fbpx

Giorno: 2 Luglio 2020

Rivelati: gli aeroporti più adatti ai passeggeri dell'America Latina

L'indice è il primo del suo genere in America Latina e dovrebbe essere utilizzato per informare sia i consumatori che gli amministratori su chi sta facendo il miglior lavoro nell'accogliere i passeggeri. Ci auguriamo che, alla luce delle interruzioni di viaggio dovute a COVID-19, questo indice aiuti i viaggiatori a scegliere destinazioni e punti di collegamento. 

fonte http://meltwater.pressify.io/publication/5efdfd8df546310004abf6ad/5aa837df2542970e001981f6

Rivelati: gli aeroporti più adatti ai passeggeri dell'America Latina

L'indice è il primo del suo genere in America Latina e dovrebbe essere utilizzato per informare sia i consumatori che gli amministratori su chi sta facendo il miglior lavoro nell'accogliere i passeggeri. Ci auguriamo che, alla luce delle interruzioni di viaggio dovute a COVID-19, questo indice aiuti i viaggiatori a scegliere destinazioni e punti di collegamento. 

dal Consumer Choice Center https://ift.tt/2ZuD2WH

Per ogni giorno di divieto delle sigarette, il Sudafrica perde 1,5 cliniche comunitarie

È un peccato che il presidente Cyril Ramaphosa non abbia usato il suo annuncio del 17 giugno di modifiche al blocco di livello 3 del Sud Africa come un'opportunità per porre fine al divieto sconsiderato del tabacco e dei prodotti correlati.

Opportunamente, lo stesso giorno, Africa Check confermato che il governo sta perdendo circa 35 milioni di Rand al giorno in accise sui prodotti del tabacco. Il Sudafrica è ora uno dei 20 paesi più colpiti dal COVID-19 e il numero dei casi continua ad aumentare. Il divieto di vendita di tabacco appesantirà ancora di più il sistema sanitario. Quindi è tempo di fermare questa politica ben intenzionata ma dannosa.

Ramaphosa ha affermato che il suo silenzio sul commercio di tabacco è dovuto al fatto che la questione è davanti al tribunale. Ma questo era falso. Negli ultimi mesi, il governo in più giunture cambiato le regole di blocco che erano in corso di attuazione impugnato in tribunale, probabilmente nel tentativo di salvare la faccia. Con l'Alta Corte di Gauteng che ha respinto la richiesta dell'Associazione indipendente del tabacco del commercio equo e solidale di annullare il divieto, poco si frappone nel modo in cui il governo prenda l'iniziativa e abolisca questa normativa dannosa che non serve né gli interessi del governo né dei consumatori.

Se non lo fa, sfugge alla convinzione che il ministro delle finanze Tito Mboweni abbia avvertito dei pericoli di un governo a corto di liquidità durante il bilancio dell'emergenza COVID-19 mentre il governo persiste con questa politica fiscalmente irresponsabile.

La quantità di denaro perso nelle accise sul tabacco che il governo raccoglie quotidianamente a causa del divieto è almeno R35 milioni. Questo non è un semplice numero. Quantificando i costi di opportunità per l'economia sudafricana che si verificheranno una volta che il governo concederà a South African Airways un piano di salvataggio di 10,3 miliardi di rupie, l'economista Jacques Jonker ha fatto alcuni calcoli interessanti. Una casa PSR in Sud Africa ha un valore di circa R158.000. Una clinica di comunità rispettosa dell'ambiente costa circa R24,5 milioni. Solo su questi numeri, sembra che lo stato stia perdendo ciò che equivale a 30 case RDP o 1,5 cliniche verdi ogni giorno in cui il divieto di sigaretta continua.

Fumare prodotti del tabacco legali non fa bene alla salute delle persone, ma il divieto di vendita non ha impedito alle persone di fumare. Il consumo si è invece spostato sulle sigarette acquistate al mercato nero.

Nel migliore dei casi, questo significa solo una perdita di entrate fiscali per il governo. Sfortunatamente, molte sigarette vendute illegalmente non provengono da produttori legali ma da cattivi attori che vendono bastoncini contraffatti. In effetti, il commercio di contraffazione in Sud Africa è cresciuto notevolmente dall'inizio del blocco, secondo Yusuf Abramjee. Questi prodotti non sono stati sottoposti ad alcun test di sicurezza o qualità e sono molto più dannosi dei prodotti legali, potenzialmente contenente pesticidi, arsenico e veleno per topi.

Inoltre, i venditori ambulanti illegali non rispettano alcun requisito di salute e sicurezza o distanziamento sociale. Vietando la vendita legale di sigarette, il governo provoca quindi più danni che benefici.

Ma la salute non è e non può essere l'unica misura degli interessi di un individuo.

È vero che il sistema sanitario sudafricano non è all'altezza degli standard, ma quello non c'è motivo vietare la vendita di sigarette. È opportunistico e pesante usare le carenze storiche del governo nella costruzione di un settore sanitario efficiente per giustificare la limitazione delle libertà costituzionali dei sudafricani. È anche offensivo per lo Stato di diritto, che richiede ragionevolezza e imparzialità nel governo, non una politica egoistica.

Vale anche la pena notare in particolare con riferimento al COVID-19, tuttavia, che il pericolo per le persone con nicotina nel corpo – i fumatori – è meno di il pericolo per gli altri. La ricerca in questo senso non dovrebbe essere ignorata, in quanto ciò ha già indotto il governo ad adottare politiche che potrebbero vedere più persone ricoverate in ospedale per aver fumato sigarette contraffatte. Mantenere il divieto comporterà un onere aggiuntivo per gli ospedali del Sud Africa, il che è particolarmente preoccupante dato il numero crescente di casi di COVID-19 nel paese.

Il continuo divieto del tabacco e dei prodotti correlati è evidentemente irrazionale e controproducente. Non serve il governo che, come confermato dal bilancio di emergenza di Mboweni, sta perdendo miliardi di entrate. Non serve i normali sudafricani, che non hanno certo smesso di fumare ma si sono rivolti a sigarette potenzialmente pericolose, ma disponibili. E non serve alla lotta contro COVID-19, poiché le persone con nicotina nei loro corpi non hanno almeno un rischio maggiore di esposizione e, nella migliore delle ipotesi, hanno un rischio minore di contrarre il virus.

Originariamente pubblicato qui.


Il Consumer Choice Center è il gruppo di difesa dei consumatori che sostiene la libertà di stile di vita, l'innovazione, la privacy, la scienza e la scelta dei consumatori. Le principali aree politiche su cui ci concentriamo sono il digitale, la mobilità, lo stile di vita e i beni di consumo e la salute e la scienza.

Il CCC rappresenta i consumatori in oltre 100 paesi in tutto il mondo. Monitoriamo da vicino le tendenze normative a Ottawa, Washington, Bruxelles, Ginevra e altri punti caldi della regolamentazione e informiamo e attiviamo i consumatori a lottare per #ConsumerChoice. Ulteriori informazioni su consumerchoicecenter.org

Aerop. int. di Punta Cana nella top 5 dei più ambigui di Latinoamérica nella classifica del Consumer Choice Center

El Aeropuerto Internacional de Punta Cana si trova nei primi 5 degli aeroporti più amichevoli della più recente classifica publicado por Consumer Choice Center, il cui reconocer les terminalis aéreas que brindan mayor conveniencia e facilitades a los usuarios, de acuerdo a la información recabada por info dominicano

La classifica è inclusa nell'Aeropuerto Internacional Benito Juárez, de la Città del Messico, seguita dall'Aeropuerto Internacional José Joaquín de Olmedo nella città di Guayaquil, Ecuador, nel mismo orden están el Aeropuerto Internacional Guarulhos de Sao Paulo, empatado en el tercer lugar con el Aeropuerto Internacional Juan Santamaría a San José, Costa Rica, mientras que en el cuarto se encuentran el Aeropuerto Internacional de Punta Cana en República Dominicana y el Aeropuerto Internacional La Aurora de Ciudad Guatemala y el top 5 lo completa el Aeropuerto Internacional de Tocumen en Città di Panama.

Leggi di più qui.


Il Consumer Choice Center è il gruppo di difesa dei consumatori che sostiene la libertà di stile di vita, l'innovazione, la privacy, la scienza e la scelta dei consumatori. Le principali aree politiche su cui ci concentriamo sono il digitale, la mobilità, lo stile di vita e i beni di consumo e la salute e la scienza.

Il CCC rappresenta i consumatori in oltre 100 paesi in tutto il mondo. Monitoriamo da vicino le tendenze normative a Ottawa, Washington, Bruxelles, Ginevra e altri punti caldi della regolamentazione e informiamo e attiviamo i consumatori a lottare per #ConsumerChoice. Ulteriori informazioni su consumerchoicecenter.org

Empresários do turismo estão mais otimistas

Pesquisa global feita pela Travel Consul revelou o impacto da Covid-19 na indústria ea recuperação futura da distribuição de viagens. Entre 11 e 25 de maio, mais de 900 proprietà di agenzie di viaggio e operatori turistici dei principali mercati.

Distribuires de viagens brasileiros è meno pessimistas em relação às perdas geradas pela pandemia que seus parceiros globais. Na comparação com o ano anterior, no 3º trimestre de 2020, os brasileiros acreditam que suas perdas chagarão a 66%, enquanto a média global diz 73%. Nessun quarto trimestre, brasileiros projetam 50% de perdas, versus 60% na média global. Entretanto, os respondentes do Brasil estão um pouco mais pessimistas na questão sobre quando acreditam que os negócios vão voltar ao normal: 65% acredita que isso só acontecerá em 2021. Na média global, 57% acredita que isso se dará no ano que vem.

Na pergunta sobre medidas que estão sendo implementadas durante una crisi, respondenti do Brasil colocaram o investimento em tecnologia para melhorar produtos e atendimento ao cliente come a seconda principal ação praticada na mostra, com 44%, enquanto a média global 26%. O foco em treinamento também é apontado come importante per 43% dos brasileiros, contra 38% na média global. A tendência se repete, de maneira mais leve, no ajuste ao modelo de negócios: 43% dos brasileiros marcaram esta opção, versus 41% na média global.

Os distribuidores de viagens do Brasil também mostram uma tendência diferente da global no que diz respeito às principais formas de contated com os clientes. Osservare i brasileiros usando mais mídias sociais, e-mail, webinar, telefono e chat, nessa ordem. Na média global, a preferência é, na ordem, por e-mails, telefone, mídias sociais, webinar e chat.

Mais de 40% dos clientes que estão remarcando o mostrando algum interesse em viajar disseram que planejavam ir para o destinazione onde haviam riservato in modo originale. Porém, a maior porcentagem, de 46%, è parada, aguardando per ver como a situação evolui antes de tomar sua decisão.

Quando perguntados sobre como os responsáveis pelos destinazionis turísticos podem ajudar as agências de viagens e os operadores turísticos na recuperação, a resposta número um foi claramente “a introdução de certificados de saúde e segurança para que os agenti tenham certeza de que os destinos são seguros para enviar seus clientes”, com dois de cada três partecipantees sollecitando ajuda dos destinazionis. Come outras três principais respostas incluíram campanhas de marketing, apresentação de dados úteis e oportunos e atualizações do setor e da mídia.

Aproximadamente 41% dos entrevistados globais relataram lançar novos produtos e ajustar o modelo de negócios como as principais medidas adotadas durante una pandemia. Os programas de melhoria e treinamento de atendimento ao cliente ficaram em secondo lugar.

No que diz respeito às atividades de marketing per un recupero, a mídia social foi chiaramente a vencedora, com dois em cada três entrevistados alegando que o marketing digital será seu principal esforço. Come campanhas digitais e colaborativas, rispettivamente, ficaram em secondo e terceiro.

No geral, os parceiros de distribuição esperam uma redução de 73% no volume de negócios no terceiro trimestre de 2020 e 60% no quarto trimestre de 2020. Dois terços dos entrevistados esperam poder sustentar seus negócios por seis meses sem o apoio financeiro do governo.

No que diz respeito à interação com seus clientes durante una pandemia da Covid, como seria de se esperar, o e-mail lidera a forma de comunicação. Curiosamente, o uso tradizionale per telefono foi o secondo canale mais utilizado. Embora ganhem popularidade, una videoconferenza eo bate-papo ao vivo menos de 17% dos metodos de comunicação escolhidos.

Quando perguntados sobre como o papel dos parceiros de distribuição de viagens mudará daqui para frente, a fim de se adaptar a essas novas circunstâncias, 70% dos entrevistados acreditam que modificar políticas o termos e condições de cancelamento estará entre seus principais empreendimentos. Respostas rilevanties adicionais incluem "expandir canais de comunicação com o cliente", "diversificar / alterar suas ofertas de produtos e destinazionis" e "criar novas parcerias com novos compradores e fornecedores".

Outra pesquisa, do Center de Escolha do Consumidor (Consumer Choice Center) classifica gli aeroporti più convenienti per i passaggi in America Latina. O Índice avalia os 30 aeroportis mais movimentados em número de passageiros e os classifica em termos de experiência dos usuários, de acordo com uma série de fatores que variam desde localzação, opções de acesso e transporte público, conveniência, entretenimento, número de lojas, restaurantes e lounges no aeroporto, além do acesso à malha aérea e número de voos e destinazionis.

O índice é o primeiro desse tipo na América Latina e foi criado para informar os consumidores e alertar os administradores aeroportuários sobre quais aeroportos estão fazendo o melhor trabalho para proporcionar uma viagem mais cômoda aos passageiros. Esperamos que, após o termino das interrupções de viagens devido à Covid-19, este índice ajude os viajantes ed escolherem destines e pontos de conexão que ofereçam mais comodidade.

Entre os 10 aeroporti mais bem avaliados, dois brasileiros: o Aeroporto Internacional de Guarulhos Governador André Franco Montoro (GRU) em terceiro lugar no ranking eo Aeroporto Internacional do Galeão Antonio Carlos Jobim (GIG) em oitavo lugar no ranking.

Originariamente pubblicato qui.


Il Consumer Choice Center è il gruppo di difesa dei consumatori che sostiene la libertà di stile di vita, l'innovazione, la privacy, la scienza e la scelta dei consumatori. Le principali aree politiche su cui ci concentriamo sono il digitale, la mobilità, lo stile di vita e i beni di consumo e la salute e la scienza.

Il CCC rappresenta i consumatori in oltre 100 paesi in tutto il mondo. Monitoriamo da vicino le tendenze normative a Ottawa, Washington, Bruxelles, Ginevra e altri punti caldi della regolamentazione e informiamo e attiviamo i consumatori a lottare per #ConsumerChoice. Ulteriori informazioni su consumerchoicecenter.org

Aeropuerto tico destaca entre los diez mejores de Latinoamérica

Spero che questo indice permetta di dare un aiuto ai passanti nell'ora di scegliere i destini del viaggio

Redazione-Il giorno di oggi il Consumer Choice Center (CCC) ha pubblicato il suo Índice de Aeropuertos Latinoamericanos, risaltando la Top 10 de aeropuertos nella regione di fruizione della sua convenienza e facilitazioni per i passeggeri. All'interno dell'Indice si considerano i 30 aeroporti più importanti della regione latinoamericana.

L'indice è il primo tipo in America latina e deve essere utilizzato per informare i consumatori e gli amministratori degli aeroporti su chi viene a portare a casa un lavoro migliore per dare le comodità necessarie ai suoi passanti o utenti.

Leggi di più qui


Il Consumer Choice Center è il gruppo di difesa dei consumatori che sostiene la libertà di stile di vita, l'innovazione, la privacy, la scienza e la scelta dei consumatori. Le principali aree politiche su cui ci concentriamo sono il digitale, la mobilità, lo stile di vita e i beni di consumo e la salute e la scienza.

Il CCC rappresenta i consumatori in oltre 100 paesi in tutto il mondo. Monitoriamo da vicino le tendenze normative a Ottawa, Washington, Bruxelles, Ginevra e altri punti caldi della regolamentazione e informiamo e attiviamo i consumatori a lottare per #ConsumerChoice. Ulteriori informazioni su consumerchoicecenter.org

Consumidores de punta contra las aerolíneas: esigen reembolsos

Carta aperta: "Comprométanse con el estado de derecho y no nos obliguen a llevarlos a los tribunales"

In una carta aperta al CEO de aerolíneas, l'associazione della sociedad civil Centro di scelta dei consumatori -che rappresenta i consumatori in più di 100 países- reclamó alle compagnie aeree che facilitano i rimborsi. “Nosotros, los consumidores, queremos ayudarlos, pero ustedes deben cumplir con la ley y facilitar los reembolsos“, vedi en la carta firmada por Fred Roeder, direttore esecutivo del Consumer Choice Center.

“Queremos estar en el aire con ustedes lo antes posible, pero hagan su parte y comprométanse con el estado de derecho y no nos obliguen a llevarlos a los tribunales“. Para Consumer Choice Center, las aerolineas deben liberar los reembolsos por pasajes no volados y, así, mejorar el vínculo con i suoi clienti.

La carta

Stima CEO del settore delle aerolinee,

Nosotros, come gruppo di consumatori internazionali, e consumatori che amiamo la connettività globale, conosciamo molto bene l'impatto devastatore che Covid-19 ha tenuto nell'industria delle aerolinee. El año 2020 has sido difícil para todos nosotros y nuestros pensamientos están con los empleados de las aerolíneas que han sido dispedidos, suspendidos o que aún pueden perdere il tuo lavoro come consecuencia de la pandemia.

Para nosotros, los consumidores, è estremamente importante avere un'industria aerea salutare que nos permita volver a conectarnos con el mundo para que podamos visitar a amigos y familiares en todo el mundo.

Los años previos a Viron COVID-19 molte nuove regolamentazioni e impuestos che rendono difficile il funzionamento delle aerolinee. Incluso nei tempi precedenti alla pandemia, c'erano numeri record di aerolinee.

Se ben il consolidamento dell'industria è algo naturale e, a volte, anche buono per i consumatori, le tendenze come gli impuestos più alti e i sentimenti antieerei, come la verginità di volare, possono attribuire alla posizione finanziaria più debole della industriale. Y luego vino COVID

È stato luchando contro più impuestos alti nei boletos de avión per anni e si è elogiato nell'industria delle aerolinee come un grande facilitatore per l'elezione del consumatore e la globalizzazione.

Pero mientras que 2020 nos presenta a todos desafíos desde la salud mental hasta la seguridad laboral, también tuvimos que apprender de la manera difícil que muchos jugadores en su industria no se preocupan por los contratos, la ley y les promesas hechas a sus clientes.

Todos hemos pasado demasiadas horas con sus call center sono gli ultimi mesi che stiamo cercando di recuperare il denaro che stiamo consumando nelle spedizioni annullate. La maggior parte delle volte, le aerolinee hanno dovuto obbligare i consumatori ad accettare cupones per viaggi futuri.

Fred Roeder, director ejecutivo de Consumer Choice Center

Darle a un consumatore un'opzione per un cupón está bien. Incentivare a vincere il premio in modo efficace aggiungendo un valore aggiuntivo di 10% e 20% al cupón è ancora migliore.

Queremos mantenerlos a flote y tales ofertas son una forma de obtener nuestra aceptación. PERO negarnos los reembolsos, como muchos de ustedes todavía lo hacen, no solo è illegale, sino que también enoja a los consumadores.

¿Come sapremo se riusciremo a perdere il prossimo anno per conquistare quel lungo viaggio che pianifichiamo per questo anno? Come sai che la tua aerolinea seguirà le operazioni?

Queremos estar en el aire con ustedes lo antes posible, pero hagan su parte y comprométanse con el estado de derecho; no nos obliguen a llevarlos a los tribunales. Centinaia di milioni di contributi in tutto il mondo li stanno aiutando attraverso le riscattate governative.

Hacemos nuestra parte para abogar por menos impuestos y tasas pagadas en las tarifas aéreas y en contra de las prohibiciones tontas de vuelos nacionales, como la prohibición que se está discutiendo in Francia in questo momento. Questo ha reso noto che il settore è più competitivo e noi permetteremo ai nostri clienti, ai consumatori, di volare di più con noi.

Vorremo collaborare per mantenere la nostra attività commerciale, ma dobbiamo anche adempiere alle norme esistenti e rimborsare i clienti. Crear confianza no es una calle de sentido único e necesitamos ver acciones firmes de todos ustedes. Dejemos atrás las frustraciones que teníamos cons sus equipos de servicio al cliente, devuélvannos nuestro dinero (o al menos l'opción de obtener un reembolso) e conquistemos il cielo juntos una vez más.

Originariamente pubblicato qui.


Il Consumer Choice Center è il gruppo di difesa dei consumatori che sostiene la libertà di stile di vita, l'innovazione, la privacy, la scienza e la scelta dei consumatori. Le principali aree politiche su cui ci concentriamo sono il digitale, la mobilità, lo stile di vita e i beni di consumo e la salute e la scienza.

Il CCC rappresenta i consumatori in oltre 100 paesi in tutto il mondo. Monitoriamo da vicino le tendenze normative a Ottawa, Washington, Bruxelles, Ginevra e altri punti caldi della regolamentazione e informiamo e attiviamo i consumatori a lottare per #ConsumerChoice. Ulteriori informazioni su consumerchoicecenter.org

Descrizione