fbpx

Mese: Gennaio2023

Tick-tock per TikTok nell'UE?

TikTok è diventata una delle app più popolari per i consumatori nell'Unione Europea, dando all'azienda controllata dal Partito Comunista Cinese più accesso che mai ai dati dei cittadini europei.

Dati i problemi molto chiari con la diffusione di TikTok e la sua connessione con il regime, i legislatori dell'UE dovrebbero prendere in considerazione una legislazione simile a quella statunitense (che impedisce ai dipendenti federali di utilizzare l'app) o una regolamentazione ancora più radicale per proteggere i consumatori europei da una piattaforma del governo cinese? 

Zoltán Kész, Consumer Choice Government Affairs Manager, afferma che esiste una reale minaccia che i consumatori vengano spiati.

“Con più di 230 milioni di utenti TikTok nell'Unione Europea, quasi la metà della popolazione, dovremmo iniziare a cercare soluzioni per incoraggiare i governi degli Stati membri o anche il Parlamento europeo a controllare l'influenza dell'app cinese nelle nostre istituzioni”.

“Noi del Consumer Choice Center crediamo nella libertà di parola e nell'innovazione tecnologica, e crediamo anche nell'essere liberi dalla sorveglianza di regimi dispotici. Anche il libero scambio con le società private è essenziale per il commercio globale. Tuttavia, quando si tratta della proprietà del governo comunista nell'azienda, ci preoccupa vedere che le nostre democrazie liberali potrebbero essere danneggiate dalla possibilità che i dispositivi dei consumatori europei vengano spiati”, afferma Kész.

"Una nuova versione delle democrazie liberali del 21° secolo deve ammettere che quando sono i regimi autoritari coinvolti da un lato dell'equazione, è necessario disporre di misure di sicurezza per salvare le nostre democrazie dai totalitarismi", conclude Kész.

Ehi amico, i consumatori non hanno bisogno di protezione dalle stufe a gas naturale

La cacofonia della decrescita di ambientalisti, burocrati e presunti sostenitori dei consumatori ha trovato un nuovo nemico da cui proteggerti: la stufa a gas nella tua cucina.

Come spiegato dal Commissario statunitense per la sicurezza dei prodotti di consumo Richard Trumka Jr. in a recente intervista a Bloomberg, un "divieto federale delle stufe a gas è sul tavolo tra la crescente preoccupazione per gli inquinanti nocivi dell'aria interna".

Trumka si unisce al coro di giornalisti intraprendenti, accademici, e attivisti verdi (e anche il World Economic Forum) che hanno raccolto l'appello dell'agenzia non solo per fare un caso sanitario contro i fornelli da cucina che riscaldano il cibo con il gas naturale, ma anche l'ambiente e quello morale.

Un articolo sul New York Magazine domandò, piuttosto innocentemente, "i fornelli a gas sono le nuove sigarette?" Sappiamo tutti cosa segue.

Umilmente, Trumka successivamente chiarito l'agenzia non avrebbe proposto divieto loro, ma applicherebbe invece regole rigide solo ai "nuovi prodotti", seguendo città come San Francisco e New York City, e interi stati come New York (nessuna sorpresa) che hanno divieti già emanati sugli allacci del metano per le nuove costruzioni. Va notato che la maggior parte di queste azioni proposte si basava su ambientale affermazioni piuttosto che indicazioni sulla salute, e i sostenitori più importanti sono stati esperti di "diritto ambientale" e simili.

Ovviamente diranno che non vogliono fuorilegge stufe a gas in casa o agenti di spedizione per strapparli dalle cucine e caricarli su pianali. È sciocco. Vogliono solo usare la forza delle leggi, della guida e degli incentivi per spinta consumatori lontani da uno standard di gas naturale. Il nome del governo federale è inopportuno Legge sulla riduzione dell'inflazione farà molta strada.

Se scambi volontariamente la tua stufa a gas con una elettrica, l'IRA ti considera idoneo per uno sconto fiscale fino a $840, che sovvenzionerebbe facilmente la tua "scelta" di stile di vita. Questo è simile agli incentivi della legge per l'acquisto di veicoli elettrici, l'installazione di pannelli solari e l'equipaggiamento di nuove costruzioni con tecnologia ecologica.

Mentre i sussidi per la tua cucina di casa possono essere di gran moda, è comprensibile il motivo per cui questo problema è diventato un punto critico culturale.

Per i consumatori medi, i vantaggi dell'utilizzo di una stufa a gas sono numerosi. Per prima cosa, riscaldano in modo rapido ed efficiente, riducendo il tempo e l'energia utilizzati per cucinare un pasto. Offrono la moderazione del calore che qualsiasi pasto richiederebbe. E poiché il gas naturale è un collegamento di utilità separato, significa che in caso di abbassamenti di tensione o interruzioni di corrente, puoi ancora cucinare, far bollire l'acqua e riscaldare il cibo.

Gli chef dei ristoranti dipendono servilmente dal gas naturale per fornire la migliore fonte di calore per l'ora di pranzo e la cena per i clienti affamati, così come gli americani con un reddito più modesto che possono fornire cibo a casa a un prezzo inferiore utilizzando il gas naturale piuttosto che aumentare la bolletta dell'elettricità.

Gli svantaggi delle stufe a gas naturale, secondo gli attivisti, sono che potrebbero far fuoriuscire ossidi di azoto nella tua casa, che, se abbinata a una ventilazione impropria, presenta un rischio per l'asma infantile e altri problemi di salute. Inoltre, quella fuga di gas potrebbe contribuire alle emissioni di gas serra, il che la collega al cambiamento climatico.

Quando Trumka ha introdotto per la prima volta il divieto delle stufe a gas naturale - in una riunione Zoom privata di dicembre con il Fondo per l'istruzione del gruppo di ricerca di interesse pubblico - il rischio di asma era al centro e al centro. È arrivato al punto di definirlo un "pericolo", che ha sconvolto le nostre menti al Consumer Choice Center, considerando l'ampiezza del nostro lavoro chiarire gli errori di legiferare in base ai rischi invece che ai pericoli.

Per dare un'occhiata agli studi, l'economista Emily Oster ha recentemente ha fatto questo sul suo Substack, e la sua conclusione è che i rischi dichiarati dai ricercatori sono in realtà così minimi che non vale la pena prenderli sul serio per chiunque disponga di una cucina adeguatamente ventilata e di elettrodomestici aggiornati.

Mentre l'inquinamento dell'aria interna è davvero un grave pericolo, non è uno che colpisce le famiglie degli Stati Uniti. Le prese d'aria del cofano, l'aria condizionata e la costruzione moderna hanno evitato questo problema per quasi tutti gli americani, come ammette l'EPA. Anche l'effetto sul cambiamento climatico è trascurabile, considerando che la conversione a stufe completamente elettriche non fa nulla per ripulire la rete energetica o spostare tutta la generazione di elettricità verso alternative a emissioni zero.

Perché allora questo problema sta raccogliendo così tanto interesse tra i sostenitori dei consumatori come PIRG, che ha avviato una campagna contro le stufe a gas naturale all'inizio dell'anno scorso?

Sebbene possano essere sinceri nei loro obiettivi, ciò equivale a un'altra crociata contro la scelta del consumatore. Le persone conoscono i rischi delle stufe a gas e l'analisi costi-benefici che deriva dall'acquisto di una. Avere una stufa a gas con bambini che corrono in giro non è l'ideale e, nella maggior parte dei casi, una stufa a induzione è probabilmente ancora più efficiente e desiderabile.

Ma l'intero scopo di avere una varietà di stufe è offrire agli utenti - chef professionisti e cuochi casalinghi allo stesso modo - l'opzione che si adatta meglio al loro stile di vita e al loro budget. Ci sono sempre dei rischi quando si tratta di elettrodomestici, applicazioni energetiche e ciò che portiamo nelle nostre case.

Ma preferiremmo affidarci ai consumatori per prendere questa decisione piuttosto che a un'agenzia di regolamentazione con una propria agenda.

È ora di fermare la tassa sulle scale mobili

Se sei come me, le ultime festività natalizie sono state di sollievo con un senso di normalità. A differenza degli anni precedenti, l'Ontario non era bloccato, o sull'orlo di uno, il che significava che finalmente potevamo festeggiare con la nostra famiglia e i nostri amici come facevamo prima della pandemia. Per molti, parte di queste celebrazioni include godersi la propria bevanda alcolica preferita (ovviamente in modo responsabile) e approfittare di un po 'di tempo libero tanto necessario.

Detto questo, per coloro che facevano acquisti natalizi, che si trattasse di regali o cibo, i prezzi più alti erano importanti su tutta la linea. Le bollette della spesa lo erano circa L'11% più costoso nel 2022 rispetto al 2021, mentre l'inflazione alimentare complessiva è stata del 10,1%. Sono cifre da capogiro, e soprattutto regressive per chi ha redditi modesti o fissi.

Queste pressioni inflazionistiche sono la ragione principale per cui la Banca del Canada ha aumentato in modo aggressivo i tassi, il che ha drasticamente aumentato il costo del prestito per le imprese e ha colpito duramente chiunque cerchi di qualificarsi per un mutuo o un mutuo a tasso variabile.

Sfortunatamente, il dolore inflazionistico non finisce qui. A causa della tassa sull'alcol del governo federale, il prezzo della tua bevanda preferita aumenterà il 1 aprile del 6,2%, perché il governo indicizza le tasse sull'alcol all'inflazione. Aggiungete questo aumento delle tasse al fatto che le tasse da sole rappresentano circa il 50% del prezzo della birra, il 65% del prezzo del vino e il 75% del prezzo degli alcolici. Questa è una punizione crudele per il reato di voler gustare una bevanda alcolica e socializzare o rilassarsi.

La tassa sulle scale mobili rimuove quella discussione dal processo democratico ed elimina del tutto i consumatori dalla discussione. E indicizzando la tassazione all'inflazione punisce scomodamente i consumatori per le pressioni inflazionistiche non causate dai consumatori stessi.

Ora, ci sono punti di vista opposti sulla causa principale dell'inflazione. Dal lato conservatore, hanno sostenuto che l'inflazione è il risultato di una cattiva politica monetaria, in primo luogo la Banca del Canada che inietta l'economia per troppo tempo rispetto a quanto richiesto dalla pandemia. Dall'altro lato della navata, c'è l'argomentazione secondo cui l'inflazione complessiva è alta a causa dei persistenti problemi della catena di approvvigionamento, ed è esacerbata dall'interruzione della disgustosa invasione dell'Ucraina da parte di Putin. Qualunque sia la tua opinione, sembra incredibilmente ingiusto per il governo punire i consumatori di alcol perché la BOC ha tenuto il dito sulla stampante di denaro troppo a lungo, o perché la pandemia ha bloccato l'economia globale con Putin che ha peggiorato la situazione. 

E ironicamente, il fatto che la tassazione aumenti automaticamente i prezzi esercita una continua pressione al rialzo sull'inflazione complessiva, e più a lungo persistono questi tempi inflazionistici, più aggressiva dovrà essere la BOC per evitare uno scenario di fuga. Questo è un circolo vizioso in cui la tassazione indicizzata all'inflazione alimenta il problema dell'inflazione, facendo aumentare i tassi, rendendo i mutui più costosi e lasciando tutti più poveri nel lungo periodo, tranne il governo federale.

E quando noi confrontare come l'alcol è tassato negli Stati Uniti rispetto al Canada, sembra che stiamo strofinando il sale nelle ferite dei consumatori canadesi. Per l'americano medio, l'acquisto di una cassa di birra ha $4.12 di tasse associate. Per il canadese medio, la tassa pagata su quella stessa cassa di birra è oltre cinque volte superiore, a $20.31. L'aliquota fiscale federale sulla birra in Canada è 2,8 volte superiore a quella degli Stati Uniti, mentre l'aliquota fiscale provinciale media è oltre sei volte superiore all'aliquota fiscale media statale degli Stati Uniti. Certo, ci devono essere tasse sull'alcol, ma le tasse devono davvero essere così alte?

Il governo deve smetterla di martellare i redditi disponibili dei canadesi e concedere ai consumatori di alcol alcuni sgravi fiscali tanto necessari. È ora di dire no alla tassa sulle scale mobili.

Originariamente pubblicato qui

Rispetto all'Europa, il sistema agricolo americano è più efficiente e sostenibile

Uno dei malintesi più notevoli di molti americani è che le persone negli Stati Uniti stiano peggio delle loro controparti europee. Se dovessimo guardare solo al reddito, gli americani sono più ricchi degli europei su più punti dati: il Gli Stati Uniti superano il PIL pro capite per la maggior parte dell'Unione europea. La classe media americana supera anche quella europea, il tutto sfidando ciò che conta anche come classe media in primo luogo. 

In aggiunta a ciò, i beni di prima necessità sono più economici per la maggior parte dei consumatori. Come ho precedentemente scritto, gli americani spendono il 5% del loro reddito disponibile in generi alimentari, rispetto all'8,7% in Irlanda (il più basso nell'UE), al 10,8% in Germania, al 12% in Svezia, al 17% in Ungheria e al 25% in Romania. Tuttavia, alcuni critici affermano che il sistema alimentare americano dà la priorità all'efficienza rispetto alla sostenibilità, che a sua volta danneggia l'ambiente. Qui è dove l'analisi diventa molto interessante.

Verso la fine degli anni '80, la divergenza tra Europa e Stati Uniti in termini di produzione agricola divenne evidente. Mentre l'Europa ha mantenuto un livello di produzione agricola costante dal 1985 circa, negli Stati Uniti raddoppiato la sua produttività tra il 1960 e il 2000 ed è sulla buona strada per superare l'aumento di produttività del 150% nel prossimo futuro. Nel frattempo, americano gli input agricoli stanno lentamente diminuendo ai livelli degli anni '60, il che significa che gli Stati Uniti stanno producendo una quantità molto maggiore di cibo con meno risorse. Ad esempio, nella produzione di mais, ciò significa che gli Stati Uniti producono 70 staia per ettaro, mentre i paesi europei ne producono meno di 50. 

Un interessante mix di azione normativa e inerzia ha portato a questa divergenza. Un grande contributo è iniziato negli anni '70, quando La Germania ha introdotto il "Vorsorgeprinzip", oggi comunemente noto come principio di precauzione. Questa politica è un regolamento preventivo di sicurezza pubblica che inverte l'onere della prova per il processo di approvazione regolamentare: ad esempio, un nuovo prodotto chimico per la protezione delle colture può essere approvato solo se è dimostrato che non ha effetti negativi sulla salute umana o sulla biodiversità. Il principio di precauzione non si basa solo sulla mera tossicità, ma estrapola a un livello di prova completo e difficile da stabilire che un prodotto non potrebbe mai rappresentare alcun danno. Ciò ha notevolmente allungato i processi di approvazione per le nuove sostanze chimiche come l'UE lo ha sancito nei suoi trattati - con l'effetto ironico che i vecchi pesticidi sono rimasti sul mercato mentre i nuovi prodotti non hanno potuto ottenere l'approvazione. 

In effetti, una dimostrazione degli effetti negativi del principio di precauzione, e incidentalmente un'altra ragione per cui l'agricoltura americana è più efficace, è diventata visibile nel campo della biotecnologia. Gli alimenti geneticamente modificati, comunemente noti come OGM, così come le nuove tecnologie di modifica genetica, rimangono illegali nell'Unione europea. Nonostante il fatto che giurisdizioni come Stati Uniti, Canada, Brasile e Israele utilizzino queste tecniche di miglioramento genetico da decenni, il principio di precauzione e l'approccio normativo pesante dell'Europa ne impediscono l'utilizzo. 

Le politiche europee hanno, infatti, reso l'agricoltura meno sostenibile perché l'Europa ha trascurato l'angolo dell'innovazione. Prendiamo l'esempio della distruzione del suolo. L'agricoltura contribuisce in larga misura alle emissioni di gas serra perché l'anidride carbonica è immagazzinata nel suolo e, poiché gli agricoltori distruggono il suolo attraverso la lavorazione del terreno, la CO2 viene rilasciata nell'atmosfera. Più distruggi il terreno, più emetti. Mentre negli Stati Uniti, oltre il 70 percento dell'agricoltura funziona con la lavorazione del terreno ridotta o senza lavorazione del terreno, l'Europa produce ancora oltre il 65 percento del suo cibo con la lavorazione del terreno convenzionale. Il motivo: l'agricoltura senza lavorazione richiede un uso più consistente di pesticidi, che in Europa sono disapprovati.

Senza innovazione, l'agricoltura non può diventare più sostenibile. Mentre l'Unione Europea intende ridurre i terreni agricoli, tagliare l'uso di pesticidi sintetici e mantenere illegali nuove soluzioni biotecnologiche all'interno della sua strategia "Farm to Fork" (nota come F2F), gli Stati Uniti hanno optato per un approccio diverso. L'agenda per l'innovazione agricola dell'USDA (AIA) avanza l'idea che una maggiore innovazione, attraverso la ricerca e gli investimenti pubblici e privati, renda il sistema alimentare più efficiente e sostenibile. L'AIA è l'approccio lungimirante, mentre F2F tenta di ridurre l'impatto dell'agricoltura sull'ambiente riducendo l'uso dei terreni agricoli e riducendo le cassette degli attrezzi degli agricoltori per combattere i parassiti e le malattie delle piante.

Detto questo, anche il sistema alimentare americano deve affrontare delle sfide. Gli attivisti ambientalisti americani e gli avvocati processuali sembrano voler introdurre un sistema di regolamentazione di tipo europeo attraverso i tribunali, anche citando in giudizio le aziende alimentari. Il sistema americano altamente litigioso crea un effetto perverso in cui devi convincere un giudice o una giuria degli effetti negativi di uno strumento di protezione delle colture, non un'agenzia scientifica composta da esperti nell'analisi dei dati. Di conseguenza, lo sviluppo di prodotti chimici per l'agricoltura diventa una responsabilità che solo le grandi aziende possono effettivamente permettersi, portando alla concentrazione del mercato. Questo è problematico perché in un'epoca in cui abbiamo più che mai bisogno di efficienza e innovazione agricola, è essenziale che la concorrenza regni nella sfera agrochimica e agrotecnologica. La concorrenza crea la base per scienziati, professionisti del settore e agricoltori per ottenere una varietà di scelte sul mercato.

In definitiva, dovremmo riconoscere le meraviglie dell'agricoltura moderna. I vantaggi dell'agricoltura ad alto rendimento sono evidenti: nutriamo più persone in modo più sostenibile, pur dovendo farle pagare meno. Ad esempio, abbiamo bisogno Il 60% di mucche in meno produce ancora il doppio del latte rispetto agli anni '30. Dobbiamo basarci su questi tipi di successi per rendere il nostro sistema alimentare più efficiente e sostenibile.

Originariamente pubblicato qui

novembre 2022

Novembre è stato come un treno proiettile per noi del Consumer Choice Center: siamo molto entusiasti di pubblicare il nostro annuale Indice dell'economia della condivisione, e il nostro responsabile per gli affari nordamericani David Clement è stato invitato dal partito ECR a presentare agli eurodeputati e alle parti interessate a Bruxelles il tema delle PFAS e di come sono le normative intelligenti.

Il CCC era *molto online* questo mese. Abbiamo ottenuto successi mediatici sui controlli dei prezzi di Orban in Politico EU, Rapporto di Bruxelles, e Liberazionee alcuni episodi di podcast stellari su Cannabis maltese e concorrenza sanitaria con Emmanuelle Faubert!

Inoltre, non dimenticare di dare un'occhiata alle nostre campagne sui social media contro il Le politiche agricole miopi dell'UE e tasse più elevate per i prodotti a base di nicotina. Già che ci sei, non preoccuparti se ti chiediamo un po' d'amore FacebookInstagramTwitter, e LinkedIn.

Passiamo alle nostre migliori scelte del mese!

Ottenere la sostenibilità giusta  ♻️
"Carta o plastica?" Spesso è difficile fare la scelta giusta per il tuo portafoglio e per l'ambiente. Guardando i fatti, scopriamo che la plastica ha molti vantaggi. La sua invenzione è stata una rivoluzione in molti settori: dalle attrezzature mediche agli attrezzi per la pulizia, dagli imballaggi per prolungare la durata di conservazione ai contenitori che mantengono intatti i nostri alimenti per la consegna.In molti casi, la plastica è infatti la scelta più sostenibile per i consumatori. Organizzazioni come Greenpeace fingono di avere un'elevata moralità senza avere i fatti: borse della spesa di plastica monouso superare di gran lunga tutte le sue alternative quando si tratta di ambiente.
Il nostro Senior Policy Analyst Bill Wirtz lo segnala qui: “Qualsiasi norma o regolamento che limiti le scelte dei consumatori è cattivo. Tuttavia, in qualche modo è anche peggio quando la regola suggerita non raggiunge nemmeno i risultati previsti. Vietare la plastica non solo ci priverebbe dei prodotti di cui abbiamo bisogno, ma aumenterebbe anche la nostra impronta di carbonio in molti settori”.
Cieli aperti per tutti 🇨🇦🛬
C'è qualcosa di più legato alla libertà del volo? Per gli uccelli, forse. Non necessariamente per i visitatori di Ottawa. È molto strano che ancora, nel 2022, il governo federale decida quanti voli possono atterrare in Canada da un certo paese sulla base di... un documento chiamato "Open Skies Agreement". L'accordo si applica a 24 paesi e Stati membri dell'UE e consente la scelta del consumatore di prevalere quando si tratta di viaggiare andata e ritorno. Per altri, sembra esserci una tariffa indesiderata.
Come il nostro responsabile per gli affari nordamericani, David Clement dice: “Se un approccio basato sul mercato è abbastanza buono per 24 paesi più l'Europa, perché non è abbastanza buono per tutti i paesi? Dovremmo lasciare che sia il mercato a decidere dove vogliono viaggiare i canadesi, quanto spesso e con quale compagnia aerea”. Predicare!
Crypto in Europa dopo il crollo di FTX 🇪🇺
C'è qualcuno che non ha ancora sentito parlare di FTX e del cattivo moderno Sam Bankman-Fried? Sono state un paio di settimane interessanti per i cripto-nerd là fuori, mentre molti stanno solo lottando per tenere il passo con gli ultimi termini crittografici. Oltre a tutto ciò, l'UE sta elaborando il proprio schema normativo nei mercati delle criptovalute (MiCA) per evitare presumibilmente un tale FTX in Europa: più confusione.
Non preoccuparti più! Il nostro vicedirettore Yaël Ossowski sì il pezzo perfetto per farti dare un senso a tutto e si appoggia davvero al principio alla base delle tecnologie decentralizzate: “Sarebbe vantaggioso per tutti noi se le regole aiutassero a portare chiarezza normativa, tenere a bada gli attori loschi e fornire trasparenza finanziaria. Se vogliamo creare il futuro del denaro digitale decentralizzato, ciò significherà regole più intelligenti che puniscono i cattivi attori promuovendo al contempo la sovranità finanziaria. Le mani degli americani. Yaël scrive un articolo sottolineando i molti inquilini progressisti dell'economia Bitcoin e cripto. Da condividere con i tuoi amici dal cuore sanguinante! Incontreremo anche le autorità di regolamentazione negli Stati Uniti e in Europa per discutere il percorso migliore per politiche a favore dei consumatori sulle criptovalute. Tieni d'occhio i nostri pensieri dopo!
Questo è tutto da noi questo mese! Ci auguriamo che tu rimanga sintonizzato sul nostro ottimo lavoro in tutto il mondo e ti preghiamo di contattarci se ci sono problemi urgenti per i consumatori dovrebbeessere di copertura.

ottobre 2022

Halloween non è stato certo il giorno più spaventoso di ottobre di quest'anno. Il Regno Unito ha cambiato il proprio Primo Ministro due volte in due mesi e le elezioni in Brasile hanno creato nuovi punti di discussione, per non dire altro. Come sempre, il nostro team del Consumer Choice Center ha lavorato instancabilmente per difendere i tuoi diritti su ogni fronte possibile. Prima di iniziare, ti preghiamo di darci un po' di amore sui nostri canali di social media perché, siamo onesti, è il modo più semplice per stare al passo con il nostro lavoro e il team.

Avanti, va bene?

Il rapporto Verdi/ALE attacca i ricercatori sulle piante. Fallisce.Se ci segui da vicino, sai già che l'UE è determinata a fissare un livello qualitativo molto basso per le politiche agricole. Voltano costantemente le spalle all'innovazione e alla tecnologia per il bene di argomenti di discussione ideologici. Peggio ancora, lo fanno a spese di tutti gli altri.In questo pezzo, il nostro Direttore della Ricerca Dott Emil Panzaru sottolinea le incoerenze della risposta dei Verdi alla crisi agricola in Europa: ingegneria genetica “incontrollabile”, “mutazioni non sicure”, benefici dell'agricoltura biologica 100% e molto altro. Come dice Emil, le politiche agricole europee "riguardano meno la scienza che la politica nella scienza". Controlla qui.
Conferenza stampa a Bruxelles 
Insieme alla World Vapers' Alliance, CCC sta combattendo la buona battaglia per le scelte di vita dei consumatori. A ottobre abbiamo avuto due grandi eventi per ricordare la nostra causa.In primo luogo, abbiamo tenuto una conferenza stampa a Bruxelles per presentare i risultati del nostro sondaggio su Percezioni sulla riduzione del danno da tabacco e sulla nicotina in Francia e Germania. Lascia che ti dia due fatti scioccanti qui, ma puoi leggere di più qui:Solo 3 medici su 15 in Germania affermano di conoscere il termine “riduzione del danno”.69% dei fumatori in Francia e 74% dei fumatori in Germania credono erroneamente che la nicotina causi il cancro.
I politici stanno arrivando per l'App Store
Dall'altra parte del mondo, il selvaggio West è selvaggio come al solito. Una nuova legislazione e una causa antitrust minacciano il monopolio di Apple sul suo App Store. Il nostro membro della politica tecnologica Satya Marar identifica correttamente che "Incoraggerebbe anche gli investimenti nelle start-up di sviluppatori e potrebbe abbassare i prezzi per gli acquisti in-app, comprese le tecnologie emergenti come gli NFT, consentendo agli sviluppatori di eludere le commissioni di Apple attraverso metodi di pagamento digitali alternativi".
Satya sottolinea anche le altre conseguenze indesiderate dell'Open App Markets Act, che potrebbero avere anche alcune implicazioni negative. Lascio a voi scoprirli nel pezzo qui.

Ultimo ma non meno importante, il nostro indice delle stazioni ferroviarie europee continua a crescere l'attenzione dei media!Ispirato da due indici, il Indice degli aeroporti europei dei consumatori e il Indice delle stazioni ferroviarie europee nel 2020. Abbiamo esaminato le 50 stazioni ferroviarie più grandi d'Europa e le abbiamo classificate in termini di esperienza dei passeggeri, affollamento e varietà di destinazioni. Dai un'occhiata sul nostro sito web!Inoltre, tieni gli occhi aperti per lo Sharing Economy Index di quest'anno nelle prossime settimane!
Questo è tutto da noi questo mese! Ci auguriamo che tu rimanga sintonizzato sul nostro ottimo lavoro in tutto il mondo e ti preghiamo di contattarci se ci sono problemi urgenti per i consumatori dovrebbeessere di copertura.

Pentingnya Kerja Sama International per Meningkatkan Perlindungan Kekayaan Intelektual di Indonesia

Perlindung hak kekayaan intelektual merupakan salah satu instrument yang tidak terpisahkan dan sangat penting untuk meningkatkan inovasi e pertumbuhan economi. Questo è un processo di ricerca intellettuale, ma può essere utile per innovare e ridurre la creatività e migliorare l'economia da solo.

Innovasi tentu merupakan ha yang sangat krusial untuk mengembangkan industri, khususnya industri yang sangat bertumpu pada kreativitas seperti industri kreatif. Terlebih lagi, kita saat ini tinggal di era digital dengan perkembangan teknologi yang begitu pesat. Menjadi negara yang innovatif tentu merupakan sebuah keharusan.

Tanpa adanya perlindungan hak kekayaan intellektual yang kuat, maka para innovator and pekerja industri creative tidak akan bisa untuk mendapatkan hak mereka atas hasil karya yang mereka buat, karena karya tersebut dapat dengan mudah dibajak oleh pihak-pihak yang tidak bertanggung jawab. Questo semikian, insentif seseorang untuk berkarya e berinovasi juga akan semakin menurun.

Di Indonesia sendiri, masih terdapat tantangan yang tidak sedikit dalam menegakkan perlindungan hak kekayaan intelektual. Bila kita pergi ke banyak pusat perbelanjaan di berbegai kota misalnya, dengan mudah kita bisa menemukan banyak produk-produk bajakan dalam berbegai bentuk, mulai dari pakaian, peralatan rumah tangga, dan lain sebagainya.

Kemajuan teknologi, yang tentunya membawa manfaat yang sangat besar bagi Indonesia, juga menimbulkan tantangan lain yang harus bisa kita selesaikan bersama. Melalui berbegai toko di dunia maya misalnya, kita bisa dengan mudah mendapatkan banyak produk bajakan. Selain itu, perkembangan teknologi juga membuat berbegai karya seni seperti musik e film bisa dibajak e diakses dengan lebih mudah oleh banyak orang.

Selain itu, hal lain yang juga sangat penting untuk diperhatikan adalah, personal mengenai pembajakan karya dan pelanggaran terhadap hak kekayaan intelektual bukan hanya hal yang terjadi dell'Indonesia. Masalah ini merupakan masalah yang memiliki ruang lingkup global, dan oleh karena itu kerja sama dengan negara lain atau lembaga international merupakan hal yang sangat penting.

Tidak sedikit misalnya, barang-barang e juga produk bajakan yang masuk ke Indonesia yang diproduksi di negara lain. Beberapa waktu lalu misalnya, Bea Cukai Indonesia berhasil menyita lebih dari 800.000 produk pulpen bajakan yang diimpor dari China (dgip.go.id, 9/1/2020).

Indonesia sendiri saat ini sudah melakukan beberapa program kerja sama dengan lembaga internasional terkait dengan penguatan perlindungan hak kekayaan intelektual. Beberapa waktu lalu misalnya, Pemerintah Indonesia, melalui Dirjen Kekayaan Intelektual (DJKI) bersama dengan Asia-Pacific Economic Cooperation – Digital Economy Steering Group (APEC-DESG) menggelar workshop internasional di Nusa Dua, Bali (nusabali.com, 29/11/2022 ).

Salah satu dari tujuan diadakannya acara tersebut adalah untuk meningkatkan kualitas pelayanan publik kekayaan intelektual bebasis digital. Salah satunya adalah melalui peningkatan teknologi, seperti Intelligenza Artificiale (AI). AI sendiri digunakan oleh DJKI salah satunya adalah untuk pemeriksaan Hak Kekayaan Intelektual untuk memberikan pelayanan yang lebih baik kepada masyarakat (nusabali.com, 29/11/2022).

DJKI sendiri juga sudah membuat program-program kecerdasan buatan yang ditujukan untuk mempermudah layanan pencatatan e juga pelrindungan kekayaan intelektual. Dalam forum internazionale ini, kita juga bisa belajar dari lembaga-lembaga terkait e juga lembaga perlindungan kekayaan intelektual dari berbegai negara mengenai bagaimana cara terbaik untuk mengimplementasikan kecerdasan buatan dalam rangka memperkuat perlindungan hak kekayaan intelektual.

Adanya forum internazionale seperti ini untuk meningkatkan tentu merupakan ha yang patut kita diapresiasi. Melalui forum ini, kita bisa saling belajar dari negara lain terkait dengan perkembangan upaya perlindungan hak kekayaan intelektual, dan juga pada saat yang sama bisa memperkenalkan berbagai hasil karya tradizionale negara kita kepada para pembangku kepentingan dari negara lain.

Tidak hanya lembaga negara, kerja sama dengan organisasi internasional dalam rangka upaya untuk memperkuat perlindungan hak kekayaan intelektual di Indonesia misalnya, juga bisa digunakan oleh lembaga non-pemerintah atau pun akademisi. 

Beberapa waktu lalu misalnya, diadakan acara Koneferensi International Perlindungan Kekayaan Intelekual (International Conference Intellectual Property Rights) di kota Lombok, yang salah satu poin bahasan pentingnya adalah bagaimana penguatan perlindungan hak kekayaan intelektual merupakan langkah yang sangat penting untuk pemulihan ekonomi di masa pandemi COVID-19 (kumparan.com, 16/10/2022).

Selain itu, tentu ada banyak bentuk kerja sama internasional lain yang bisa kita lakukan dengan berbegai pihak. Salah satunya misalnya adalah melalaui perjanjian kerja sama ekonom dan investasi bilateral dengan negara lain. Indonesia sendiri misalnya, beberapa waktu lalu sudah membuat kesepakatan bilateral dengan Amerika Serikat terkait dengan hal tersebut, salah satunya adalah melalui kesepakatan Indonesia-USA Trade and Investment Framework Arrangement (TIFA) (liputan6.com, 17/5/2018).

Sebagai penutup, perlindungan hak kekayaan intelektual merupakan ha yang sangat penting untuk meningkatkan inovasi e pertumbuhan ekonomi. Namun, permasalahan tentang pelanggaran terhadap hak kekayaan inetelektual merupakan masalah global, dan tidak bisa diselesaikan o satu negara saja. Maka dari itu, kerja sama internasional dengan negara atau lembaga lain merupakan hal yang sangat penting.

Originariamente pubblicato qui

Infantilizzare gli adolescenti non li proteggerà online, ma potrebbe minacciare la libertà tecnologica

È per i bambini, dicono.

Una nuova legge californiana che promette di proteggere i minori dai danni posti da piattaforme online come Instagram, Youtube e Tiktok. Invece, però, minaccia di aumentare la censura di discorsi controversi e politicamente sensibili, mentre colpisce le start-up con costi immensi e compromette la privacy di coloro che intende proteggere.

Impostato per entrare in vigore nel 2024, il California Age-Appropriate Design Code Act non specifica i danni tangibili da cui dovrebbe proteggere i minori. Né autorizza i genitori a controllare ciò che i loro figli vedono online. Invece, utilizzerà la minaccia di multe esorbitanti per costringere grandi e piccole aziende a identificare e "mitigare" i discorsi dannosi o potenzialmente dannosi ai minori, richiedendo loro di utilizzare i propri algoritmi per "dare la priorità" ai contenuti che sono nel loro "migliore interesse". e sostiene il loro "benessere".

La natura intrinsecamente soggettiva di questi termini significa che le aziende saranno costrette a censurare i contenuti in base a ciò che il Grande Fratello o la Grande Burocrazia pensano o dicono sia dannoso, promuovendo al contempo contenuti e discorsi che approvano. Le aziende devono anche affrontare azioni legali se il procuratore generale non è soddisfatto di come applicano i propri standard di moderazione. Questo potrebbe facilmente essere utilizzato come arma da AG partigiani di entrambe le parti per ottenere punti politici segnalando i tipi di contenuto che ritengono inappropriati per i minori. A questo proposito, la legge potrebbe incoraggiare il tipo di collusione tra i giganti della tecnologia e il governo per sopprimere o promuovere punti di vista o programmi che violano il primo emendamento.

Sebbene l'intenzione della legge di proteggere i minori da contenuti inappropriati per età sia encomiabile, presenta un difetto critico. Classifica tutti i minori di 18 anni come bambini, anche i minorenni che sono quasi abbastanza grandi per votare, essere arruolati o far parte di giurie. Questa definizione troppo ampia e la minaccia di multe miliardarie significano che, indipendentemente da ciò su cui i politici o le autorità di regolamentazione scelgono di agire, è probabile che le aziende sbaglino dalla parte della censura quando si tratta di contenuti adatti all'età. Ciò significherà probabilmente proteggere i minori da risorse importanti, inclusa la ricerca su argomenti controversi che potrebbero ritenere necessari per progetti scolastici o universitari.

È anche difficile vedere come molte delle caratteristiche del disegno di legge, incluso il divieto di abilitare la riproduzione automatica per tutti i video mostrati ai minori, abbiano qualcosa a che fare con la protezione dei bambini piuttosto che semplicemente indebolire la funzionalità delle piattaforme di intrattenimento online.

Ma forse le caratteristiche peggiori della legge sono quelle relative alla privacy. Da un lato, richiede un'ampia documentazione, comprese le valutazioni dell'impatto sulla privacy e le valutazioni soggettive del "danno" relative alle nuove funzionalità del sito Web e al modo in cui potrebbero avere un impatto sui minori. Ciò comporterà un aumento dei costi per le start-up e ritardi nel portare nuove innovazioni sul mercato per tutti gli utenti.

La legge richiede anche requisiti di verifica dell'identità e dell'età più severi per i minori. Ciò comporterebbe probabilmente la raccolta e l'archiviazione di informazioni e documentazione sull'identità sensibili. Con la minaccia sempre presente di attacchi informatici che hanno compromesso i server anche dei principali colossi tecnologici e governi del mondo esponendo i dati personali sensibili di milioni di utenti agli hacker, costringere le aziende indipendentemente dalle dimensioni e dalle risorse a raccogliere e archiviare tali contenuti è un enorme rischio privacy per coloro che la legge pretende di proteggere. Queste aziende, che differiscono per standard e capacità di protezione dei dati, diventerebbero obiettivi redditizi per gli hacker.

Le notizie, come le recenti campagne pubblicitarie di Balenciaga, che apparentemente mostrano bambini con orsacchiotti in tenuta da bondage, e gli studi interni che collegano l'uso di Instagram all'autolesionismo e ai problemi di immagine di sé per gli adolescenti, sollevano giustamente preoccupazioni sulla protezione dei minori online.

Ma leggi mirate su questi problemi e danni concreti, accompagnate da una migliore istruzione per consentire ai minori di navigare nel mondo online, sarebbero di gran lunga preferibili e vantaggiose per loro rispetto a una legislazione radicale che infantilizza gli adolescenti, sopprime la parola, compromette la privacy e rischia di rendere Internet meno funzionale per tutti.

Originariamente pubblicato qui

Il Festivus 'Airing of Grievances' è stato realizzato per il Canada

Nelle parole immortali di Frank Costanza: "Abbiamo un sacco di problemi con voi, e ora ne sentirete parlare"

Con le restrizioni dovute alla pandemia completamente alle nostre spalle, questa stagione delle vacanze è la prima dal 2019 in cui la vita sta ricominciando a sembrare normale. I canadesi da costa a costa fanno di nuovo shopping, organizzano incontri con la famiglia e gli amici e portano avanti le tradizioni natalizie della loro famiglia.

Una tradizione davvero speciale è Festivus. Festivus è stato inventato negli anni '60 dal padre di Dan O'Keefe, uno scrittore per la commedia di successo degli anni '90 Seinfeld, ed è diventato una tradizione della famiglia O'Keefe. In un episodio di Seinfeld del dicembre 1997, il burbero capo dello spettacolo, Frank Costanza, padre di George, ha presentato la vacanza al mondo.

Celebrata ogni 23 dicembre, questa strana festa di solito prevede un palo di alluminio disadorno (per sottolineare le sue origini anti-commercialistiche), una cena di famiglia Festivus, prove di forza e l'immancabile "Messa in onda delle lamentele", in cui, dopo cena, ogni membro della famiglia spiega come tutti gli altri li hanno delusi nell'ultimo anno.

Bene, parlando a nome dei consumatori canadesi, rivolgendo i miei sentimenti ai nostri funzionari pubblici e prendendo in prestito le parole immortali di Frank Costanza: "Abbiamo avuto molti problemi con voi gente, e ora ne sentirete parlare".

I canadesi che viaggiano fuori dal paese questo Festivus potrebbero essere scioccati nell'apprendere che siamo ancora razione voli da molti paesi in tutto il mondo. Per qualche strana ragione, e con l'eccezione di 24 paesi e dell'Unione Europea, il numero di voli autorizzati ad arrivare in Canada da una destinazione internazionale è deciso arbitrariamente dal governo federale. In un mondo moderno e globalizzato, questo è inaccettabile. Gli aeroporti canadesi e le compagnie aeree internazionali dovrebbero essere in grado di negoziare e assegnare i voli in base alla domanda, piuttosto che al decreto. Se un approccio basato sul mercato è abbastanza buono per 24 paesi più l'Europa, perché non è abbastanza buono per tutti i paesi? Dovremmo lasciare che il mercato, cioè i canadesi, determini dove vogliono viaggiare, quanto spesso e con quale vettore.

Se hai intenzione di goderti una bevanda alcolica durante le vacanze o in qualsiasi altro periodo dell'anno, anche tu hai delle lamentele. Quelli grandi. La maggior parte dei canadesi non se ne rende conto il 1° aprile di ogni anno, non è uno scherzo! — l'accisa su tutti gli alcolici aumenta automaticamente, essendo stata indicizzata per legge all'inflazione. Senza voto in parlamento, questa "tassa mobile" dovrebbe aumentare del 6,3%. 2023. Aggiungi questo aumento fiscale programmato al fatto che le tasse da sole rappresentano circa la metà del prezzo della birra, il 65% del prezzo del vino e il 75% del prezzo degli alcolici e la tua bevanda preferita potrebbe lasciare un sapore aspro nella tua bocca.

Per aggiungere la beffa al danno, se consumi più di due drink a settimana, ora potresti essere considerato un "bevitore problematico". Sì, secondo per il Centro canadese per l'uso di sostanze e le dipendenze (CCSA) finanziato dal governo federale, qualcosa di più di due birre in un periodo di sette giorni è motivo di preoccupazione. Questo è il pugno uno-due del crescente stato balia: aumentare le tasse senza pietà e poi far vergognare i consumatori per quello che quasi ogni altra giurisdizione del mondo considera il consumo di alcol a basso rischio.

Infine, se una delle tue ricette preferite per le feste include uova, latte, pollo o tacchino (e quante no?), sappi che paghi tasse nascoste su questi articoli a causa della "gestione dell'approvvigionamento", il nostro sistema arcaico di quote di produzione e tariffe sulle importazioni che limita in modo significativo l'offerta, frena la concorrenza e garantisce prezzi elevati delle materie prime gestite dall'offerta. La ricerca peer-reviewed mostra che la gestione dell'offerta aggiunge verso l'alto di $500 alla bolletta della spesa della famiglia media ogni anno, spingendo tra 133.000 e 189.000 canadesi al di sotto della soglia di povertà. Con l'inflazione complessiva ai massimi da 40 anni, ora sarebbe il momento perfetto per sbarazzarsene una volta per tutte.

Questo è tutto per le lamentele di quest'anno, anche se solo perché lo spazio è limitato: e potrebbe alcunicorpo là fuori puhlease fare qualcosa al riguardo! Buon Natale e buone feste a tutti. E un felice Festivus per il resto di noi!

Originariamente pubblicato qui

Orban vuole costringere i medici privati a lavorare per lo Stato

 

L'ultimo decennio ci ha insegnato che il governo autoproclamato conservatore nazionale ha poco rispetto per i valori conservatori. Ha tentato di nazionalizzare i fondi pensione privati e di introdurre limiti di prezzo che portano a carenze. E ora passano all'assistenza sanitaria. 

Il sito web del governo ungherese ha rivelato quella che pensano sia la soluzione ai problemi dell'assistenza sanitaria statale. Il governo vuole costringere ogni medico a lavorare almeno venti ore al mese nel sistema sanitario pubblico. In caso contrario, i loro permessi non sarebbero concessi. I medici che ora lavorano solo in cliniche private potrebbero dover riprogrammare il proprio carico di lavoro e l'orario di lavoro. La proposta menziona anche che i medici possono essere costretti a svolgere i loro compiti in ospedali statali diversi da quelli di stanza, il che potrebbe significare spostamenti fino a tre ore al giorno.

L'intenzione è quella di salvare il sistema pubblico. Tuttavia, la decisione probabilmente si ritorcerà contro. Genererà un significativo esodo principalmente di giovani professionisti medici, portando a una maggiore erosione dell'assistenza sanitaria pubblica ea un minor numero di studenti di medicina disposti a rimanere in Ungheria.

Sin dalla transizione economica e politica del 1990, la sanità è stata uno dei punti deboli di ogni governo. È stato trattato con leggerezza e spesso messo da parte. È interessante notare che è stato Fidesz che avrebbe potuto beneficiare di un perno della riforma sanitaria più di un decennio fa. L'ascesa del governo Fidesz alla maggioranza assoluta nel 2010 è stata in parte dovuta alla sua campagna elettorale del 2008 e al referendum contro il piano del governo precedente di avere una struttura di partecipazione ai costi di 1 euro. 

Il partito di Orban era ben consapevole dell'atteggiamento della società nei confronti del dover pagare per qualcosa che considerava un diritto avere gratuitamente. La vittoria del referendum a larga maggioranza ha spianato la strada alla schiacciante vittoria di Fidesz ea una maggioranza di due terzi. Per quanto riguarda il sistema sanitario, invece, hanno lentamente smontato il sistema pubblico e non hanno introdotto cambiamenti significativi, il che ha portato a carenze di medici, infermieri e altro personale medico, oltre a lunghe liste di attesa per interventi chirurgici e trattamenti.

Il partito di Orban era ben consapevole dell'atteggiamento della società nei confronti del dover pagare per qualcosa che considerava un diritto avere gratuitamente. La vittoria del referendum a larga maggioranza ha spianato la strada alla schiacciante vittoria di Fidesz ea una maggioranza di due terzi. Per quanto riguarda il sistema sanitario, invece, hanno lentamente smontato il sistema pubblico e non hanno introdotto cambiamenti significativi, il che ha portato a carenze di medici, infermieri e altro personale medico, oltre a lunghe liste di attesa per interventi chirurgici e trattamenti.

“Sono necessarie riforme nel sistema sanitario ungherese. Ma cambiamenti come questo non portano alle conseguenze previste. Di fatto, riportano il Paese indietro nel tempo”.

Tuttavia, nel tempo, le cliniche private sono sorte in tutto il paese, assumendo il compito dello stato riducendo le liste di attesa e, soprattutto, fornendo una buona assistenza sanitaria ai clienti. È diventato un fiorente settore dell'economia. Per quanto riguarda i pazienti, sebbene le persone paghino la loro previdenza sociale allo stato, non ricevono alcun servizio una volta che si rivolgono alle cliniche private.

Qual'è la soluzione? Al momento, è difficile immaginare un sistema interamente privato in Ungheria. Tuttavia, i politici e gli esperti medici dovrebbero impegnarsi in una conversazione su un sistema ibrido che richiederebbe allo stato di consentire la concorrenza e, cosa più importante, invitare le compagnie assicurative a colmare il divario tra consumatori e fornitori di servizi. 

Questa è l'unica opzione per soddisfare sia la professione medica che i pazienti. A lungo termine, uno spostamento verso ospedali più privati e un servizio migliore servirà effettivamente alla salute della società. Mettere i medici in catene non sarà vantaggioso. La grande domanda è: qual è la reale intenzione del governo, in ogni caso? 

Originariamente pubblicato qui

Descrizione
it_ITIT