fbpx

Giorno: 7 maggio 2020

[UE] Piano europeo di lotta contro il cancro – Consultazione

Riepilogo

Ogni anno, a 3,5 milioni di persone nell'UE viene diagnosticato il cancro e 1,3 milioni ne muoiono. Oltre 40% dei casi di cancro sono prevenibili. Senza invertire le tendenze attuali, potrebbe diventare la principale causa di morte nell'UE. Il piano europeo di lotta contro il cancro mira a ridurre l'onere del cancro per i pazienti, le loro famiglie e i sistemi sanitari. Affronterà le disuguaglianze legate al cancro tra e all'interno degli Stati membri con azioni per sostenere, coordinare e integrare gli sforzi degli Stati membri.

La Commissione vorrebbe conoscere le vostre opinioni.

Le tabelle di marcia sono aperte per il feedback per 4 settimane. Il feedback sarà preso in considerazione per l'ulteriore sviluppo e messa a punto dell'iniziativa. La Commissione riassumerà l'input ricevuto in una relazione di sintesi che spiegherà come l'input verrà accolto e, se applicabile, perché alcuni suggerimenti non possono essere accolti. I feedback ricevuti saranno pubblicati su questo sito e pertanto dovranno attenersi all'art regole di retroazione

Periodo di feedback

04 febbraio 2020 – 07 maggio 2020 (mezzanotte, ora di Bruxelles)


Risposta

In qualità di gruppo di difesa dei consumatori che rappresenta due milioni di consumatori in Europa, accogliamo con favore l'ambizione della Commissione di sconfiggere il cancro. Tuttavia, vorremmo sottolineare l'importanza di affrontare la questione da una prospettiva multilaterale e, soprattutto, scientifica. 

È stato suggerito più volte che l'aumento della tassazione del tabacco e/o il divieto di marchiare i prodotti del tabacco sia una soluzione sensata. Sebbene le conseguenze attese di una tale politica non siano chiare, il loro potenziale danno non può essere ignorato. Aiutare i consumatori a smettere di fumare è di per sé un obiettivo nobile. Tuttavia, è importante tenere presente che la costrizione – come la tassazione – non sempre ottiene i risultati attesi. I consumatori dovrebbero essere visti come responsabili del proprio benessere quando prendono una scelta informata di fumare. Nello spirito di mostrare rispetto per la scelta del consumatore, l'incoraggiamento potrebbe essere un modo più equilibrato di procedere. Creare e sostenere condizioni in cui i fumatori adulti siano in grado di passare a opzioni più sane come sigarette elettroniche, dispositivi di svapo o snus non è solo una soluzione lungimirante, ma anche quelle che dimostrano l'impegno della Commissione nell'affrontare il cancro senza indebolire i consumatori scelta.

È stato dimostrato che lo svapo è 95% meno dannoso del tabacco da fumo ed è stato approvato dagli organismi sanitari internazionali come alternativa più sicura. Joachim Schüz, capo dell'ambiente e delle radiazioni presso l'agenzia di ricerca sul cancro dell'OMS, l'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro, ha affermato che le sigarette elettroniche "non sono in alcun modo dannose" come le sigarette di tabacco e potrebbero aiutare i forti fumatori a smettere.

Le sigarette tradizionali, quando vengono bruciate, creano più di 7.000 sostanze chimiche, 69 delle quali sono state identificate come potenziali cancerogene. 

I dispositivi di vaporizzazione, invece, contengono ingredienti completamente diversi. I due ingredienti principali utilizzati nei liquidi da svapo sono il glicole propilenico (PG) e la glicerina vegetale (VG), entrambi utilizzati per formare il vapore e insaporirlo. A questi due ingredienti se ne aggiunge un terzo, solitamente un comune aroma alimentare che si trova in torte, oli e altri prodotti alimentari che contribuiscono a conferire al liquido da svapare il suo sapore. Tutti questi composti sopra menzionati sono ingredienti alimentari comuni ritenuti sani e sicuri dagli organismi di regolamentazione, inclusa l'EFSA. L'altro ingrediente variabile nel liquido da vaporizzare è la nicotina, l'alcaloide stimolante. Sebbene non tutti i liquidi contengano questa sostanza chimica che crea dipendenza, è ampiamente considerata come l'attrazione principale per gli ex fumatori che cercano di smettere di fumare. Rispetto ad altre alternative per convincere le persone a smettere, compresi i cerotti e i farmaci Nicotine Replace Therapy (NRT), lo svapo si è rivelato più efficace. 

La convinzione che le sigarette elettroniche non siano sicure e causino una serie di malattie polmonari non regge al controllo. Esistono prove sufficienti che dimostrano che la stragrande maggioranza delle malattie segnalate associate allo svapo in luoghi come gli Stati Uniti sono state causate da cartucce di vaporizzazione di cannabis illecite vendute sul mercato nero, non da quelle acquistate legalmente nei rivenditori autorizzati. Vietare o regolamentare dispositivi e liquidi, con aromi o meno, porterebbe solo la domanda al mercato nero che non risolverà il problema del cancro. Consentire i prodotti da svapo come strumenti di riduzione del danno per i fumatori adulti dovrebbe essere una priorità fondamentale della strategia contro il cancro della Commissione.

Dobbiamo incoraggiare il marketing e il marchio di prodotti di svapo sicuri e legali. L'informazione dei consumatori è necessaria per eliminare i prodotti pericolosi del mercato nero.

A nome dei consumatori e al fine di aiutare la Commissione a trovare il modo più efficace per affrontare il cancro, suggeriamo pertanto quanto segue:

  • Approvare le sigarette elettroniche come un modo efficace per aiutare i fumatori a passare a un'alternativa più sicura e alla fine smettere se lo desiderano
  • Consentire la pubblicità delle sigarette elettroniche sulla stampa, in televisione e alla radio per informare meglio i consumatori sul potenziale di riduzione dei danni dello svapo di nicotina

A nostro avviso, questi passaggi sarebbero un modo efficace per ridurre i tassi di cancro in Europa.

Come le cause legali per responsabilità fanno salire i prezzi dei farmaci, soffocano l'innovazione e danneggiano i pazienti

Un singolo farmaco può costare fino a 2 milioni di dollari per trattamento. Alla luce del COVID-19, gruppi di pazienti e attivisti hanno sfruttato la crisi del momento per chiedere di limitare i prezzi dei farmaci e dei vaccini e di abbattere le barriere all'accesso per i pazienti. Nei paesi in via di sviluppo, gran parte dei prezzi dei farmaci sono causati da tariffe, tasse e altri ostacoli normativi. Gli Stati Uniti, d'altro canto, hanno la spesa pro capite e i prezzi dei farmaci più alti al mondo.

Portare un farmaco sul mercato statunitense è di solito fondamentale per un'azienda per recuperare il circa 2 miliardi di dollari dei costi di sviluppo per medicinale lanciato con successo. Allo stesso tempo, l'esclusivo sistema di responsabilità legale e infortuni del paese (chiamato diritto civile) porta a prezzi dei farmaci più elevati senza necessariamente creare benefici per i pazienti. Una volta che un farmaco ha superato il rigoroso processo di approvazione che ne dimostra la sicurezza e l'efficacia alla Food and Drug Administration (FDA) statunitense, è ancora soggetto a varie leggi sulla responsabilità a livello statale.

Negli ultimi due decenni, Pfizer mettere da parte un enorme 21 miliardi di dollari per accordi a seguito di azioni legali contro il farmaco dietetico Fen-Phen. Coloro che sono stati danneggiati dalla droga hanno potuto adire le vie legali. Detto questo, anche migliaia e migliaia di persone che non sono state danneggiate dalla droga hanno potuto chiedere un risarcimento. Tanto che lo è presunto che almeno 70% dei pagamenti sono andati a richiedenti che non sono stati affatto danneggiati dal farmaco.

Johnson & Johnson lo era ordinato pagare 8 miliardi di dollari a un paziente per gli effetti collaterali causati dal farmaco antipsicotico Risperdal. Questi sono solo alcuni esempi di una pletora di pagamenti multimiliardari che le aziende farmaceutiche sono state costrette a fare dopo essere state trascinate in tribunale, nonostante fossero ritenute sicure dalla FDA.

I sostenitori dei pazienti che sono appassionati di abbassare i prezzi dei farmaci negli Stati Uniti dovrebbero prendere in seria considerazione le leggi sulla responsabilità e come il loro uso improprio gonfia i prezzi. L'abolizione della responsabilità oltre i requisiti della FDA potrebbe ridurre i prezzi dei farmaci negli Stati Uniti di Da 12 a 120 miliardi di dollari all'anno e quindi dare a molti più pazienti l'accesso ai medicinali. 

Nel 2019, i pazienti statunitensi hanno speso un totale di $360 miliardi in farmaci da prescrizione. Tra 3 e 30% di questo importo potrebbero essere liberati per altri trattamenti o riduzioni di prezzo se le norme sulla responsabilità per i farmaci approvati dalla FDA venissero riformate. Questo cambiamento potrebbe sembrare radicale, ma è quello che ha il Congresso approvato per dispositivi medici approvati dalla FDA. Una prelazione simile è stata estesa ai vaccini alla fine degli anni '80 tramite il Vaccine Injury Compensation Program.

Un altro impatto delle azioni legali a seguito del ritiro di prodotti di farmaci approvati dalla FDA è che influiscono negativamente sui nuovi investimenti nello sviluppo. Accordo di Pfizer per Fen-Phen solo potrebbe sono stati utilizzati per portare ai pazienti 10-15 nuovi farmaci innovativi e salvavita.

Piuttosto che utilizzare queste risorse finanziarie per una maggiore ricerca e sviluppo, o per abbassare i prezzi dei farmaci, i produttori farmaceutici devono combattere gli studi legali che si arricchiscono abusando del sistema di responsabilità civile degli Stati Uniti. La legge sulla responsabilità civile oltre alla regolamentazione della FDA non solo soffoca l'innovazione, ma è anche un modo costoso per compensare i danni causati ai pazienti. suggerisce Paul H. Rubin che i costi di transazione per il processo legale rappresentano la metà delle spese di transazione totali. Ridurre questo onere potrebbe aumentare la velocità di sviluppo di nuovi farmaci e ridurne il prezzo. I critici della riforma della responsabilità civile diranno che cambiare le regole sulla responsabilità metterà in pericolo i pazienti, ma questo è lontano dalla verità. UN Lo studio del 2007 mostra che la riforma della legge sulla responsabilità civile in alcuni stati ha portato a un totale di 24.000 morti in meno a causa della riduzione dei prezzi e dell'arrivo di nuovi farmaci innovativi. Questo è qualcosa da tenere a mente.

Finché manteniamo la legge sulla responsabilità civile esistente in cima al quadro di approvazione della FDA, i consumatori sono di fatto costretti a pagare un enorme ricarico sui farmaci per essere assicurati contro potenziali effetti collaterali. Questo è un modo molto costoso e inefficiente per assicurare i pazienti contro i danni. 

Un modo più intelligente di progettare un tale schema di compensazione è quello di espandere lo schema di compensazione del vaccino ai prodotti farmaceutici o di consentire ai consumatori di acquistare personalmente un'assicurazione contro tali danni. Questo potrebbe, ad esempio, essere un'assicurazione complementare in aggiunta ai piani di assicurazione sanitaria esistenti del paziente. Un tale sistema consentirebbe ai pazienti che si iscrivono molto inferiore onorari rispetto all'attuale sistema obbligatorio di responsabilità civile.

L'esenzione dei farmaci dalla legge statale sulla responsabilità civile sarebbe un passo facile per ridurre i prezzi dei farmaci senza mettere i pazienti a maggior rischio. I pazienti americani risparmierebbero miliardi all'anno e sarebbero in grado di accedere a più trattamenti di quelli che possono attualmente. Ciò porterà a un netto vantaggio per i pazienti e per la salute della nazione. Perché non fare un tentativo?

La sesta stagione della serie Free Markets è ora disponibile online

MONTREAL, 6 maggio 2020 /PRNewswire/ – Dopo essere andata in onda sugli affiliati PBS negli Stati Uniti e in Canada, la sesta stagione della Free Markets Series è ora disponibile online per l'intera comunità di Internet. Sei nuovi episodi di 30 minuti possono essere trovati nella libreria web della serie dedicata e sui social network.

La serie Free Markets introduce gli spettatori ai principi del libero mercato attraverso interviste con alcuni dei pensatori e attivisti più dinamici e influenti negli Stati Uniti e in Canada. Caratteristiche della sesta stagione:

  • Calixto Chikiamco, Presidente della Foundation for Economic Freedom (FEF), un'organizzazione di difesa pubblica a Quezon City, nelle Filippine, la cui missione è promuovere la causa della libertà economica e politica, del buon governo, dei diritti di proprietà sicuri e ben definiti, delle riforme orientate al mercato, e tutela dei consumatori;
  • John Tillmann, CEO dell'Illinois Policy Institute, un'organizzazione indipendente che genera soluzioni di politica pubblica volte a promuovere la libertà personale e la prosperità in Illinois;
  • Bill Wirtz, analista politico senior per il Consumer Choice Center, un gruppo di difesa dei consumatori con sede a Bruxelles, in Belgio, che sostiene la libertà dello stile di vita, l'innovazione, la privacy, la scienza e la scelta del consumatore;
  • Daniele Di Martino, attivista venezuelano per la libertà ed economista, è Research Associate presso l'Institute for the Study of Free Enterprise dell'Università del Kentucky;
  • Pietro Sant'Onge, Senior Fellow presso il Montreal Economic Institute, è stato assistente professore alla Feng Chia University di Taiwan, ha lavorato come borsista presso il Mises Institute ed è stato socio accomandatario di un fondo di private equity a Washington, DC; e
  • Onorevole Douglas Ginsburg, Senior Circuit Judge, è stato nominato alla Corte d'Appello degli Stati Uniti per il Distretto di Columbia nel 1986; è stato giudice capo dal 2001 al 2008. È professore di diritto presso la Antonin Scalia Law School, George Mason University, e visiting professor presso l'University College London, Faculty of Laws.

Queste interviste uniche sono condotte nientemeno che da Bob Scully, ospite di Lo spettacolo mondiale, che è stata nominata Persona dell'anno 2012 dalla televisione pubblica americana.

Alcuni degli argomenti discussi in queste affascinanti interviste includono i vantaggi della criptovaluta, riportare il potere ai lavoratori, difendere lo stato di diritto, respingere lo stato balia, trasformare l'agricoltura e difendere la libertà.

La serie Free Markets è prodotta da Lo spettacolo mondiale in collaborazione con il Montreal Economic Institute. Lo spettacolo mondiale è un programma televisivo sindacato trasmesso in tutto il Nord America, su 304 stazioni affiliate alla PBS americana. È presente in 141 mercati in 44 stati degli Stati Uniti, inclusi nove dei primi dieci mercati Nielsen DMA.

“Il Montreal Economic Institute e Lo spettacolo mondiale siamo orgogliosi di poter ancora una volta offrire ai telespettatori di Internet e della televisione l'opportunità di approfondire alcuni dei principi del libero mercato e il modo in cui si relazionano alle questioni del giorno, come espresso da questi rispettati pensatori che discutono del lavoro della loro vita " afferma Michel Kelly-Gagnon, presidente e amministratore delegato del MEI.

Originariamente pubblicato qui.


Il Consumer Choice Center è il gruppo di difesa dei consumatori che sostiene la libertà di stile di vita, l'innovazione, la privacy, la scienza e la scelta dei consumatori. Le principali aree politiche su cui ci concentriamo sono il digitale, la mobilità, lo stile di vita e i beni di consumo e la salute e la scienza.

Il CCC rappresenta i consumatori in oltre 100 paesi in tutto il mondo. Monitoriamo da vicino le tendenze normative a Ottawa, Washington, Bruxelles, Ginevra e altri punti caldi della regolamentazione e informiamo e attiviamo i consumatori a lottare per #ConsumerChoice. Ulteriori informazioni su consumerchoicecenter.org

La sostenibilità e l'innovazione deberían ir de la mano en la UE

Negli ultimi due decenni, Europa ha deciso di seguire il proprio cammino nelle politiche agricole. Si bien tanto América del Norte como América del Sur, e también Japón se han mosso a una agricoltura moderna aún más impulsada por la tecnología, Europa ha retrocedido y sigue prohibiendo cada vez più avanzamenti e metodi científicamente collaudati in agricoltura. Nelle conversazioni commerciali recenti, i principali diplomáticos stadounidenses sono stati ripetutamente istruiti dal marco regolatore nell'UE come anacronistico.

«Debemos eliminare las restricciones a la adopción de nuevos enfoques y tecnologías innovadores, incluidas restricciones regulatorias excesivamente onerosas e innecesarias, y vamos a decir la verdad a nuestros ciudadanos sobre tecnología, productividad y seguridad».

Esas fueron las palabras del Secretario de Agricultura de los Estados Unidos, Sonny Perdue in un articolo di opinione pubblicato su Euractiv a febbraio. In modo un po' meno diplomatico, l'embajador de Estados Unidos en el Reino Unido, Woody Wilson, acuñó el enfoque de la UE «Museo de la Agricultura». in un articolo di opinione per The Telegraph solo questo marzo.

Tanto Perdue come Wilson sostiene che le restrizioni dell'Unione Europea alla tecnologia agricola moderna non sono sostenibili e limitano severamente i futuri acquisti commerciali.

Juzgar se son correctos o no no está relacionado con cuánto amas u odias a los Estados Unidos, sino cuánto amas u odias la stabilità dei prezzi degli alimenti. Nosotros, los europeos, podemos juzgar esto nosotros mismos.

Vamos a valutare la situazione come es. Tanto l'agricoltura convenzionale quanto l'organico si occupa delle plaghe di quelle che devono essere smantellate per non porre in pericolo la sicurezza alimentare e la stabilità dei prezzi per i consumatori. Gli amboni richiedono prodotti chimici come parte dei loro attrezzi per la protezione delle colture.

Como muestra África, las plagas de langostas pueden ser devastadoras para la seguridad alimentaria, y la scienza climatica nos permite detecar que ciertas plagas vendrán de lugares distante a nuestras costas più temprano que tarde, lo que hace que los insetticidas sean necesarios. Para evitar hongos y micotoxinas mortales, utilizamos fungicidas.

Dal punto di vista politico, questi strumenti di protezione delle colture chimiche non sono popolari, e una quantità ogni volta che il sindaco degli ambientalisti dà il via ai politici li proibisce. Questo ha dejado lo spettro politico di izquierda vs. derecha e si distribuisce equamente in ambos lados.

Sfortunatamente, se le autorità di sicurezza alimentare nazionali e internazionali hanno dimostrato che questi prodotti chimici sono sicuri o no, nel contesto della politica moderna posteriore alla verità, è molto poco.

Ciò che sembra importante è che i moderni attrezzi per la protezione delle colture sono etichettati come insostenibili. Sin embargo, la sostenibilidad no está suficientemente definite y, por lo tanto, ha servido como una excusa para envalentonar los conceptos erroneos existentes sobre l'agricultura.

In ogni caso, la sostenibilidad deve basarsi su un'agricoltura moderna e innovatrice che soddisfa le esigenze del medio ambiente, la seguridad alimentaria, la seguridad alimentaria e i prezzi competitivi per i consumatori. Esas herramientas están disponibles para nosotros hoy.

Attraverso l'ingegneria genetica, gli scienziati hanno trovato un modo per ridurre l'uso di prodotti tradizionali per la protezione delle colture, nel tempo che aumentava la resa delle colture. Sin embargo, una vez más, una sospecha política hacia la innovación agro-tecnológica impedisce il cammino a seguire, in questo caso attraverso la direttiva OGM del 2001, che praticamente proibisce tutta l'ingegneria genetica con il propósito de los cultivos.

El cambio climatico altera la forma en que producimos alimentos, lo queramos o no. Las enfermedades raras y no tan raras nos obligan a adaptar nuestro suministro de alimentos a los consumatoridores que lo necesitan. Le modifiche genetiche specifiche non consentono di superare le mutazioni aleatorie del pasto e di eseguire modifiche precise nel campo degli alimenti.

Estados Unidos, junto con Israel, Japón, Argentina y Brasil, están liderando el mundo con le regole permesse per l'edizione dei geni. Questa nuova tecnologia può migliorare la speranza di vita, la sicurezza alimentare e i prezzi degli alimenti per tutti i consumatori. Las reglas de la UE, en comparación, tienen 20 años y no esán enraizadas en la ciencia, ya que una cantidad cada vez mayor de científicos ora explicando.

¿Los stadounidenses vuole competere con gli agricoltori europei e vendere quantità crecientes di alimenti in questo continente?

Esto no solo è ovviamente il caso, sino che è anche reciproco. Se invertimos tanto tiempo como lo hacemos en demonizar los productos stadounidenses aquí para promover los productos europeos en el extranjero, entonces serían nuestros agricultores expandiéndose massicciamente en el mercado stadounidense con productos superiores. Nello scenario, i consumatori mantengono le loro scelte alimentari, e i minori e i produttori devono essere obbligati a etichettare le origini degli alimenti.

Tutto sommato, la modifica delle nostre norme relative alle nuove tecnologie di miglioramento genetico (o edizione dei geni) deve essere effettuata nell'interesse dei consumatori europei più che negli esportatori statunitensi. L'Europa deve dirigere il cammino verso l'innovazione agricola e dare lezioni per l'innovazione, non toccando gli Stati Uniti. Nell'interesse dei consumatori europei, dobbiamo permettere l'innovazione e poi diventare un leader mondiale in loro.

Originariamente pubblicato qui.


Il Consumer Choice Center è il gruppo di difesa dei consumatori che sostiene la libertà di stile di vita, l'innovazione, la privacy, la scienza e la scelta dei consumatori. Le principali aree politiche su cui ci concentriamo sono il digitale, la mobilità, lo stile di vita e i beni di consumo e la salute e la scienza.

Il CCC rappresenta i consumatori in oltre 100 paesi in tutto il mondo. Monitoriamo da vicino le tendenze normative a Ottawa, Washington, Bruxelles, Ginevra e altri punti caldi della regolamentazione e informiamo e attiviamo i consumatori a lottare per #ConsumerChoice. Ulteriori informazioni su consumerchoicecenter.org

La durabilità e l'innovazione derivano dalla coppia nell'UE

Au cours des deux dernières décennies, l'Europe a décidé de suivre sa propre voie dans les politiques agricoles. Alors que l'Amérique du Nord et du Sud, ainsi que il Japon sont passés à une agricoltura moderna encore plus axée sur la technologie, l'Europe a reculé et continue d'interdire de plus en plus de progrès et de méthodes scientifiquement prouvés dans l'agricoltura. Lors de récentes négociations commerciales, les meilleurs diplomates américains se sont moqués à plusieurs reprises du quadri réglementaire de l'UE comme anacronique.

«Nous devons lever les ostacolos à l'adoption de nouvelles approches et technologies innovantes, y compris des restrizioni réglementaires eccessivoment lourdes et inutiles, et vouloir dire la vérité à nos citoyens sur la technologie, la productivité et la sécurité.»

Ce sont les mots du secrétaire américain à l'Agriculture Sonny Perdue in un editoriale pubblicato su Euractiv a febbraio. De façon un peu moins diplomatique, l'ambassadeur des États-Unis au Royaume-Uni, Woody Wilson, ha inventato l'approccio dell'UE «Museo dell'agricoltura» in un editoriale per The Telegraph en mars dernier.

Tanto Perdue che Wilson soutiennent che le restrizioni imposte dall'Unione europea alle tecnologie agricole moderne non sono durevoli e limitano gravemente i futuri accordi commerciali.

Juger s'ils sont corregge ou non n'est pas lié à combien vous aimez ou détestez les États-Unis, mais à quel punto vous aimez ou détestez la stabilité des prix des aliments. Nous, Europeens, pouvons nous-mêmes en juger.

Évaluons la situation telle qu'elle est. L'agriculture conventionnelle et biologique traite des devastators dont ils doivent se débarrasser afin de ne pas compromettre la sécurité alimentaire et la stabilité des prix pour les consommateurs. Les due nécessitent des produits chimiques dans le quadri de leurs outils de protection des culture.

Comme le montre l'Afrique, les fléaux acridiens peuvent être dévastateurs pour la sécurité alimentaire, et la science du climat nous permet de détecter que certains devastators viendront de lieux éloignés sur nos côtes plus tôt que tard, rendant les insetticidi nécessaires. Afin d'éviter les champignons et les mycotoxines mortelles, nous utilisons des fongicides.

Il politico, questi outils chimiques de protection des culture non sont pas populaires, car des quantités croissantes d'écologistes poussent les politiciens à les interdire. Cela a laissé lo spettro politico di gauche contre droite ed è anche réparti des deux côtés.

Malheureusement, la questione del sapere se questi prodotti chimici sono stati rivelati o non par les autorités nationales et internationales de sécurité sanitaire des aliments – nel contesto della politica post-verità moderna – très peu.

Ce qui semble avoir de l'importance, c'est que les outils modernes de protection des culture sont étiquetés comme non Durables. Tuttavia, la durabilità è insuffisamment définie et a donc servi d'excuse pour enhardir les fausses esistenti sur l'agriculture.

Al contrario, la durabilità deve essere basata su un'agricoltura moderna e innovativa che risponde ai vantaggi dell'ambiente, della sicurezza alimentare, della sicurezza alimentare e del prezzo competitivo per i consumatori. Ces outils sont à notre disposition aujourd'hui.

Grazie al genio genetico, gli scienziati hanno trovato un moyen de réduire l'utilizzo dei prodotti tradizionali di protezione delle culture, tutto sommato aumentando la resa delle culture. Encore une fois, une justify politique à l'égard de l'innovation agro-technologique empêche la voie à suivre, en l'occurrence à travers la direttiva OGM de 2001, qui interdit pratiquement tout génie génétique à des fins de culture.

Le changement climatique modifie la façon dont nous produisons les aliments, que nous le voulions ou no. Les maladies rares et moins rares nous obligent à adapter notre offre alimentaire aux consommateurs qui en ont besoin. Le modifiche genetiche specifiche ci consentono di superare le mutazioni aleatoires du passé e di sviluppare i cambiamenti precisi nel dominio dell'alimentazione.

Les États-Unis, avec Israël, le Japon, l'Argentine et le Brésil, sont en tête du monde avec des règles permissives pour l'édition de gènes. Questa nuova tecnologia può migliorare l'esperanza della vita, la sicurezza alimentare e il prezzo degli alimenti per tutti i consumatori. Les règles de l'UE, en comparaison, ont 20 ans et ne sont pas enracinées dans la science, comme l'expliquent de plus en plus de scientifiques.

Les Américains veulent-ils rivaliser con gli agricoltori europei et vendre des quantités croissantes de nourriture sur ce continent?

Ce n'est pas seulement évidemment le cas, mais c'est aussi réciproque. Se nous investissions autant de temps que nous le faisons dans la diabolisation des produits américains ici pour promouvoir les produits européens à l'étranger, alors nos agriculteurs se développeraient massicciamente sur le marché américain avec des produits de qualité supérieure. Nello scenario, i consumatori conservano le loro scelte di alimenti e i dettagli e i produttori devono essere tenus d'étiqueter l'origine degli alimenti.

Inoltre, la modifica delle nostre regole in materia di nuove tecnologie di selezione (o edizione di geni) dovrebbe essere nell'interesse dei consumatori europei più che nel celui degli esportatori americani. L'Europa deve montrer la voie in materia di innovazione agricola e donare lezioni per l'innovazione, e non les prendre aux États-Unis. Dans l'intérêt des consommateurs européens, nous devons permettre l'innovation, puis devenir un leader mondiale dans ce domaine.

Originariamente pubblicato qui.


Il Consumer Choice Center è il gruppo di difesa dei consumatori che sostiene la libertà di stile di vita, l'innovazione, la privacy, la scienza e la scelta dei consumatori. Le principali aree politiche su cui ci concentriamo sono il digitale, la mobilità, lo stile di vita e i beni di consumo e la salute e la scienza.

Il CCC rappresenta i consumatori in oltre 100 paesi in tutto il mondo. Monitoriamo da vicino le tendenze normative a Ottawa, Washington, Bruxelles, Ginevra e altri punti caldi della regolamentazione e informiamo e attiviamo i consumatori a lottare per #ConsumerChoice. Ulteriori informazioni su consumerchoicecenter.org

LES DÉCÈS DE LA CRISE ÉCONOMIQUE SERONT-ILS IGNORÉS?

On aime à oppositor les deux côtés de ce choix binaire: défendre l'économie mondiale ou la vie humaine – o c'est une absurdité… dangereuse.

«Resta chez vous, sauvez des vies! » – tel est le mantra répété par la classe politique, les médias et les réseaux sociaux. La peur du coronavirus amené les citoyens a una giustificazione di un pouvoir acru donné à l'Etat, et provoqué une méfiance généralisée entre les personnes.

La polizia punisce quelli che sostituiscono «ragioni non essenziali» e voi appellate la polizia per denunciare quelli che sono il carattere dello sport. Les dégâts sur notre tissu social sono anche un argomento da discutere dopo questa crisi.

Une des idées les plus répandues est celle de protéger des vies al posto di proteger l'économie (gli investitori o le imprese). Il ne manque plus que le sempiternel « vous ne pouvez pas manger votre argent » comme conclusioni philosophique de la pensée du moment.

Au Royaume-Uni, il cronista Toby Young ha analizzato i dati dell'economia locale per misurare il vero impatto sulle «vie perdute» durante questa crisi (e le celle che verranno).

Vies perdues, vies sauvées

Lorsque l'économie se contracte, l'espérance de vie diminue en raison d'une augmentation de la pauvreté, des crimes violents et des suicides. Durante la crisi finanziaria mondiale del 2007-2009, il tasso di suicidio era aumentato di 4,8% aux Etats-Unis selon il Centre de contrôle des maladies (CDC), e di 6,5% in Europa selon l'Organisation mondiale de la santo.

Philip Thomas, professeur de gestion des risques à l'université de Bristol, a calculé que si le PIB du Royaume-Uni chute de plus de 6,4% par personne à la suite du reclusione obbligatoria, il y aura plus d'années de vie perdus que d'années de vie sauvées, en se basant sur les estimes du Dr Ferguson.

Le professeur Thomas souligne que le PIB par habitant a chuté de 6% au Royaume-Uni lors du krach financier de 2007-2009 – or de nombreux économistes prédisent que l'impact négatif du confinament obligatoire sera au moins deux fois plus important.

Concludo:

«Le défi pour le gouvernement britannique sera de gérer ses interventi de manière à ce que l'inevitable récession imminente ne soit pas aussi grave que le krach financier de 2007-2009. »

Il convient donc de s'assurer que le remède ne soit pas pire que le virus.

Le conclusioni di Mauvaise

Tuttavia, questa riflessione è in realtà politicamente scorretta. Su nostra richiesta di mettere le nostre vie in sospeso e di portare avanti l'economia mondiale in una recessione mortale sous peine d'être coupable de collaboration avec le virus. Ceux qui s'opposent au confinament obligatoire seront décrits comme des brutes sans cœur.

Pire encore sont ceux qui utilisent cette crise pour argumenter en faveur des pires politiques totalitaires, dont le socialiste Thomas Porcher, qui propose un large program de nazionalization de grandes entreprises, comme si les fondamentaux économiques n'avaient plus cours en cette période.

Pour les ONG d'extrême-gauche comme les Amis de la Terre, c'est un renouveau complet de l'économie qui est désirable. Ils accusant même le système économique mondialisé d'être à l'origine de la crisi sanitaria.

Assez ironiquement, on peut considérer que c'est l'inverse: cette crise a débuté par le manque de transparence d'une régime communiste totalitaire et la surrèglementation du secteur de la médecine. Les industrie prêtes à aider le personal médical sont confrontaées aux normes étatiques les empêchant de produire du matériel d'urgence.

Al livello dei trattamenti, sappiamo che le persone che pagano possiedono un mix importante tra gli ospedali privati e i pubblici se débrouillent mieux che ceux qui ont misé sur la soppressione del settore privato.

Les victimes du krach seront-elles ignorées? Oui.

Pire encore, les Etats en tireront les mauvaises conclusioni. Suite à la crisi du Covid-19, nous allons nous retrouver avec moins de libertés individuelles, moins d'argent et un contrôle accru de la part de l'Etat.

Originariamente pubblicato qui.


Il Consumer Choice Center è il gruppo di difesa dei consumatori che sostiene la libertà di stile di vita, l'innovazione, la privacy, la scienza e la scelta dei consumatori. Le principali aree politiche su cui ci concentriamo sono il digitale, la mobilità, lo stile di vita e i beni di consumo e la salute e la scienza.

Il CCC rappresenta i consumatori in oltre 100 paesi in tutto il mondo. Monitoriamo da vicino le tendenze normative a Ottawa, Washington, Bruxelles, Ginevra e altri punti caldi della regolamentazione e informiamo e attiviamo i consumatori a lottare per #ConsumerChoice. Ulteriori informazioni su consumerchoicecenter.org

Descrizione
it_ITIT