fbpx

Riduzione del danno

Controllo della crociata globale multimilionaria di Michael Bloomberg contro la riduzione del danno

Per anni, abbiamo coperto la portata delle campagne multimilionarie dell'ex sindaco di New York City Michael Bloomberg per cercare di plasmare la vita dei consumatori ordinari.

Quello che è iniziato come un tempo campagna di stato balia on Big Gulps a New York City si è trasformato in un'operazione massicciamente finanziata che utilizza sovvenzioni e finanziamenti di ONG su molte questioni relative al tabacco, principalmente per vietare alternative alla nicotina come i prodotti per lo svapo.

Nel 2019, Bloomberg si è impegnato $160 milioni per convincere gli stati e le località degli Stati Uniti a vietare i prodotti da svapo aromatizzati, per lo più indirizzati a gruppi anti-tabacco che sono passati dalle campagne "smettere di fumare" a "smettere di consumare nicotina in tutte le forme".

Tali sforzi sono rapidamente saliti al livello dell'Organizzazione mondiale della sanità, compreso il finanziamento di milioni di gruppi anti-tabacco statunitensi per arrivare persino a vietare completamente le alternative alla nicotina nei paesi in via di sviluppo in America Latina, Asia e altro ancora. Sebbene le nazioni di questi continenti abbiano in genere una popolazione di fumatori più numerosa rispetto agli Stati Uniti e all'Europa, finora sono state private delle alternative salvavita alla nicotina che servirebbero come un allontanamento meno dannoso dal fumo.

In nome della "fermata del tabacco", Bloomberg e le organizzazioni da lui finanziate hanno cercato attivamente di avvelenare il pozzo della riduzione del danno del tabacco, considerando erroneamente i prodotti di svapo come "altrettanto dannosi" del tabacco combustibile. Anche se agenzie sanitarie in nazioni come il Regno Unito, la Nuova Zelanda e persino il Canada raccomandare attivamente svapare prodotti per convincere i fumatori a smettere, questa opzione è tenuta fuori dal tavolo nei paesi in via di sviluppo in cui Bloomberg ha influenza.

Nel febbraio di quest'anno, l'impegno di Bloomberg a limitare severamente la riduzione del danno è aumentato in modo significativo a quasi $420 milioni, sperando di guidare una campagna globale più ampia in 110 paesi in tutto il mondo per escludere i cittadini dalle alternative alla nicotina meno dannose.

Oltre $280 milioni di quel denaro si concentreranno sui paesi in via di sviluppo, offrendo sovvenzioni a gruppi politici, agenzie sanitarie e politici per attuare un programma di tolleranza zero alla nicotina.

Il problema con l'approccio di Bloomberg, e per estensione le dozzine di gruppi sanitari e anti-tabacco che finanzia, è la loro negazione del vere prove scientifiche sulla riduzione del danno da tabacco.

Piuttosto che sostenere le alternative derivate dal mercato che hanno avuto successo nel far smettere i fumatori adulti - molto più efficacemente dei programmi educativi del governo - hanno creato una falsa equivalenza tra lo svapo e la sigaretta.

Ciò non solo danneggia la salute pubblica, ma continua a marcire una narrativa di disinformazione che ha catturato molti ricercatori di sanità pubblica e agenzie governative. Lo sappiamo fin troppo bene dal ns indagine transnazionale degli operatori sanitari in Europa, in cui molti medici semplicemente non erano a conoscenza della crescente categoria di alternative alla nicotina meno dannose come lo svapo, i bastoncini riscaldanti, i sacchetti di nicotina e altro ancora.

Mentre Bloomberg continua la sua crociata globale contro la riduzione del danno e molti gruppi raccolgono il suo testimone per attuare politiche volte a negare opzioni più sicure ai fumatori che ne hanno bisogno nei paesi in via di sviluppo, i ricercatori e gli attivisti devono continuare a sottolineare la necessità di opzioni e scelta dei consumatori quando arriva alle alternative alla nicotina.

I consumatori, i leader politici e gli attivisti della comunità devono sostenere le prove scientifiche e aneddotiche fornite dalla rivoluzione guidata dai consumatori nella riduzione del danno. Solo così potremo continuare a salvare vite umane, influenzare politiche migliori e garantire una generazione di persone che avranno più opzioni per vivere la propria vita, non meno.

Il governo deve smettere di diffondere miti sullo svapo per impedire la diffusione di false informazioni

KUALA LUMPUR, 25th maggio 2023 – Il Consumer Choice Center (CCC) chiede che il governo smetta di emettere miti o false dichiarazioni sul fatto che lo svapo sia più pericoloso delle sigarette al fine di evitare fraintendimenti e la diffusione di informazioni inesatte ai consumatori e al pubblico.

Il rappresentante del Malaysian Consumer Choice Center, Tarmizi Anuwar, ha dichiarato: “È ora che il governo smetta di diffondere miti o false informazioni sul fatto che lo svapo sia presumibilmente più pericoloso delle sigarette. Molti studi scientifici riconosciuti a livello internazionale hanno concluso che passare completamente allo svapo fornisce importanti benefici per la salute rispetto al continuare a fumare.

Nel settembre 2022, l'ultima ricerca dell'Institute of Psychiatry, Psychology & Neuroscience (IoPPN) del King's College di Londra ha rilevato che l'uso di prodotti da svapo rispetto al fumo porta a una significativa riduzione dell'esposizione alle tossine che promuovono il cancro, le malattie polmonari e cardiovascolari malattia.

Inoltre, Tarmizi ha anche affermato che le affermazioni sullo svapo che causano malattie come EVALI e polmone da popcorn sono completamente ingannevoli come pubblicizzato e che deve esserci una legge basata su fatti e studi scientifici per regolamentare immediatamente i prodotti da svapo.

“Tante notizie fuorvianti collegano le sigarette elettroniche a lesioni polmonari note come EVALI. Ma la causa principale è l'abuso di sostanze proibite contenenti acetato di vitamina E e non prodotti di svapo legali.

“Uno studio condotto da Research Cancer UK indica che le sigarette elettroniche generalmente non causano una malattia polmonare nota come polmone popcorn. Ad oggi, non sono stati segnalati casi confermati di polmone da popcorn tra le persone che utilizzano sigarette elettroniche o prodotti per lo svapo.

“Ecco perché è importante che i fatti e la scienza siano utilizzati come mezzo principale per formulare una legislazione volta a stabilire standard di qualità e sicurezza per lo svapo. Questo non solo protegge i consumatori, ma garantisce anche che lo svapo sia uno degli strumenti efficaci per aiutare le persone a smettere di fumare".

Per quanto riguarda i cosiddetti molti adolescenti in tutto il mondo che diventano dipendenti dalla nicotina e prendono sigarette a causa dello svapo, Tarmizi ritiene che non ci siano dati a sostegno dell'opinione che questo problema si stia diffondendo tra gli adolescenti, ma ritiene che lo svapo ai minorenni non dovrebbe essere consentito.

Di recente, il Dr. Brian King, direttore del Center for Tobacco Products, Food and Drug Administration, ha affermato che lo svapo non è una via d'accesso al fumo per gli adolescenti. Ha affermato che l'uso di sigarette e tabacco senza fumo è diminuito più rapidamente dal 2012, quando l'uso delle sigarette elettroniche ha iniziato a salire.

Inoltre, l'ente di beneficenza per la salute che mira a porre fine ai pericoli del tabacco istituito dal Royal College of Physicians, Action on Smoking and Health, afferma che i tassi di fumo giovanile sono ai minimi storici nel Regno Unito e che l'uso di dispositivi elettronici le sigarette dei giovani tra gli 11 e i 18 anni sono rare.

“Tuttavia, i minori non dovrebbero essere autorizzati a svapare. Per evitare o ridurre il rischio che ciò accada, il governo deve imporre limiti di età attraverso regole intelligenti come l'utilizzo della moderna tecnologia di verifica dell'età per le vendite online", ha concluso.

L'ARROGANZA DEL GOVERNO SFIDA I FATTI SCIENTIFICI

Potrebbe sorprendere coloro che hanno bisogno di familiarizzare con il funzionamento della politica in Ungheria. Tuttavia, per coloro che hanno familiarità con la posizione del governo sulle questioni politiche, si tratta solo di affari come al solito.

Ogni volta che i membri del parlamento dell'opposizione sollevano una questione politica sensata, il governo ungherese trova un modo per screditare il deputato, spingere l'argomento fuori dal tavolo o ignorare completamente la questione. Questo non era diverso quando László Lukács, il leader del gruppo di partito dei conservatori di Jobbik, domandò al Ministro dell'Interno una domanda sulla revisione del regolamento in materia di sigarette elettroniche. (Potrebbe valere la pena fare un altro articolo su ciò che il Ministro dell'Interno ha a che fare con le questioni sanitarie, ma l'Ungheria non ha avuto un Ministero della Sanità da quando Fidesz è subentrato 13 anni fa).

Il deputato Lukács ha chiesto informazioni sulla possibilità di modificare la legge poiché è in vigore da sette anni e in molti paesi sono emerse nuove prove scientifiche; le persone hanno sperimentato risultati positivi grazie a legislature più flessibili e al buon senso.

Ma questa è l'Ungheria, dove molte questioni politiche incontrano l'arroganza dei funzionari governativi che ignorano i fatti e si concentrano solo sull'umiliazione dei loro colleghi all'opposizione.

La risposta del Segretario di Stato è stata relativamente semplice. Il governo ungherese considera lo svapo dannoso e non intende modificare l'attuale legislazione: nessuna considerazione, nessuna apertura a nuovi studi e nessun interesse a esaminare le migliori pratiche.

L'atteggiamento del segretario di Stato ha sconvolto Michael Landl, il direttore del Alleanza mondiale dei vapers (l'ospite sul nostro podcastqualche mese fa), che ha diffuso un comunicato stampa in merito al comunicato ufficiale presentato dal governo ungherese. Secondo il signor Landl, “È scioccante che il governo ungherese pedali ancora logori e sfatati miti sullo svapo. Rétvári ignora sistematicamente le prove scientifiche che dimostrano i benefici dello svapo, per non parlare dell'esperienza diretta di milioni di vapers. Svapare è 95% meno nocivo che fumare e un metodo più efficace per smettere di fumare rispetto alle terapie tradizionali come gomme da masticare e cerotti alla nicotina. L'approccio ungherese allo svapo non farà altro che costare vite umane". 

Il direttore della WVA sostiene inoltre che tlui dichiarazione mostra che l'Ungheria ignora la scienza e diffonde disinformazione sullo svapo. Lui dice che “Questo non è un buon segnale per la salute pubblica. Lo svapo non è la stessa cosa del fumo e deve essere trattato in modo diverso. Equiparare un'alternativa meno dannosa del 95% al fumo impedirà a migliaia di fumatori di smettere".

Vale la pena notare che il governo ungherese ignora gli esempi svedesi e britannici che mostrano il successo dell'utilizzo dello svapo come strumento di riduzione del danno per smettere di fumare. Questi due paesi stanno registrando tassi di fumo e malattie attribuite al fumo ai minimi storici e forniscono al mondo buoni esempi di passaggio dal fumo allo svapo. Questo, tuttavia, cade nel vuoto nel governo proibizionista ungherese, che probabilmente difenderebbe anche la stregoneria se i suoi interessi lo richiedessero.

Originariamente pubblicato qui

Pentingnya Peneliti Indonesia Meneliti Kebijakan Harm Reduction di Negara Lain

Rokok elektrik, atau yang dikenal juga dengan nama vape, saat ini merupakan produk yang digunakan o banyak orang di seluruh dunia, termasuk juga dell'Indonesia. Kita, khususnya yang tinggal di wilayah perkotaan, tentu sudah tidak asing lagi melihat penggunaan rokok elektrik di berbegai tempat.

Indonesia sendiri memiliki jumlah populasi pengguna vape yang tidak kecil. Tercatat pada tahun 2022 lalu misalnya, Indonesia memiliki sekitar 2,2 juta pengguna vape, di mana angka ini merupakan peningkatan sebesar 40% dari tahun 2021 (ekonomi.bisnis.com, 18/7/2022).

Jumlah pengguna di atas 2 juta orang tentu bukan merupakan angka yang kecil. Questo tipo di attività è molto breve, quindi cerca di trovare un modo per aiutarti a consumare un prodotto in modo conciso. Mulai dari alasan finansial, bahwa secara total biaya vape lebih murah dibandingkan rokok, hingga vape digunakan sebagai alat yang dapat membantu para penggunanya untuk mengurangi atau berhenti merokok.

Vape atau rokok elektrik sendiri memang sudah menjadi salah satu alat yang difungsikan untuk membantu para perokok untuk mengurangi hingga menghentikan kebiasaan merokoknya. Inggris misalnya, melalui National Health Service (NHS), telah merekomendasikan rokok elektrik sebagai alat untuk membantu para perokok untuk berhenti merokok (nhs.uk, 10/10/2022).

Di sisi lain, tidak sedikit pula pihak-pihak yang memiliki tanggapan negatif terhadap fenomena meningkatnya pengguna vape dell'Indonesia. Mereka yang memiliki sikap sangat kontra, umumnya berpandangan bahwa vape atau rokok elektrik merupakan produk yang sangat berbahaya bagi kesehatan publik sehingga harus dilarang, atau setidaknya diregulasi secara sangat ketat.

Beberapa lembaga kesehatan dunia sendiri justru telah menyatakan bahwa rokok elektrik atau vape merupakan produk yang lebih aman dibandingkan rokok yang dibakar convenzionale. Lembaga kesehatan publik asal Inggris, Public Health England, misalnya, pada tahun 2015 lalu, mengeluarkan laporan yang menyatakan bahwa vape merupakan produk yang 95% lebih tidak berbehaya bila dibandingkan dengan rokok yang dibakar convenzionale (theguardian.com, 28/12/2018).

Itulah sebabnya, vape cukup sering digunakan sebagai alat untuk membantu kebijakan riduzione del danno dari rokok. Riduzione del danno sendiri merupakan serangkaian kebijakan atau program yang ditujukan untuk mengurangi dampak negatif dari penggunaan produk tertentu yang berbahaya, seperti rokok misalnya.

Menjadikan vape atau rokok elektrik sebagai alat untuk membantu program dan kebijakan riduzione del danno sendiri mungkin merupakan sesuatu yang belum terlalu akrab di tela pubblica. Tidak bisa dipungkiri, salah satu penyebab utama dari hal ini adalah masih banyak pihak-pihak yang memiliki pandangan bahwa merupakan produk yang sama bahayanya, atau bahkan jauh lebih berbahaya, dari rokok yang dibakar convenzionale.

Untuk itu, sangat penting bagi para peneliti dan juga para pembuat kebijakan untuk bekerja sama dan saling bertukar pengalaman dengan para peneliti dan juga pembuat kebijakan kebijakan riduzione del danno di negara lain. Indonesia sendiri sebenarnya sudah memiliki potensi untuk melakukan hal tersebut.

Beberapa waktu lalu misalnya, ada peneliti asal Indonesia yang memaparkan penelitian mengenai pengurangan bahaya tembakau di sebuah konferensi di ibukota Filipina, Manila. Dalam konferensi tersebut, tim peneliti dari Fakultas Kedokteran Gigi Universitas Padjadjaran (FKG UNPAD) memaparkan mengenai penelitian mereka mengenai masalah tingkat merokok yang tinggi dell'Indonesia e dampaknya terhadap kesehatan, khususnya terhadap kesehatan gigi e mulut.

Dalam pemaparannya, tim FKG UNPAD menyatakan bahwa terdapat perbedaan profil risiko pengguna vape dan product tembakau yang dipanaskan dengan rokok convenzionale. Risiko vape e tembakau yang dipanaskan terhadap kesehatan lebih rendah bila dibandingkan dengan rokok (tribunnews.com, 24/3/2023).

Selain itu, dipaparkan juga oleh tim tersebut bahwa product vape and tembakau yang dipanaskan memiliki peran potensial untuk membantu para perokok aktif untuk mengurangi kebiasaan merokoknya. Tidak hanya itu, tim dari FKG UNPAD tersebut juga melakukan studi yang mengevaluasi penggunaan vape dan tembakau yang dipanaskan secara jangka panjang, yang juga berkolaborasi dengan berbegai peneliti dari negara lain seperti Italia, Polandia, dan Moldova (tribunnews.com, 24/3/2023 ).

Adanya peran aktif para peneliti Indonesia di konferensi international e juga kerja sama dengan peneliti dari negara lain tentu merupakan hal yang patut untuk diapresiasi dan didukung. Permasalahan kesehatan pubblica yang disebabkan oleh rokok tentu bukan hanya masalah besar yang melanda Indonesia, tetapi juga masalah besar yang dialami o banyak negara di dunia.

Sebagai penutup, rokok merupakan salah satu masalah kesehatan publik terbesar di Indonesia saat ini, mengingat bahwa Indonesia merupakan salah satu negara dengan prevalensi perokok dewasa tertinggi di dunia. Melalui kerjasama e kolaborasi penelitian tersebut, diharapkan akan tercipta ekosistem penelitian mengenai program dan kebijakan harm reduction yang lebih komprehensif, dan para peneliti e dan pembuat kebijakan dell'Indonesia bisa saling belajar satu sama lain e dan bertukar pengalaman dengan para peneliti e dan pembuat kebijakan dari negara-nega ra giaceva .

Originariamente pubblicato qui

Il Regno Unito distribuirà un milione di kit di svapo ai fumatori che cercano di smettere

Il Ministero della Salute distribuirà i kit come parte di una nuova campagna antifumo che include piani per un giro di vite sulle vendite illecite di vaporizzatori. 

Mentre i gruppi ufficiali di sanità pubblica del Regno Unito come Public Health England (PHE) e Action on Smoking and Health (ASH) continuano a garantire che ci sia nessuna epidemia di svapo adolescenziale pur sostenendo i benefici dei vaporizzatori per smettere di fumare, il Guardian ha appena pubblicato un articolo in cui afferma che lo svapo per adolescenti è una "catastrofe per la salute pubblica".

"Sono preoccupato per il fatto che stiamo camminando come sonnambuli in una catastrofe per la salute pubblica con una generazione di bambini dipendenti dalla nicotina", ha affermato il prof. citato dal Guardian. L'articolo ha continuato citando un certo numero di genitori che stanno esprimendo le loro preoccupazioni per le abitudini di svapo dei loro figli.

Nel frattempo, il Consumer Choice Center (CCC) ha citato un rapporto Action on Smoking and Health (ASH) del 2021, che ha esaminato i comportamenti di svapo tra i giovani nel Regno Unito e ha scoperto che la stragrande maggioranza (83%) di adolescenti e pre-adolescenti di età compresa tra 11 e 18, non hanno mai provato né sentito parlare di sigarette elettroniche. Questo risultato è rimasto coerente dal 2017.

Leggi il testo completo qui

Il governo unitario non ha bisogno di legiferare rapidamente sulla vendita di soli vaporizzatori "registrati" per prevenire l'abuso di droghe

IL Malaysian Substance Abuse Council (MASAC) ha invitato il governo a mettere in atto un budget speciale per ulteriori studi verso la creazione di una legge speciale per imporre che solo i vaporizzatori approvati dal governo possano essere venduti dai commercianti.

Secondo il presidente del MASAC Ahmad Lutfi Abdul Latiff, il risultato della presenza di vari marchi di vaporizzatori che non passano attraverso il corretto processo di approvazione ha portato a rendere disponibili sul mercato vapori aromatizzati con sostanze proibite come i farmaci.

"Ciò ha portato più tossicodipendenti a iniziare a fumare droghe attraverso l'uso di vaporizzatori che non sono registrati presso il governo prima di passare gradualmente a tipi di droghe più pericolosi in futuro", ha evidenziato nella lista dei desideri del bilancio 2023 rivista del MASAC.

"È necessario razionalizzare gli sforzi per creare una legislazione speciale per vendere solo vaporizzatori registrati, capacità di controllare l'uso di sostanze proibite come le droghe dall'uso diffuso soprattutto tra gli adolescenti e aumentare il reddito del governo dalle tasse registrate sui vaporizzatori".

Nel frattempo, il Consumer Choice Center (CCC) è d'accordo con il ministro della Salute Dr Zaliha Mustafa per quanto riguarda le preoccupazioni sulla vendita di prodotti correlati allo svapo ai bambini.

Secondo il rappresentante del suo capitolo malese, Tarmizi Anuwar, CCC non supporta lo svapo da parte di giovani o bambini di età inferiore ai 18 anni e ha suggerito al governo di implementare rapidamente leggi intelligenti per regolamentare la vendita e la commercializzazione di prodotti di svapo.

Leggi il testo completo qui

Il caso dello svapo dell'attrice taiwanese innesca il dibattito sulla regolamentazione delle alternative al fumo

UN SOCIALE Il post sui media dell'attrice taiwanese Charlene An sulla sua cattura da parte della polizia thailandese e la pesante multa che ha dovuto pagare per il possesso di prodotti da svapo a Bangkok ha scatenato dibattiti sui meriti dell'alternativa senza fumo e sulla necessità di normative ragionevoli.

An ha detto che lei e le sue amiche hanno dovuto pagare 27.000 baht (circa S$1.080) prima di poter andarsene dopo essere state trattenute e minacciate di accuse penali dalla polizia thailandese per il possesso di un dispositivo di svapo. Il commissario di polizia thailandese si è scusato in seguito all'incarico di An e sette agenti sono stati indagati per presunta estorsione.

A seguito di questo incidente che è diventato virale sui social media, sono seguiti appelli da parte di gruppi di difesa in tutto il mondo sull'importanza di una regolamentazione ragionevole e basata sulla scienza che disciplini le alternative senza fumo come i vaporizzatori e i prodotti del tabacco riscaldati.

L'Unione dei consumatori di nicotina delle Filippine (NCUP) ha chiesto ai governi di riconsiderare alternative di sigaretta meno dannose per ridurre i danni causati dal fumo.

“Speriamo che altri paesi del sud-est asiatico, inclusa la Thailandia, riconoscano il concetto di riduzione del danno da tabacco (THR) per salvare milioni di fumatori da malattie polmonari, cancro e persino dalla morte. I fumatori dovrebbero avere accesso a prodotti meno dannosi e prendere decisioni migliori per se stessi ", ha affermato Anton Israel, presidente di NCUP.

“I vaporizzatori e i prodotti del tabacco riscaldati sono prodotti per la riduzione del danno del tabacco che forniscono nicotina senza bruciare il tabacco, riducendo significativamente il numero di sostanze chimiche dannose rispetto al fumo.

Molti paesi progressisti, tra cui Regno Unito e Giappone, riconoscono il ruolo di questi prodotti nell'aiutare i fumatori ad abbandonare le sigarette. Entrambi questi paesi hanno registrato un calo significativo della prevalenza del fumo in seguito all'introduzione di vaporizzatori e prodotti a base di tabacco riscaldato", ha aggiunto Israel.

Leggi il testo completo qui

La repressione della polizia thailandese sui turisti con dispositivi di vaporizzazione mostra che hanno un disperato bisogno di politiche di riduzione del danno

Riduzione del danno rispetto al fumo

Se ti capita di praticare la riduzione del danno e hai un dispositivo di vaporizzazione in tasca, sembra che la Thailandia sia l'ultimo posto che vorresti visitare.

Negli ultimi giorni, è stato rivelato che gli agenti di polizia avrebbero estorto a un'attrice taiwanese più di 27.000 baht ($820) per... aspetta... un dispositivo per lo svapo.

L'attrice taiwanese Charlene An è salita su un taxi con gli amici dopo una serata fuori nella capitale thailandese ed è stata beccata con uno svapo ed è stata trattenuta dalla polizia e non le è stato permesso di andarsene fino a quando non ha pagato la multa salata.

Gli agenti di polizia hanno finalmente stato trasferito e potrebbero affrontare le proprie accuse, mentre la polizia lo è stata costretto a scusarsi al turista taiwanese per il grossolano passo falso.

Questo non è solo un abuso di potere irresponsabile e di per sé, ma dimostra ancora una volta il perché della Thailandia deve modernizzare le sue politiche sulla riduzione del danno e abbracciare alternative al fumo come lo svapo e altri prodotti.

Prima di allora, nel 2019, un turista francese è stato arrestato, multato, incarcerato e deportato solo per aver svapato. Ha dovuto sostenere spese legali, spese e multe per circa 286.000 Baht ($8730) in una sola settimana.

Per qualsiasi turista, questo può essere inquietante, ma è ancora più problematico che i residenti locali non abbiano accesso a prodotti legali per la riduzione del danno. Questo è ciò che accade quando la politica del governo vede lo svapo come una minaccia.

Il governo thailandese deve rivalutare immediatamente la propria politica sullo svapo e tenere conto della proposta del ministro Thanakamanusorn di legalizzare l'uso dello svapo come un modo per dare ai fumatori la possibilità di smettere.

Il governo dovrebbe replicare l'attuazione delle politiche in paesi come il Regno Unito che sono riusciti a ridurre significativamente i tassi di fumo attraverso il riconoscimento della riduzione del danno come strategia principale.

Sulla base dei dati recentemente diffusi dall'Office for National Statistics del Regno Unito, il numero di fumatori di età pari o superiore a 18 anni è diminuito dal 14,0% nel 2020 al 13,3% nel 2021. Si tratta infatti della diminuzione più efficace da quando è stata registrata per la prima volta nel 2011 del 20,2%.

Nell'agosto dello scorso anno, il ministro della sanità pubblica thailandese e vice primo ministro Anutin Charnvirakul ha dichiarato che le sigarette elettroniche comportano rischi significativi per la salute degli utenti e che lo svapo aiuta a creare nuovi fumatori, soprattutto tra i giovani in Thailandia.

Sulla base di un recente studio dell'Office for Health Improvement & Disparities del Regno Unito, lo svapo ha ridotto significativamente l'esposizione a sostanze nocive rispetto al fumo, come dimostrato dai biomarcatori associati al rischio di cancro, condizioni respiratorie e cardiovascolari.

Inoltre, un sondaggio analitico di Lee, Coombs e Afolalu (2018) ha affermato che i fattori effettivi dello svapo tra i giovani devono ancora essere dimostrati. Inoltre, secondo l'art Royal College of Physicians, i rapporti che affermano che gli adolescenti che usano lo svapo rischiano potenzialmente di dare alla luce una generazione affetta da nicotina non si basano su prove.

Se i responsabili politici ne prendessero in considerazione, forse ci sarebbero più persone con diverse opzioni per la riduzione del danno in Thailandia, e forse meno casi di abuso da parte degli agenti di polizia.

Tarmizi Anuwar è il Malaysia Country Associate del Consumer Choice Center.

Rokok Elektrik e Miskonsepsinya

Rokok elektrik atau vape saat ini merupakan salah satu produk yang menjadi bagian keseharian yang tidak bisa dilepaskan dari jutaan di seluruh dunia, termasuk juga tentunya dell'Indonesia. Di berbegai tempat, khususnya di wilayah perkotaan, kita bisa dengan mudah menemukan berbegai pengguna vape, dan juga berbegai pertokoan yang menjual produk-produk rokok elektrik yang sangat beragam.

Semakin banyaknya konsumen yang memilih untuk mengkonsumsi vape atau rokok elektrik ini tentu disebabkan oleh berbegai hal. Setiap orang tentu memiliki alasan yang berbeda-beda mengenai mengapa mereka menggunakan vape, mulai dari harganya yang secara umum lebih murah dibandingkan dengan rokok konvensional, pilihan rasa yang lebih beragam, dan juga untuk membantu mereka mengurangi konsumsi rokok konvensional yang dibakar, yang ber bisabagimbulkar penyakit kronis.

Di sisi lain, ada juga sebagian kalangan yang memiliki sikap kritis dalam menanggapi semakin meningkatnya pengguna vape atau rokok elektrik yang ada dell'Indonesia. Mereka berpandangan bahwa vape merupakan produk yang sangat berbahaya, sama seperti rokok konvensional yang dibakar.

Padahal, sudah ada laporan yang dikeluarkan oleh berbegai lembaga kesehatan international yang menyatakan bahwa, vape atau rokok elektrik merupakan product yang jauh lebih aman bila dibandingkan dengan rokok yang dibakar convenzionale. Salah satu dari lembaga kesehatan yang telah mengeluarkan laporan tersebut adalah lembaga kesehatan public asal Britania Raya, Public Health England (PHE). PHE dalam laporannya menyatakan bahwa vape atau rokok elektrik merupakan produk yang 95% jauh lebih tidak berbehaya bila dibandingkan dengan rokok konvensional (theguardian.com, 28/12/2018).

Oleh karena itu, untuk melihat fenomena tersebut secara lebih dalam, beberapa waktu lalu, lembaga advokasi konsumen internasional, Consumer Choice Center (CCC), melakukan riset mengenai persepsi masyarakat terkait dengan kebijakan riduzione del danno prodotto tembakau, khususnya rokok yang dibakar convenzionale. Penelitian itu sendiri dilakukan di dua negara Eropa, yakni Jerman dan Prancis.

Ogni volta che laporan yang dikeluarkan oleh lembaga kesehatan publik dari berbagai negara bahwa vape atau rokok elektrik jauh lebih tidak berbahaya dibandingkan dengan rokok yang dibakar convenzionale, tetapi masih banyak miskonsepsi yang diyakini oleh banyak orang. Hal ini bisa dilihat dari hasil laporan yang dilakukan oleh CCC.

Berdasarkan riset yang dilakukan oleh CCC misalnya, di Jerman, hanya ada 3 dari 15 dokter yang pernah mendengar dan mengetahui istilah riduzione del danno untuk mengurangi dampak buruk dari rokok. Oleh karena itu tidak mengherankan bahwa, sebagian besar dokter di Jerman tidak menganggap bahwa produk-produk vape atau rokok elektrik sebagai alat yang bisa digunakan untuk programma riduzione del danno (consumerchoicecenter.org, 2022).

Sebagai catatan, sendiri merupakan serangkaian kebijakan kesehatan di riduzione del danno publik yang dirancang dengan tujuan untuk mengurangi dampak negatif dari perilaku sosial tertentu. Hal ini mencakup berbegai perilaku, seperti konsumsi rokok, kegiatan seksual yang beresiko, dan lain sebagainya.

Kembali ke penelitian yang dilakukan oleh CCC, hal ini cukup berbeda dari hasil penelitian yang ada di Prancis. Di negara tempat Menara Eiffel tersebut, sebagian besar dokter pernah mendengar dan mengetahui istilah riduzione del danno, e menganggap bahwa vape atau rokok elektrik bisa digunakan sebagai sebagai alat riduzione del danno.

Hasil penelitian lainna, ditembukan bahwa 33% perokok di Prancis e 43% perokok di Jerman menganggap bahwa rokok elektrik memiliki bahaya yang sama atau bahkan lebih berbehaya dari rokok yang dibakar convenzionale. Selain itu 69% perokok di Prancis e 74% perokok di Jerman hanno combinato nikotin dapat menyebabkan kanker.

Hal ini adalah pandangan yang sangat keliru, karena nikotin dalam rokok merupakan kandungan yang menyebabkan ketagihan, namun nikotin tidak menyebabkan kanker. Ada berbegai terapi berbasis nikotin yang aman yang disarankan oleh dokter untuk para perokok yang ingin berhenti merokok (cancerresearchuk.org, 24/3/2021),

Adanya miskonsepsi tersebut juga menimbulkan dampak yang negatif and membuat para perokok di kedua negara tersebut menjadi lebih sulit untuk menghilangkan kebiasaannya yang sangat berbehaya tersebut. Berdasarkan riset yang dilakukan CCC misalnya, 29% perokok di Prancis e 45% perokok di Jerman tidak pernah mendapatkan masukan dari dokter tentang bagaimana langkah yang bisa mereka lakukan untuk berhenti merokok.

Dari penelitian CCC di atas, meskipun dilakukan di dua negara Eropa, ada ha yang bisa ditarik dan memiliki relevansi dengan fenomena yang terjadi dell'Indonesia. Di Indonesia sendiri, miskonsepsi mengenai rokok elektrik merupakan sesuatu yang sangat umum. Beberapa waktu lalu misalnya, tidak sedikit pekerja medis misalnya yang mengadvokasi agar pemerintah melarang seluruh produk vape yang ada di Indonesia (cnnindonesia.com, 24/9/2019).

Sebagai penutup, adanya miskonsepsi mengenai produk-produk vape e juga kegunannya sebagai alat riduzione del danno bagi para perokok tentu akan sangat merugikan publik, khususnya mereka yang sudah kecanduan dengan rokok e memiliki keinginan untuk berhenti. Hal ini semakin berbahaya terutama di negara dengan tingkat perokok yang sangat tinggi seperti dell'Indonesia. Untuk itu, adanya kampanye mengenai pentingnya produk-produk tembakau alternatif seperti rokok elektrik untuk alat riduzione del danno merupakan sesuatu yang sangat penting, agar semakin banyak orang-orang yang bisa terbantu untuk mereka berhenti merokok.

Originariamente pubblicato qui

CCC supporta MOH per condurre una rivalutazione completa sulla legge sul tabacco

IL Consumer Choice Center (CCC), che rappresenta i consumatori in oltre 100 paesi in tutto il mondo, ha elogiato il nuovo ministro della Salute, la dott.ssa Zaliha Mustafa, per aver adottato la misura giusta per rivalutare la legge sul tabacco.

Recentemente il dottor Zaliha ha affermato che la proposta di legge sul controllo del tabacco e dei prodotti da fumo 2022 sarà rivista e rivalutata prima che venga presa una decisione. Il deputato del PKR-Pakatan Harapan (PH) per Sekijang è perfetto per menzionare che l'attuazione di qualsiasi politica chiave deve essere perseguita gradualmente o passo dopo passo e non drasticamente.

In accordo con la decisione del dottor Zaliha, il socio del CCC Malaysia Tarmizi Anuwar ha affermato che alcune delle misure proposte che includono la politica Generational End Game (GEG) sono troppo estreme e hanno creato molta complessità.

Ha inoltre sottolineato la necessità di differenziare i prodotti del tabacco dallo svapo dato il potenziale di quest'ultimo come prodotto meno dannoso per contribuire a ridurre il numero di fumatori di sigarette nel paese.

Leggi il testo completo qui

Descrizione
it_ITIT