fbpx

Indice sull’Economia della Condivisione 2023

Introduzione

Nel panorama dinamico della sharing economy, dove innovazione e crescita economica si intersecano con sfide legali e politiche, il Consumer Choice Center presenta il suo quarto indice annuale sulla Sharing Economy. Questa classifica completa, basata su valutazioni di esperti, rapporti annuali, statistiche online e ricerche approfondite, fa luce sull’evoluzione del panorama globale. Vilnius guida il gruppo, seguita da vicino da Buenos Aires, mentre altre città, un tempo in prima linea, sono testimoni di cambiamenti. Gli interventi governativi e la rapida ascesa del fintech svolgono un ruolo fondamentale in queste trasformazioni. Mentre l’economia della condivisione prospera, questo indice consente ai consumatori di navigare tra le diverse offerte, garantendo scelte informate per i loro viaggi e le loro serate.

RIGUARDO IL POLICY PAPER

Abbiamo classificato 60 città in tutto il mondo per aiutare i consumatori a scegliere la destinazione che meglio si adatta alle loro preferenze di sharing economy. Abbiamo esaminato diverse variabili che vanno dal ride-hailing, al car sharing professionale, al car pooling e al flat-sharing, alla condivisione della palestra, alle app di consegna ultraveloce e agli e-scooter. Con le conoscenze fornite dalla nostra classifica, i consumatori possono prevenire inutili disagi o rischi indesiderati durante il loro prossimo viaggio o serata fuori.

La nostra quarta edizione annuale dello Sharing Economy Index perfeziona e aggiorna l’analisi utilizzando valutazioni di esperti, rapporti annuali, statistiche online, notizie che riflettono le informazioni più recenti e la nostra ricerca. Per rappresentare l’importanza del fintech, abbiamo aggiunto al database la variabile dei prestiti peer-to-peer. Abbiamo incluso anche la condivisione della libreria tra servizi in crescita della sharing economy.

Risultati

Il panorama dell’economia della condivisione, valutato da un recente indice, rivela che, sebbene nessuna città abbia ottenuto un punteggio perfetto, Vilnius, in Lituania, è in testa alla classifica con 155 punti su 160. Vilnius si è posizionata come hub dell’economia digitale, come dimostra un’iniziativa privata da 100 milioni di euro per un importante campus tecnologico in Europa. L’Argentina si colloca ai primi posti, ma deve affrontare ostacoli normativi, soprattutto nel settore fintech, a causa delle complicate normative della Banca Centrale.

Madrid vanta un panorama fintech favorevole, ostacolato solo da permessi e tasse specifici per il ride-hailing e il flat-sharing. Belgrado mostra innovazione senza autorizzazione nel ride-hailing, ma è alle prese con complessità normative nei prestiti peer-to-peer. Nonostante tutti i servizi siano disponibili a Londra, la città è trattenuta dal podio e finisce al quinto posto a causa di una combinazione di ostacoli normativi.

Nonostante i miglioramenti complessivi del punteggio, alcune città restano indietro a causa di problemi di sicurezza, tasse e licenze rigorose, in particolare Tallinn, Tbilisi, Città del Messico, Varsavia, Kiev, Atene, Tokyo e Sofia. Queste città sono alle prese con varie sfide, dai servizi di car pooling interrotti a strutture fintech frammentate, che ostacolano i loro progressi nell’adozione e nella regolamentazione dell’economia della condivisione.

Vantaggi per i consumatori

Ci sono diversi vantaggi nello scegliere una delle prime cinque città, come molteplici opzioni convenienti per ride-hailing, car pooling e car sharing, certezza e sicurezza per mutuatari e finanziatori impegnati in scambi peer-to-peer, biblioteche accessibili, palestre frequentabili ovunque in città, la comodità di una consegna ultraveloce e un facile mezzo di trasporto a portata di mano sotto forma di scooter elettrici.

  •   Le prime 5 (e prime dieci) scelte offrono la migliore esperienza in assoluto
  •   In negativo, l’accessibilità è diminuita, come evidenziato dai cambiamenti nei voti per Tallinn, Tbilisi, Città del Messico, Varsavia e Kiev
  •   Una nota positiva è che la disponibilità di servizi di sharing economy ha registrato un aumento complessivo. Molte più città dispongono di app di consegna ultraveloce e di scooter elettrici come mai prima d'ora Giappone e Lussemburgo stanno valutando l'autorizzazione al ride-hailing.

Leggi il rapporto completo

Accedi alla banca dati

Autori

Emil Panzaru

Emil Panzaru

Responsabile della ricerca

Amjad Aun

Amjad Aun

Politico

La sharing economy nei media

Iscriviti oggi

Di tanto in tanto, ti terremo aggiornato sulle nuove e problematiche normative nel tuo paese e sui modi in cui puoi aiutarci a combatterle. Non preoccuparti, essere un membro è sempre gratuito!

Unisciti al movimento

Potrebbe anche interessarti

Descrizione
it_ITIT