fbpx

alessandria ocasio-cortez

Il limite di interesse della carta di credito Sanders, AOC danneggerà solo i consumatori

CONTATTO:
Yael Ossowski
Vicedirettore
Centro di scelta dei consumatori
yael@consumerchoicecenter.org

Il limite di interesse della carta di credito Sanders, AOC danneggerà solo i consumatori

Washington DC - 
Oggi, il senatore Bernie Sanders e la rappresentante degli Stati Uniti Alexandria Ocasio-Cortez lo sono introdurre la legislazione nelle rispettive camere per porre un limite ai tassi di interesse delle carte di credito.

Yaël Ossowski, vicedirettore del Consumer Choice Center (CCC), ha dichiarato: "Questa misura per limitare i tassi di interesse delle carte di credito può essere ben intenzionata, ma alla fine finirà per danneggiare gli americani a basso reddito che hanno un disperato bisogno di accedere al credito".

"Mettendo un limite ai tassi di interesse delle carte di credito, i mutuatari che altrimenti userebbero le carte di credito per pagare le bollette e acquistare generi alimentari per le loro famiglie saranno i primi a uscire dal sistema creditizio", ha affermato Ossowski.

“Le persone che hanno bisogno di accedere e che dipendono dalle carte di credito per coprire le grandi transazioni tra buste paga sono di solito quelle che non possono altrimenti ottenere l'accesso al credito e ai prestiti degli istituti bancari. Se viene superato un limite sui tassi, questi mutuatari saranno espulsi dal mercato delle carte di credito e saranno costretti a contrarre prestiti a tassi esorbitanti con altri mezzi, possibilmente illegali.

“Per fortuna, ci sono legioni di carte di credito e cooperative di credito che possono offrire tassi di interesse bassi o pari a zero ai consumatori come offerte di lancio. Obbligare un limite significherebbe che queste offerte scomparirebbero virtualmente, rendendo ancora più difficile per i meno abbienti permettersi di pagare le bollette.

“Allo stesso tempo, l'estensione del mandato del servizio postale degli Stati Uniti a diventare una banca è solo fonte di guai, specialmente per un servizio governativo che riesce a malapena a realizzare profitti così com'è. È un pio desiderio suggerire che i politici di Washington saranno quelli che rivoluzioneranno le attività bancarie per gli americani comuni.

"Ridurre i tassi di interesse delle carte di credito per i consumatori ordinari è un obiettivo nobile, ma un limite federale farà più male che bene ai consumatori, in particolare le persone che dipendono da queste carte per coprire le loro spese settimanali", ha affermato Ossowski.


***Il vicedirettore del CCC Yaël Ossowski è disponibile a parlare con i media accreditati sulle normative dei consumatori e sui problemi di scelta dei consumatori. Si prega di inviare richieste ai media QUI.***

Il Consumer Choice Center è il gruppo di difesa dei consumatori che sostiene la libertà di stile di vita, l'innovazione, la privacy, la scienza e la scelta dei consumatori. Le principali aree politiche su cui ci concentriamo sono il digitale, la mobilità, lo stile di vita e i beni di consumo e la salute e la scienza.

Il CCC rappresenta i consumatori in oltre 100 paesi in tutto il mondo. Monitoriamo da vicino le tendenze normative a Ottawa, Washington, Bruxelles, Ginevra e altri punti caldi della regolamentazione e informiamo e attiviamo i consumatori a lottare per #ConsumerChoice. Ulteriori informazioni su consumerchoicecenter.org.

Descrizione