fbpx

Scelta nella moda

I consumatori e i produttori di moda sono stati sottoposti a continue pressioni per smettere di utilizzare materiali di origine animale in quanto pericolosi per l'ambiente e insostenibili. Mentre il Consumer Choice Center valorizza i diritti degli animali, il benessere degli animali e la protezione dell'ambiente in quanto tale, questa campagna cerca anche di sfatare alcuni dei miti usati dai gruppi per i diritti degli animali per offuscare i giudizi dei consumatori.

Vari programmi di certificazione, nonché leggi e regolamenti esistenti a tutti i livelli, assicurano che la produzione di materiali di origine animale aderisca agli standard ambientali e di sostenibilità e migliori il benessere degli animali. È nell'interesse di queste aziende assicurare ai propri clienti che tali standard siano rispettati.

Sono stati lanciati molti programmi di certificazione indipendenti per tenere sotto controllo la produzione di origine animale e assicurarsi di individuare la pecora nera.

Il settore dei beni di origine animale sostiene milioni di posti di lavoro in tutto il mondo, tra cui molte popolazioni indigene, artigiani qualificati, ecc. Il commercio incentiva queste comunità indigene e locali che vivono con la fauna selvatica a impegnarsi nella conservazione. L'uso di materiali di origine animale svolge un ruolo fondamentale nella promozione della conservazione degli animali.

Sempre più innovazioni consentono già ai consumatori di passare a prodotti alimentari e articoli di moda senza animali. Allo stesso tempo, è in aumento una tendenza di campagne cariche di emozioni che disinformano i consumatori sul benessere degli animali nei paesi sviluppati. Con le alternative a portata di mano, non c'è motivo di stigmatizzare l'uso della vera pelliccia nella scelta della moda.

Ad esempio, i gruppi per i diritti degli animali, come PETA, si sono espressi nel prendere di mira i marchi utilizzando acrobazie pubblicitarie di alto profilo e spingendo i consumatori a smettere di acquistare materiali di origine animale. Tali campagne sono emotive, motivo per cui il Consumer Choice Center mira a contestare le affermazioni fatte da questi attivisti, utilizzando un approccio basato sull'evidenza.

Nelle prossime settimane e mesi, raccoglieremo maggiori informazioni e argomenti per la scelta nella moda in questa pagina. Fai attenzione agli analisti del Consumer Choice Center che intervengono nel dibattito.

STANDARD E PROGRAMMI DI CERTIFICAZIONE

Hit multimediali

Veganistische of dierlijke mode: Wat is duurzamer?

La modalità veganista è entrata. Un indizio hiervan è la prima settimana della moda vegana, che si terrà a febbraio a Los Angeles in prima mondiale. Maar porta de toenemende populariteit van de trend neemt anche het aantal critiche toe die dierenrechtenativisten juist ervan beschuldigen niet duurzaam genoeg te zijn. I “miti” dei veganistische...

Leggi di più

DIBATTITO: La London Fashion Week sta volgendo al termine, ma il fast fashion resiste al controllo etico?

Bill Wirtz, analista politico senior presso il Consumer Choice Center, dice SÌ. Ogni poche settimane, c'è una nuova ricerca ambientalista per vietare qualcosa che piace ai consumatori. Mentre gli attivisti nel Regno Unito protestano contro il "fast fashion", le loro controparti tedesche gridano contro i SUV, nella speranza che una settimana di...

Leggi di più

Warum Kunstpelze eine Gefahr für das Weltklima sind

Radikale Tierschschützer wie die der Organization Peta verdammen Leder und Pelze. Doch Alternativen aus Kunstfasern haben gravierende Nachteile: Sie sind biologisch nicht abbaubar. Wie entscheidet sich der Verbraucher? Ob Seide, Kaschmir, Leder, Wolle oder Pelz – tierische Modeprodukte werden zunehmend kritisch betrachtet. Designer verzichten auf Pelz, Leute werden wegen ihrer Lederjacke auf der Straße angemacht, […]

Leggi di più

Libertà di scelta anche nella moda

Le campagne animaliste possono essere un rischio per la libertà di scelta del consumatore Che si tratti di seta, cashmere, pelle o pelliccia, i prodotti di moda di derivazione animale sono sempre più al centro dell'attenzione di gruppi animalisti. Le campagne per bandire la pelliccia si sono trasformate in un movimento più ampio contro tutti […]

Leggi di più

C'è qualcosa di sinistro nell'industria della moda vegana

Uno dei nuovi movimenti più eccitanti, secondo me, negli ultimi tempi è stato lo sviluppo del marchio progressista "wake". I marchi si stanno ora trasformando in attori socialmente responsabili che sostengono il tuo diritto a protestare, vogliono affrontare la mascolinità tossica e vogliono creare prelibatezze vegane per la generazione attenta al benessere degli animali. Per il millenario […]

Leggi di più

I divieti controproducenti ostacoleranno, non aiuteranno, l'ascesa dell'abbigliamento vegano

Un paio di anni fa, ho preso la decisione di passare al vegetarianismo e da allora ho fatto un ottimo lavoro nel seguirlo. Ho la fortuna di vivere in una parte del mondo in cui sono disponibili e facilmente accessibili alternative vegetariane, il che rende molto più facile eliminare la carne dalla mia dieta. […]

Leggi di più

Moda vegan vs animal-based: quale è più sostenibile?

Sfatare i “miti” della moda vegan Una settimana fa, il British Consumer Choice Center ha annunciato in un comunicato stampa l'inizio della campagna #CoiceInFashion: “Vogliamo informare i consumatori sui materiali di origine animale e sfatare miti e leggende metropolitane sulla moda vegan moda che viene diffusa da autoproclamati gruppi per i diritti degli animali”. I consumatori sarebbero […]

Leggi di più

Почему запрет натурального меха – не выход

Вместо полного запрета на использование натурального меха гораздо важнее обеспечить эффективный контроль за стандартами его производства (укр.) Сьомого лютого у Верховній Раді зареєстрували законопроект про заборону хутрового виробництва. Il mese di maggio è arrivato al 1 ° mese del 2025, e il momento in cui l'ha fatto è stato il nuovo anno. Standard, одним з ключових аргументів на підтримку […]

Leggi di più

Prima pelliccia, ora lana?

La guerra ai prodotti animali fa male alla conservazione e fa male ai poveri. Che si tratti di seta, cashmere, pelle o pelliccia, i prodotti di moda di origine animale sono sempre più presi di mira dai gruppi di attivisti. Le campagne per vietare le pellicce si sono trasformate in un movimento più ampio contro tutti i prodotti di origine animale. L'organizzazione per i diritti degli animali, PETA (People for the Ethical […]

Leggi di più

König Karl polarisiert auch nach seinem Tod

“Ich finde es besser, wenn sich Leute im Grab umdrehen, als ewig zu ruhen.” Fred Roeder Der plötzliche Tod von Fashion-Ikone Karl Lagerfeld hat Wellen der Bestürzung ausgelöst und der internationalen Presse noch einmal die Möglichkeit gegeben sein buntes Leben und viele seiner prägnantesten Zitate zu präsentieren. Doch nicht jeder zeigte sich bestürzt über das […]

Leggi di più

Los Angeles riceve il BAN Award per aver bandito le pellicce di animali

La città di Los Angeles, in California, riceve il BAN Award di febbraio 2019 per essere stata la più grande municipalità degli Stati Uniti a vietare la vendita di pellicce di animali, privando i consumatori delle scelte di moda e sostenendo una politica che ignora le prove sulla conservazione degli animali. Il divieto dovrebbe entrare in pieno vigore entro il 2021, a meno che il […]

Leggi di più

Sfatare i miti sui materiali di origine animale

UN PRINCIPALE gruppo di consumatori ha reagito contro gli attivisti per i diritti degli animali che hanno incoraggiato i consumatori a smettere di utilizzare materiali di origine animale, sulla base del fatto che sono pericolosi per l'ambiente. Giovedì scorso, il Consumer Choice Center ha lanciato una campagna intitolata #CoiceInFashion, che cerca di informare i consumatori sui materiali di origine animale utilizzati per la moda e […]

Leggi di più

Vegane Mode am Pranger: Dämonisierung tierischer Produkte soll aufhören

Die „Mythen“ veganer Mode sollen entlarvt werden Vor etwa einer Woche verkündigte das britische „Consumer Choice Center“ in einer Pressemeldung den Start der Kampagne #ChoiceInFashion: „Wir möchten die Verbraucher über tierische Material informieren und die Mythen und urbanen Legenden über vegane Mode entlarven, die von selbsternannten Tierschutzgruppen verbreitet werden.“ Die Konsumenten würden einem zunehmenden Druck […]

Leggi di più
Logo Capx

Consenti ai consumatori di fare scelte informate sulla pelliccia

Indossare pellicce sta diventando sempre più un tabù. La questione è sempre più spinosa e alcuni grandi marchi e sfilate di moda hanno deciso di rinunciare del tutto alla pelliccia. Non sono solo le aziende ei consumatori a scegliere di abbandonare la pelliccia. Gli allevamenti di animali da pelliccia sono vietati in molti paesi europei, come Regno Unito, Austria, Repubblica Ceca […]

Leggi di più
Descrizione
it_ITIT