodotti intenzionalmente integrati che promuovono la fedeltà al marchio e la soddisfazione dei consumatori è speciale nel panorama della tecnologia americana. Apple offre un'esperienza fluida per i consumatori come me che non sono grandi esperti di tecnologia, ma piuttosto principianti che privilegiano la comodità e la facilità d'uso. 

La realtà per Apple è che opera in un mercato globale con regole della strada diverse in quasi tutti i continenti. IL L’Unione Europea è molto vicina a forzare aprire il modello App Store di Apple per consentire app store di terze parti sui propri dispositivi, una disposizione del Digital Markets Act del 2022. L’UE ha inoltre indirizzato le proprie energie normative per richiedere ai produttori di dispositivi di avere un porta di ricarica universale, eliminando ulteriormente le distinzioni di design tra i principali marchi tecnologici.  

Negli Stati Uniti, Apple respinto per un pelo il creatore di Fortnite, Epic Games, in una causa di alto profilo sostenendo che Apple deteneva un monopolio ingiusto sull'elaborazione dei pagamenti per gli acquisti in-app. Il caso fallì quando i tribunali riconobbero correttamente che Apple non detiene il monopolio nel mercato dei giochi per dispositivi mobili. 

Le aziende tecnologiche possono essere tutte unite nel fatto di essere il bersaglio di un controllo politico mai visto prima a Washington, ma sono pur sempre concorrenti. Puoi vederlo nel modo in cui combattono la regolamentazione governativa delle loro attività con una mano e chiedono aiuto al governo per rallentare la concorrenza con l’altra. 

Secondo quanto riferito, Meta ha "incoraggiato" il Dipartimento di Giustizia a esaminare il nuovo strumento Apple per la privacy dei consumatori, App Tracking Transparency, che consente ai proprietari di iPhone di personalizzare e interrompere la raccolta di dati da parte degli inserzionisti di loro scelta. Non è un caso che Meta anticipa una perdita di entrate di $10 miliardi derivante da questo utile strumento che Apple ha progettato per i consumatori preoccupati della privacy.  

Niente di tutto questo è nuovo. Le aziende di successo e le industrie affermate hanno sempre cercato di utilizzare il governo federale sia come clava che come scudo per proteggere i propri interessi. Per quelli di noi che si preoccupano principalmente della soddisfazione e del benessere dei consumatori, non c’è la tentazione di scegliere vincitori e vinti sul mercato.  

Lasciamo che Apple sia Apple e lasciamo che siano i consumatori a scegliere.  

Originariamente pubblicato qui

Il nuovo capo commerciale è uguale al vecchio capo commerciale

Il presidente Biden attribuisce un valore significativo alla creazione di contrasto con il suo predecessore, Donald Trump. Tuttavia, per quanto riguarda le tariffe su alcune importazioni, il piano è di mantenere le cose più o meno le stesse. 

Rapporti recenti indicano che l’amministrazione Biden sta valutando $300 miliardi di beni cinesi che Trump ha gravato con tariffe utilizzando Sezione 301 del Trade Act del 1974. I consumatori ne pagheranno i costi, come sempre fanno con le politiche protezionistiche. E non sembra avere importanza per quale partito votano i consumatori.

L’inflazione si è gradualmente raffreddata negli Stati Uniti, offrendo ai consumatori il tanto necessario sollievo Il 2022 ha visto un calo dei guadagni delle famiglie a causa dei prezzi più alti. L’allentamento dell’inflazione ha dato a Biden quello che ritiene sia un margine di manovra politico per indebolire ulteriormente la Cina sul commercio, rafforzando la sua immagine di duro nei confronti di un rivale straniero tra gli elettori.

Non è così che dovrebbe funzionare un’economia di libero mercato. Un anno elettorale non dovrebbe comportare un aumento dei prezzi al consumo su beni selezionati che non rientrano nella Nice List del presidente. I veicoli elettrici con componenti cinesi e prodotti a base minerale rimarranno artificialmente più costosi se le tariffe continueranno e potrebbero addirittura aumentare se Biden decidesse di stringere ancora di più la situazione.

È una mossa sconcertante per un’amministrazione che ha pubblicizzato la lotta al cambiamento climatico come l’imperativo più importante per la sicurezza nazionale dell’America, poiché le tariffe aumenteranno anche il prezzo delle tecnologie energetiche pulite. I consumatori si orienteranno verso i veicoli elettrici quando il prezzo è giusto e l'affidabilità degli aumenti tecnologici.

Le tariffe contribuiranno inoltre a interrompere una catena di approvvigionamento globale già afflitta dalla crisi. Operazioni militari contro i pirati Houthi sostenuti dall’Iran nel Mar Rosso stanno facendo saltare la logistica delle navi mercantili in tutto il mondo. Circa il 30% delle spedizioni mondiali di container passano attraverso il Canale di Suez e il rischio per la sicurezza ha raddoppiato i tempi di spedizione e, di conseguenza, farà aumentare i prezzi al consumo.

Le rotture delle relazioni diplomatiche e del primato militare in regioni strategiche come il Mar Rosso o il Mar Cinese Meridionale non sono senza conseguenze per gli americani e le loro tasche.

Ricerca da Forum d'azione americano nel 2023 ha scoperto che il costo delle tariffe è stato trasferito ai consumatori per un importo di $48 miliardi da quando sono state implementate da Trump. Il fatto che Biden continui consapevolmente con questa politica per guadagnare punti facendo il duro con i cinesi è un insulto per ogni americano che lotta per tenere il passo con il costo della vita.

Invece di ricorrere a tariffe più elevate, l’amministrazione Biden si concentra sulla riduzione dei costi di esercizio degli affari in America per le industrie nazionali. Le tariffe globali non fanno altro che nascondere sotto il tappeto problemi economici più grandi affinché la prossima amministrazione possa scoprirli. Il problema con la sporcizia sotto il tappeto è che il prossimo probabilmente non riuscirà a spazzarla via, e i perdenti sono i consumatori americani.

Originariamente pubblicato qui

Aumento dei biglietti dei treni: à quad la vera concorrenza?

Pourquoi la SNCF aumenta i suoi prezzi tanto quanto la concorrenza, che deve anche pagare i suoi treni, il suo personale e la sua energia, ridurre i sensi?

Les Associations d'Usgers de Normandie ont déjà exprimé loro mécontentement concernant les tarifs des Trains, suite à la hausse moyenne de 6% mise en place pour 2023. Inoltre, il a été annoncé qu'il y aurait un potenziamento supplementare nel 2024« Sempre in un contesto inflazionistico e nella convenzione in cui puoi firmare con SNCF per dix ans prévoit qu'on paie des aumenti tariffari”, spiega Jean-Baptiste Gastinne, il vicepresidente della regione della Normandia.

Sebbene la liberalizzazione del sistema ferroviario soit devenue una loi par le bias di una direttiva dell'Unione europea, molti Stati membri dell'UE hanno formato i piedi per la messa in opera.

Gli operatori ferroviari privati non possono essere integrati correttamente nella rete ferroviaria e in concorrenza con la SNCF. Sur la ligne Parigi-Lione, l'operatore pubblico italiano Trenitalia a montré qu'il était possibile de réduire le coût du réseau TGV et d'améliorer l'efficacité de la ligne.

In generale, le reti SNCF aumenteranno il prezzo del TGV da 7,6% nel 2024, quelli del TER da 8%. I treni OUIGO e le Intercités coprono un gel des prix, che è già stato ampliato nel 2023. Tuttavia, Trenitalia ha annunciato un basso prezzo a venire. Un rapport de l'Autorità di regolamentazione dei trasporti en 2022 a montré que les régions françaises qui ont adopté la concurrence ont vu leurs services, en termes de fréquence et de qualité, s'améliorer considerevolmente, avec des coûts réduits de 25% en moyenne. Comment se fait-il que la SNCF augmente ses prix tandis que sa concurrence, qui doit elle aussi pay ses train, son personal et son énergie, réduit les siens ?

La risposta si trova nella scelta dei consumatori.

È vero che sulle grandi linee come la Parigi-Lione i consumatori sono un insieme di scelte e non sono solo al sein du rail. È una distanza che può percorrere con la propria macchina, una macchina di localizzazione o anche lei in viaggio; on peut utiliser un service de bus longue distance ou même prendre l'avion (malgré l'interdiction des vols directs, il serait possible de voler de Lyon à Paris avec une corrispondence à l'étranger). Cela dit, des million de Français non pas le luxe de ces options et dépendent trop souvent des services de la SNCF pour aller d'un punto A a un punto B, soit perché c'est le seul service qui les relie, soit semplicemente perché c'est de loin le seul efficace.

Tant qu'il en sera ainsi, les users seront dépendants de la SNCF. Il prezzo dell'impresa ferroviaria pubblica non aumenta perché la SNCF non si impegna a rivaleggiare con Trenitalia sulla linea Parigi-Lione, ma perché non è DOIT soucier in numerose altre regioni.

L'Italia è l'esempio stesso di un paese che conosce i vantaggi della concorrenza ferroviaria. Lorsque Rome a ouvert son réseau ferroviaire à grande vitesse aux concurrents privés, Trenitalia, l'entreprise publique, a dû redoubler d'efforts, améliorer ses prix et ses services. Cela a pris du temps, mais les liaisons ferroviaires dépassent aujourd'hui de loin les liaisons aériennes sur de nombreux itinéraires. In realtà, poiché è possibile dire che le difficoltà dell'antica compagnia Alitalia, oggi ITA Airways (che è in corso di corsa per Lufthansa), sono dovute al fatto che numerosi voli interni in Italia sono stati resi inutili dalla concorrenza ferroviaire.

In molti stati membri, i mercati pubblici per lo sfruttamento dei cammini di ferro sono attribuiti alle imprese pubbliche in loco, che garantiscono lo sfruttamento delle linee per queste imprese durante gli anni supplementari. Ciò significa che gli operatori ferroviari privati o i concorrenti estranei che sono privati o pubblici non possono mettere un piede alla porta.

Inoltre, alcuni pagano entretiennent des relationship complexes entre les compagnies ferroviaires, les infrastrutture ferroviaires et les gares qui, dans certains cas, appartiennent à une société du même nom, mais sont censées fonctionner de manière indépendante. ALLRAIL, l'associazione professionale che rappresenta gli operatori ferroviari privati, s'est plainte du fait que le gouvernement allemand ne subventionne pas l'infrastructure ferroviaire, mais la Deutsche Bahn (DB). Tuttavia, questo passaggio in una situazione in cui la DB può utilizzare queste sovvenzioni per le sue filiali, compreso il trasporto ferroviario di merci sui continenti diversi dall'Europa, al posto di contentarsi di migliorare la rete ferroviaria.

La Commissione europea ha obbligato gli Stati membri ad aprire i loro percorsi di concorrenza, ma anche per numerose direttive, il diritto di essere memorizzato nei dettagli. Les défis sont nombreux sur la route qui mène à un mercato ferroviario competitivo per i cittadini europei. La concorrenza in accesso libero sarà probabilmente contrastata dal lobbying delle compagnie ferroviarie in loco.

Originariamente pubblicato qui

Un divieto generazionale sui prodotti del tabacco è una cattiva idea

La Svezia ha scoperto che le alternative alla nicotina sono il modo migliore per smettere di fumare

Quando nel 2020 la città di Brookline ha approvato un divieto generazionale sui prodotti del tabacco, si è trattato di una manovra legale straordinaria. L'età dei beni a livello incrementale impedisce a chiunque sia nato dopo il 1 gennaio 2000 di acquistare prodotti correlati al tabacco entro i limiti della città. 

È una politica ideata da molti nel campo della sanità pubblica che hanno cercato di replicarla altrove, tra cui Nuova Zelanda, Malesia e, ora, Regno Unito.

Ora, tuttavia, è in corso una sfida costituzionale nei tribunali del Massachusetts rivisitare se è legale far rispettare l'ordinanza sanitaria. Ed era ora.

Nonostante l’aumento del limite di età per l’acquisto di tabacco da 19 a 21 anni e il divieto di prodotti del tabacco aromatizzati in tutto lo stato, i sostenitori sostengono che un divieto generazionale completo è un modo infallibile per eliminare l’uso da parte dei giovani. Ma sappiamo che non è così, come già ci dimostrano i numeri.

Anche se non dovrebbe essere necessario ribadirlo, il proibizionismo non funziona mai. Nel 2020, il Massachusetts è diventato il primo stato a vietare tutti i prodotti del tabacco aromatizzati, ancora una volta nel tentativo di frenare l'uso da parte dei giovani. Tuttavia, secondo il Task Force sul tabacco illegale del Massachusetts, il divieto ha comportato un aumento del contrabbando interstatale di prodotti del tabacco, maggiori interazioni con la polizia legate al tabacco e una perdita di entrate fiscali per lo Stato. 

In definitiva, il divieto sugli aromi non ha eliminato l’uso da parte dei consumatori di prodotti del tabacco aromatizzati. È semplicemente cambiato il luogo in cui i consumatori acquistavano i loro beni. Il che significa che stimato 587.000 adulti che fumano in Massachusetts probabilmente hanno dovuto rivolgersi a fonti alternative per acquistare i prodotti del tabacco che preferiscono. 

Quando un prodotto viene vietato, i consumatori spesso si recano nel mercato illecito per trovare i prodotti desiderati. Ciò desta grande preoccupazione, poiché il mercato illecito non deve rispettare le normative sui prodotti e certamente non effettua la verifica dell’età sugli acquisti.

La California ha seguito le orme del Massachusetts vietando i prodotti del tabacco aromatizzati nel 2022, e ha visto ulteriormente un estremo aumento nel mercato illecito in cui marchi noti per essere trafficati dai cartelli messicani. Ciò suggerisce che decine di milioni di pacchi stanno entrando illegalmente in California. Non è certo che questa sia la “vittoria” per la salute pubblica che gli attivisti per il controllo del tabacco stanno cercando. 

Sebbene Brookline sia la prima negli Stati Uniti ad approvare un divieto generazionale del tabacco, ci sono esempi internazionali di politiche simili. Entrambi Nuova Zelanda e Malaysia hanno tentato di attuare un divieto generazionale del tabacco, ma da allora si sono ritirati dopo le reazioni negative manifestatesi nei sondaggi e i disaccordi sulla tassazione. Il governo conservatore del Regno Unito ha in programma di attuare tale divieto, ma ha anche dovuto affrontare una dura reazione da parte sua orientato alla libertà  di base.

Piuttosto che puntare tutte le nostre carte su politiche generazionali fallite, sarebbe meglio guardare a livello globale verso politiche che abbiano contribuito a ridurre la prevalenza del fumo. La Svezia è un ottimo esempio, così come l’Organizzazione Mondiale della Sanità annunciato che probabilmente diventeranno il primo paese senza fumo. 

È interessante notare che la Svezia non ha successo utilizzando divieti e proibizioni, ma piuttosto attraverso il concetto di riduzione del danno. Il governo svedese ha riconosciuto che le alternative alla nicotina, come lo svapo, le buste di nicotina e lo snus, sono significativamente meno dannose rispetto al fumo di tabacco combustibile e ha quindi incoraggiato i suoi cittadini a effettuare il passaggio. Come un risultatoLa Svezia ha ridotto il tasso di fumatori del 55% negli ultimi dieci anni e ha l’incidenza di cancro più bassa nell’Unione Europea. 

Sebbene il desiderio di ridurre l’uso dei prodotti del tabacco da parte dei giovani e la prevalenza complessiva del fumo sia un obiettivo nobile e importante, sarà fondamentale che i politici comprendano le gravi conseguenze indesiderate del divieto. 

Come ci hanno dimostrato altri paesi, abbracciare la riduzione del danno da tabacco, e non la proibizione, sarà la migliore strategia per migliorare la salute pubblica in Massachusetts. È una grande idea per ogni generazione.

Originariamente pubblicato qui

Pentingnya Dukungan Organisasi Masyarakat per Upaya Harm Reduction dari Rokok

Rokok saat ini masih menjadi salah satu masalah kesehatan publik berbagai negara di seluruh dunia. Di dalam satu batang rokok, terkandung berbagai zat berbahaya yang dapat membawa berbagai penyakit kronis, seperti kanker dan penyakit jantung, yang tentunya memiliki Damak yang sangat besar tidak hanya bagi individu yang menggunakannya tetapi juga secara sosial.

Sudah menjadi rahasia umum bahwa, di Indonesia sendiri, rokok juga merupakan salah satu penyebab berbagai penyakit kronis yang dialami oleh saudara-saudara sebangsa kita. Di Indonesia sendiri ada 112 juta jumlah perokok aktif, dan merupakan salah satu negara dengan jumlah perokok tertinggi di dunia (databoks.katadata.co.id, 05/06/2023).

Angka 112 juta sendiri tentu bukan angka yang kecil, dan sudah sebaiknya dapat kita tekan agar jumlah tersebut berkurang secara drastis. Karena banyaknya angka tersebut, tentunya biaya kesehatan yang disebabkan oleh rokok di Indonesia juga tidak kecil. Pada tahun 2019 lalu misalnya, diestimasi penyakit yang disebabkan oleh rokok telah menelan biaya hingga 16,3 triliun rupiah (kemkes.go.id, 29/4/2021).

Karena memiliki Damak yang Sangat Berbahaya, Maka Tidak Mengherankan Berbagai Negara di Dunia Memberlakukan Serangkaian Kebijakan Yang Ditujukan Untuk Menanggulangi Damak Tersebut. Kebijakan tersebut diberlakukan dalam berbagai bentuk, mulai dari mengenakan biaya cukai yang tinggi, mengatur peredaran dan penjulaan produk-produk hasil olahan temabaku, hingga pelarangan total seluruh kegiatan produksi en konsumsi rokok.

Negara kita sendiri sudah memberlakukan berbagai kebijakan yang ditujukan per mengurangi jumlah konsumen rokok. Beberapa diantaranya adalah kebijakan cukai produk hasil olahan tembakau yang semakin meningkat, dan juga aturan kewajiban bagi para produsen untuk menunjukkan bahaya rokok di depan setiap bungkus rokok yang dijual di berbagai tempat.

Adanya berbagai upaya tersebut sekilas memang terlihat berpotensi dapat menggurangi jumlah perokok. Diharapkan, jika harga rokok semakin mahal, e dan edukasi publik melalui gambar yang menunjukkan bahaya rokok semakin gencar, maka insentif seseorang untuk menghisap produk hasil tembakau tersebut dapat semakin berkurang, e akan dapat semakin menekan jumlah perokok di Indonesia.

Tetapi, pada kenyataannya, jumlah perokok di Indonesia semakin meningkat dari tahun ke tahun. Pada tahun 2011 misalnya, ada sekitar 60,3 juta perokok aktif di Indonesia. Tetapi, dalam jangka waktu 10 giorni, pada 2021, jumlah perokok di Indonesia meningkat 8,8 juta orang menjadi 69,1 juta (kemkes.go.id, 3/6/2022).

Hal ini tentu bukan sesuatu yang mengherankan, mengingat bahwa rokok mengandung nikotin yang membuat para penggunanya mengalami kecanduan. Untuk mengatasi kecanduan tentu tidak bisa hanya melalui peningkatan harga dan juga sosialisasi bahaya dari produk tersebut.

Salah satu cara yang saat ini digunakan per menanggulangi Damak negatif dari rokok, seperti Inggris misalnya, adalah melalui produk-produk alternative yang jauh lebih tidak berbahaya per menggantikan rokok. Diantaranya yang cukup sering dipakai è adalah rokok elektrik, atau yang dikenal dengan nama vape.

Berdasarkan penelitian dari lembaga kesehatan Inggris misalnya, vape atau rokok elektrik merupakan produk yang 95% jauh lebih tidak berbagaya bila dibandingkan dengan rokok konvensional yang dibakar. Maka dari itu, National Health Service (NHS) Inggris misalnya, menyatakan bahwa vape merupakan alat yang bisa digunakan oleh para perokok untuk membantu mereka untuk berhenti merokok (nhs.uk, 10/10/2022).

Namun, penggunaan vape sebagai alat yang dapat digunakan per untuk membantu perokok per untuk berhenti merkok sendiri masih mengalami banyak tantangan di Indonesia. Hal ini disebabkan berbagai hal, mulai dari informasi yang kurang diketahui oleh masyarakat, maupun banyak masyarakat yang lebih terbiasa menggunakan rokok konvensional yang dibakar dibandingkan dengan rokok elektrik.

Per poterlo fare in modo che il tuo mensukseskan upaya possa essere un vantaggio per l'Indonesia, adalah hal yang sangat penting, e non tidak hanya oleh lembaga pemerintah. Salah satunya è adalah organisasi masyarakat yang memiliki jumlah anggota yang besar.

Organisasi masyarkaat, terlebih lagi yang sudah memiliki jutaan anggota, memiliki potensi yang sangat besar untuk mensukseskan upaya tersebut. Berita baiknya, sudah ada organisasi yang mendukung upaya tersebut, salah satunya adalah organisasi keagamaan Nahdlatul Ulama (NU).

NU sendiri merupakan organisasi massa Islam terbesar, bukan hanya di Indonesia, tetapi juga di dunia. Lembaga Kajian e Pengembangan Sumber Daya Manusia (Lakpesdam) Pengurus Besar Nahdlatul Ulama (PBNU) menyampaikan misalnya, mendukung kebijakan yang berbasis ilmu pengetahuan dalam kaitannya dengan rokok (republika.co.id, 18/5/2023).

Lakpesdam PBNU sendiri juga menyampaikan bahwa, pengurangan resiko tembakau dengan memanfaatkan produk tembakau alternative di Indonesia sangat penting untuk dimaksimalkan. Hal ini karena jumlah perokok di Indonesia sangat tinggi, dan dibutuhkan solusi untuk mengatasi hal tersebut (vapemagz.co.id, 6/11/2023).

Sebagai penutup, adanya dukungan untuk langkah riduzione del danno untuk mengurangi Damak negatif rokok, dan juga dukungan untuk melakukan riset dan penelitian, dari organisasi yang sangat besar seperti NU tentu merupakan sesuatu yang harus kita apresiasi. Dengan demikian, diharapkan upaya riduzione del danno dell'Indonesia dapat semakin sukses dan ke depan jumlah perokok dell'Indonesia dapat semakin berkurang.

Originariamente pubblicato qui

Il governo tedesco ha scommesso contro gli agricoltori e ha perso

A dicembre, un convoglio di 1.700 trattori ha bloccato la strada principale verso l'iconica Porta di Brandeburgo di Berlino. Clacson e canti si potevano sentire in tutta la città mentre gli agricoltori criticavano il piano del governo di porre fine alle agevolazioni fiscali sul carburante e sui veicoli agricoli nel bilancio 2024. 

Sotto la guida del cancelliere Olaf Scholz il governo dovrà tagliare 18,5 miliardi di $ nel bilancio di quest'anno o trovare entrate aggiuntive. La fine delle agevolazioni fiscali sui veicoli agricoli e sul carburante permetterebbe di raccogliere poco più di 1 miliardo di 4 trilioni ma metterebbe a rischio il sostentamento degli agricoltori, dicono i loro rappresentanti.

Il governo tedesco è composto da tre partiti politici: il socialdemocratico SPD, il partito dei Verdi e il liberaldemocratico FDP. I Verdi e il FDP affermano di rifiutare di penalizzare gli agricoltori con un aumento delle tasse, ma faticano a contenere la spesa pubblica. Il limite costituzionale del debito in Germania impedisce al governo di ricorrere al prestito per uscire dall’attuale crisi di bilancio. La coalizione è già in difficoltà dopo che un voto interno del FDP ha deciso di continuare a farne parte.

Rendere gli agricoltori un bersaglio imponendo ulteriori tasse non è semplicemente un atto di disperazione fiscale. In tutta Europa, i governi sono preoccupati per l’impatto ambientale dell’agricoltura e per come questo si riflette sulle emissioni di riscaldamento globale. Un settore agricolo più snello soddisferebbe questa contabilità ambientale perché i prodotti importati dall’estero non contano come emissioni nazionali.

Greenpeace è stata in prima linea nel sostenere questi aumenti delle tasse, lasciando intendere che gli agricoltori sono inutilmente drammatici e privilegiati, affermando il settore agricolo “deve fare la sua parte nel raggiungimento degli obiettivi climatici e passare a sistemi di guida a risparmio di carburante e rispettosi del clima. La tecnologia è disponibile e i primi trattori elettrici sono già in uso”. 

Il fatto che i trattori elettrici costano facilmente il doppio dei trattori diesel convenzionali non viene menzionato nella dichiarazione di Greenpeace.

Greenpeace ha avuto un effetto significativo sulle politiche tedesche. L'ex capo di Greenpeace International, Jennifer Morgan, ora ricopre il ruolo di inviato speciale per la politica internazionale sul clima sotto il ministro degli Esteri verde tedesco, Annalena Baerbock.

Nonostante le pressioni per l'aumento delle tasse, il governo tedesco la settimana scorsa ho invertito la rotta, decidendo che gli aumenti delle tasse sui veicoli agricoli sarebbero stati eliminati. Quelli sul diesel verrebbero gradualmente eliminati nel corso di molti anni “per dare alle aziende più tempo per adeguarsi”. Questa è una vittoria per gli agricoltori nonostante le prime indicazioni degli organizzatori secondo cui continueranno a indire proteste.

Ancora una volta, ciò dimostra il potere degli agricoltori che cercano di essere politicamente attivi e di far sentire la propria voce. Un esempio precedente sono state le proteste degli agricoltori olandesi contro le norme rigorose sulle emissioni di protossido di azoto, in cui il governo olandese stava cercando di rilevare un vasto gruppo di allevatori di bestiame nel paese. La maggior parte degli agricoltori ha detto chiaramente ai politici dell'Aia: diamo valore alla nostra professione e non vogliamo essere considerati un problema da risolvere da parte del nostro stesso governo. 

Alla fine, un partito di agricoltori ha vinto le elezioni provinciali nei Paesi Bassi, creando un ostacolo nell'agenda del governo che avrebbe consentito il programma di acquisizione.

L’agricoltura ha rappresentato una questione significativa anche nelle recenti elezioni parlamentari olandesi. Il primo ministro Mark Rutte e il suo partito furono estromessi e relegati a una posizione meno importante.

Una regola pratica nella politica europea è la seguente: se agisci contro gli interessi degli agricoltori, sei destinato a perdere. I politici di Berlino potrebbero pensare di aver cambiato rotta prima di poterlo scoprire, ma sarà molto tardi per la loro reputazione politica in qualsiasi delle prossime elezioni.

Originariamente pubblicato qui

JS-SEZ tingkat akses, pilihan pasaran pengguna

Pusat Pilihan Pengguna (CCC) percaya perjanjian mewujudkan Zon Ekonomi Khas Johor-Singapura (JS-SEZ) dapat menyumbang kepada persekitaran yang lebih baik per tuk pengguna della Malaysia e Singapura, terutama dari segi akses kepada pasaran e dan pilihan pengguna.

Wakil CCC Malaysia, Tarmizi Anuwar berkata, memorandum persefahaman (MoU) JS-SEZ mampu menarik lebih banyak pelaburan asing, meningkatkan pembangunan ekonomi dan menggalakkan perdagangan antarabangsa antara Malaysia serta Singapura.

“Lazimnya, zon ekonomi khas membersi tumpuan kepada aktiviti berorientasikan eksport yang mana perniagaan mengeluarkan barangan e perkhidmatan untuk pasaran antarabangsa antara Malaysia e Singapore.

“Secara tidak langsung, ini memudahkan pengaliran barangan dan perkhidmatan antara kedua-dua negara. Apabila usahawan mengakses lebih banyak peluang ini kemudian mampu menyediakan pengguna dengan pelbagai pilihan yang lebih luas,” katanya dalam kenyataan.

Berhubung inisiatif menggunakan kod QR di pusat pemeriksaan darat, beliau berendapat, penghapusan keperluan pasport memudahkan perjalanan pengguna dan menggalakkan pelancongan antara negara. 

Leggi il testo completo qui

Le mauvais pari du gouvernement Allemand contre ses agriculteurs

A seguito delle importanti proteste del governo, il governo ha fatto un voltafaccia e ha rinunciato ad aumentare le imposte degli agricoltori. 

Alla fine di dicembre, un convoglio di 1 700 trattori ha bloccato il percorso principale verso l'emblematica porta da Brandeburgo a Berlino. Dai clacson e dai canti sono stati estesi in tutto il centro città, gli agricoltori denunciano il progetto del governo di mettere fine alle esenzioni fiscali sul carburante e sui veicoli agricoli nel bilancio 2024.

Il governo del cancelliere socialdemocratico Olaf Scholz deve procedere a tagli di 17 miliardi di euro nel budget annuale o trovare ricette supplementari. La soppressione dei vantaggi fiscali sui veicoli agricoli e sul carburante ha permesso di recuperare un miliardo di euro, ma ha minacciato i mezzi di sussistenza degli agricoltori, affermano i loro rappresentanti.

Il governo tedesco attuale è composto da tre partiti politici: il partito socialdemocratico SPD, il partito verde e il partito liberale democratico FDP. Les Verts et le FDP affermano tous deux qu'ils rifiutant de tirer les agriculteurs vers le bas en augmentant les impôts, mais ils luttent aussi manifestement pour limiter les dépenses de l'Etat. La limitazione costituzionale di questa in Germania impedisce al governo dell'impresa di risolvere la crisi di bilancio attuale. La coalizione è già fragile a causa di un voto interno al FDP che ha deciso, di giustizia, di continuare a fare partito.

È chiaro che fare agli agricoltori la tassa sulle nuove tasse non è di per sé un atto di disprezzo fiscale. In tutta Europa, i governi sono insensibili all'impatto ambientale dell'agricoltura e alla loro incidenza sulle emissioni di gas a effetto serra. Un settore agricolo non è molto importante per soddisfare questa compatibilità ambientale, poiché i prodotti importati dall'estero non sono compatibili con le emissioni nazionali.

« L'agriculture a besoin d'une sécurité de planification, c'est pourquoi ces chooses, telles qu'elles ont été décidées du jour au lendemain – à court terme et sans concertation avec la profession – étaient erronées dès le départ », spiega anche un politico socialdemocratico di Berlino alla radio allemande RBB.

Il va sans dire che Greenpeace è stata in prima linea per difendere queste case fiscali, capendo lassista che gli agricoltori non sono inutili e drammatici e privati, affermando che « Il settore agricolo deve giocare un ruolo nel raggiungimento degli obiettivi climatici e nel passaggio ai sistemi di allenamento economico dei combustibili e al rispetto del clima« . Il fatto che i trattori elettrici contengano facilmente due volte è inoltre che i trattori diesel convenzionali non sono menzionati nel comunicato stampa di Greenpeace.

L'organizzazione ecologica americana ha avuto un impatto significativo sulla politica allemande. In effetti, l'antica direttrice di Greenpeace International, Jennifer Morgan, è inviata speciale per la politica climatica internazionale oltre al ministro verde degli affari stranieri, Annalena Baerbock.

Nonostante il lobbying degli ecologisti a favore di un aumento delle tasse, il governo ha comunque fatto un voltafaccia la settimana successiva, decidendo che le tasse sui veicoli agricoli sarebbero state soppresse e che quelle sul diesel sarebbero state progressivamente eliminate nei più anni « pour donner aux entreprises plus de temps pour s'adapter ». È una vittoria per gli agricoltori allemands, così come le prime indicazioni degli organizzatori che continuano a fare appello alle manifestazioni.

Cela montre une fois de plus le pouvoir des agricoltori che desiderano essere politicamente attivi e fare in modo di comprendere la loro voce.

Les manifestazioni des agriculteurs néerlandais contre les règles strictes en matière d'emissions d'oxyde nitreux, dans le cadre desquelles le gouvernement néerlandais cherchait à racheter un grand nombre d'éleveurs de bétail dans le pays, en sont un autre exemple. La maggior parte degli agricoltori ha chiaramente fatto sapere ai responsabili politici di La Haye che hanno la loro professione e che non vogliono essere considerati come un problema di cui il loro governo ha bisogno. Alla fine, un gruppo di agricoltori ha riferito alle elezioni provinciali del Pays-Bas, bloccando così l'agenda del governo che deve consentire la messa in opera del programma di lavoro.

L'agricoltura a également rappresenta un enjeu important lors des récentes élections législatives, au cours desquelles le Premier ministre Mark Rutte et son parti ont été été évincicés et relégués à una position moins important dans la politique néerlandaise.

Nella politica europea, la règle est la suivante: si l'on agit à l'encontre des intérêts des agriculteurs, on est condamné à perdre. Gli uomini politici di Berlino possono pensare a ciò che hanno cambiato prima che non possano rendersi conto, ma il sera bien trop tard per la loro reputazione politica durante le prossime elezioni.

Originariamente pubblicato qui

Non è il momento di una carenza di operatori sanitari

L'inverno è un periodo indaffarato per visite ospedaliere improvvisate, sia per scivolare su marciapiedi ghiacciati sia per sbalzare la schiena mentre si spala la neve. Poi c'è il crud invernale, che quest'anno è particolarmente virulento. IL Lo ha riferito il CDC che i ricoveri ospedalieri sono aumentati del 51% per l’influenza, del 200% per COVID-19 e un aumento del 60% nelle infezioni da RSV. Sfortunatamente, la carenza di infermieri e altri operatori sanitari qualificati potrebbe significare tempi di attesa dei pazienti più lunghi.

Il settore sanitario a livello nazionale è nel pieno di quella che oggi viene definita la “Grande Dimissione”. Quasi la metà degli operatori sanitari americani è attiva cercare opportunità di lavoro alternative, lasciando i pazienti con un accesso ridotto agli operatori sanitari e maggiori costi per i servizi.

A causa di questa carenza di operatori sanitari qualificati, i pazienti soffrono più a lungo tempi di attesa nei pronto soccorso e nelle strutture di pronto soccorso e per servizi cruciali come imaging, laboratori, esami e procedure chirurgiche o di routine.

I pazienti meritano un accesso rapido e senza ritardi a cure di qualità in questioni critiche come la salute e il benessere. Nessuno dovrebbe dover sopportare lunghi tempi di attesa in una struttura medica.

Abbiamo bisogno di operatori sanitari più qualificati in tutti gli Stati Uniti. Tuttavia, non possiamo sederci con le mani in mano e aspettare che la prossima generazione di studenti si diplomi ed entri nel mondo del lavoro. Invece, l’America ha bisogno di attingere a un bacino globale di lavoratori qualificati desiderosi di contribuire immediatamente con il proprio talento.

Sfortunatamente, gli ostacoli burocratici sotto forma di limiti di visto al lavoro aggravano il deficit di manodopera. Ad aumentare la complessità c’è la regressione, un processo che causa ritardi nell’elaborazione dei visti con l’avvicinarsi del limite annuale dei visti. Queste barriere rendono sempre più difficile soddisfare la domanda di manodopera americana, lasciando infine i consumatori in difficoltà.

Il nocciolo della questione risiede nei limiti e nelle quote imposti sui visti per motivi di lavoro per i lavoratori qualificati internazionali. Queste quote di visto hanno subito aggiustamenti minimi per adattarsi all’economia moderna, che è più che triplicata in termini di dimensioni da quando le quote sono state create nel 1990. Il tetto annuale dei visti è impostato a 140.000, ma i visti basati sull’occupazione non utilizzati hanno raggiunto 65.000 entro la fine dell’anno fiscale 2021 a causa di limiti di capacità di elaborazione. Questo problema si è aggravato, con 4,5 milioni visti lavorativi non utilizzati dal 1922.

La complessità del sistema e gli oneri finanziari associati all’ottenimento di un visto basato sull’occupazione aumentano enormemente le sfide dell’ingresso. Il complesso processo di richiesta e approvazione può richiedere fino a tre anni e può richiedere anche limiti di capacità presso i servizi per la cittadinanza e l'immigrazione creare arretrati delle domande e ulteriori ritardi.

Paesi come le Filippine, con una popolazione significativa di infermieri che cercano di alleviare la carenza di assistenza sanitaria negli Stati Uniti, esperienza tempi di attesa lunghi e costi elevati per le loro richieste.

Per affrontare le ripercussioni che i pazienti devono affrontare a causa della carenza di manodopera, il Paese deve aumentare sostanzialmente il numero di visti fino ad almeno 420.000 concessi a lavoratori qualificati disposti a contribuire a colmare il divario. Questa mossa sarebbe un vantaggio per il settore sanitario e, cosa più importante, per i pazienti a livello nazionale.

I visti non reclamati degli anni precedenti dovrebbero essere sfruttati per colmare rapidamente il divario, garantendo che le future carenze di manodopera non incidano negativamente sui consumatori americani. Ciò contribuirebbe anche a scoraggiare la regressione ed eliminare le barriere inutili. Politicamente, consentire il rinnovo dei visti non utilizzati e utilizzarli per colmare le lacune critiche potrebbe ottenere un sostegno bipartisan. Dal punto di vista economico, allevia le carenze del mercato del lavoro e premia i migranti che cercano di migrare attraverso canali legali.

I pazienti hanno bisogno del dono della cura. I politici hanno il potere di darlo avviando la riforma del tetto del lavoro in materia di visti. Ciò garantirebbe che gli americani trascorrano meno tempo nelle sale d’attesa.

Originariamente pubblicato qui

Il Vermont non può permettersi di importare politiche proibizioniste sui vaporizzatori aromatizzati

Vietare i prodotti non li farà scomparire. Creerà solo incentivi affinché i mercati illeciti li offrano sia agli adulti che agli studenti delle scuole superiori.

Nel 2013, il Vermont è diventato leader del New England allentando le sue leggi sul possesso di cannabis, diventando così il paese leader primo farlo con un voto legislativo. 

Riferendo su questi eventi per il Vermont Watchdog, I notato come questa mossa sia stata elogiata da molti sostenitori della giustizia sociale dopo anni di abuso di narcotici di tutti i tipi e il riconoscimento da parte dell'allora governatore. Peter Shumlin e i legislatori che divieto non era una risposta.

Ora, un decennio dopo, il Vermont ha un fiorente industria della cannabis che sia legale e sicuro, offrendo posti di lavoro e rimuovendo lo stigma sia dei pazienti che dei consumatori che vogliono godersi la cannabis in modo responsabile.

Su un altro fronte, mentre il divieto per la cannabis è caduto nel dimenticatoio, i legislatori statali stanno valutando un altro tipo di divieto sugli aromi per i vapers adulti. Modellato su sforzi simili in Massachusetts, S.18, approvato dal Senato del Vermont all'inizio di quest'anno, metterebbe fuori legge qualsiasi prodotto legale per lo svapo disponibile in gusti come menta o mentolo. 

Sebbene le testimonianze precedenti si siano concentrate sul disponibilità di tali prodotti ai giovani minorenni, sarebbe controfattuale per il Vermont introdurre un divieto sugli aromi rivolto agli adulti – presumibilmente al fine di privare i minori dell’accesso a questi prodotti – pur mantenendo un regime legale per la cannabis, che comporta i propri rischi per i giovani adulti .

Resta il fatto che i dispositivi per lo svapo, proprio come i prodotti a base di cannabis, non sono disponibili per nessuno sotto i 21 anni. Eliminare completamente gli adulti che vorrebbero abbandonare le sigarette tradizionali utilizzando dispositivi di svapo aromatizzati più attraenti e meno dannosi sarebbe una politica rovinosa che causerebbe solo più danni.

Ci sono circa 16% di abitanti del Vermont che fumano quotidianamente. Come buona misura di fede, perché non incentivare questi individui a passare ad alternative alla nicotina meno dannose? Se le uniche alternative alla nicotina disponibili per gli adulti che vogliono smettere di fumare fossero aromatizzate al tabacco, come sarebbe questo un vero incentivo?

Vietare i prodotti non li farà scomparire. Creerà soltanto incentivi per i mercati illeciti

offrirli sia agli adulti che agli studenti delle scuole superiori, senza riguardo per un sistema sicuro e legale che esiste per un prodotto simile come la cannabis.

Se i legislatori statali vogliono avere un impatto e ridurre il fumo, la migliore linea d’azione è offrire agli adulti un mercato regolamentato e sicuro di prodotti da svapo aromatizzati, mantenendo al tempo stesso una politica di tolleranza zero per qualsiasi negozio al dettaglio o minimarket che venda ai giovani. . Che si tratti di sanzioni più severe o di perdita delle licenze, non è possibile accettare che i giovani abbiano accesso a questi prodotti. Pertanto, dovremmo considerare questo come un problema appropriato di prodotti che vincolano l’età, proprio come facciamo per l’alcol, la cannabis e altri beni.

Con controlli e amministrazione adeguati, gli adulti del Vermont meritano un sistema in cui possano acquistare legalmente i loro prodotti di svapo aromatizzati, piuttosto che abbassarsi a utilizzare il mercato nero all’interno dello stato o oltre il confine del Vermont. Questo è un certo modo per offrire una maggiore scelta ai consumatori, sostenere lo stato di diritto e garantire che i bambini non abbiano accesso a questi prodotti.

Originariamente pubblicato qui

Descrizione
it_ITIT