fbpx

Ignora le storie singhiozzanti dell'azienda e aumenta la tassa sul tabacco, ha detto Putrajaya

PETALING JAYA: Un ex funzionario del ministero della salute ha esortato il governo a ricominciare ad aumentare le tasse sul tabacco, affermando che è il modo più efficace per scoraggiare il fumo.

L'esperto di controllo del tabacco, il dottor Zarihah Mohd Zain, che ha contribuito a elaborare le norme sul fumo in Malesia, ha esortato il governo ad aumentare la tassa di cinque volte.

Ha detto che il governo dovrebbe ignorare le "storie strappalacrime" dei fabbricanti di sigarette. Le società avevano ingannato il governo facendogli non aumentare la tassa sul tabacco negli ultimi cinque anni, al fine di contrastare la vendita di sigarette di contrabbando più economiche, ha detto.

"Se ricominciamo ad aumentare la tassa, porterebbe a un aumento dei prezzi dei prodotti del tabacco, un buon modo per ridurre la domanda dei fumatori", ha detto a FMT.

“Negli ultimi cinque anni in cui il governo non ha aumentato la tassa, è riuscito a risolvere il problema del contrabbando? Niente affatto", ha detto. "In effetti, è proprio così che l'industria del tabacco ha ingannato il governo".

Zarihah ha detto che credeva la causa principale di sigarette del mercato nero è stata la corruzione tra le forze dell'ordine che ha permesso ai prodotti illegali di entrare nel paese.

Ha detto che il governo dovrebbe contemporaneamente porre fine alla vendita di sigarette duty-free e iniziare a indagare sui funzionari delle forze dell'ordine per corruzione.

Zarihah ha affermato che sebbene l'industria del tabacco generi entrate per il paese, il governo è anche gravato dal fatto di coprire i costi dei programmi per smettere di fumare. “Non ne vale la pena. Il governo deve rendersi conto che questo settore è un drenaggio di entrate per la Malesia ", ha affermato.

Il ministro della Sanità Dr Adham Baba ha dichiarato ieri al Dewan Rakyat che il governo potrebbe prendere in considerazione l'utilizzo dei dazi sulle sigarette e sul tabacco per finanziare programmi antifumo. Ha detto che c'erano circa 4,8 milioni di fumatori nel paese, pari a 21% della popolazione.

La Federazione delle associazioni malesi dei consumatori ha accolto con favore l'aumento delle tasse sul tabacco per coprire i costi sanitari, come praticato altrove e raccomandato dall'Organizzazione mondiale della sanità.

“Le tasse raccolte dovrebbero essere utilizzate per fornire programmi per smettere di fumare. La mortalità e le malattie dovute al fumo di tabacco riducono i costi sanitari e la produttività nazionale”, ha affermato il coordinatore del controllo del tabacco di Fomca, Muhammad Sha'ani Abdullah.

Nel luglio di quest'anno, un gruppo globale di difesa dei consumatori, il Consumer Choice Center, ha avvertito che la vendita e l'acquisto di sigarette di contrabbando - che possono costare solo un terzo del prezzo delle cose legali - continueranno a crescere salvo modifiche alle tasse locali sul tabacco.

CCC ha affermato che le sigarette del mercato nero hanno catturato 60% del mercato, soddisfacendo circa 5 milioni di fumatori in Malesia.

Finora un totale di 22.000 fumatori sono stati curati nell'ambito del programma per smettere di fumare e il governo ha speso 2,8 milioni di RM solo l'anno scorso per il programma.

Originariamente pubblicato qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Aggiungi elemento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Descrizione