fbpx

New York, Texas Facilita la legge sulla consegna di alcol durante la crisi COVID-19

LA MAGGIOR PARTE DEGLI STATI NON CONSENTE AI CONSUMATORI DI ACQUISTARE ALCOOL ONLINE PER LA CONSEGNA.

In tutto il paese, la legge contro la consegna di alcolici è severa, il che presenta una situazione interessante dato l'isolamento sociale di massa dall'epidemia di COVID-19. 

Secondo il Consumer Choice Center, Arizona, Florida, Hawaii, Nebraska e New Hampshire sono gli unici stati che consentono ai consumatori di acquistare alcolici online e di farselo consegnare a casa. Alabama, Oklahoma e Utah vietano completamente tutte le spedizioni di alcolici. Tutti gli altri stati si trovano nel mezzo in termini di consentire le spedizioni di vino, le spedizioni di alcolici dopo un acquisto in negozio e le spedizioni dalle cantine dello stato. 

"Ora è il momento giusto per considerare di cambiare queste leggi e consentire ai consumatori di ricevere alcolici a casa proprio come qualsiasi altro prodotto", ha affermato Yaël Ossowski, vicedirettore del Consumer Choice Center, in un post sul sito web dell'organizzazione. 

A New York, che ora guida il paese per numero di casi di COVID-19, la State Liquor Authority ha annunciato un cambiamento nella legge in cui ristoranti e bar possono vendere vino e liquori da asporto o a domicilio, ma il consumatore deve anche acquistare cibo . Il cambiamento aveva lo scopo di supportare i ristoranti che stanno affrontando un calo delle vendite a causa della chiusura delle sale da pranzo in tutto lo stato. Ristoranti e bar di New York erano già autorizzati a vendere birra da asporto o consegna a domicilio. 

Seguendo l'esempio di New York, il governatore Greg Abbott ha annunciato mercoledì una deroga per consentire a ristoranti e bar di consegnare birra, vino e bevande miste con l'acquisto di cibo. Ha anche detto alla Texas Alcoholic Beverage Commission di consentire alle aziende di rivendere prodotti non aperti a produttori, grossisti e rivenditori. 

In Ohio, nessuna legge è cambiata, ma ristoranti e bar sono stati autorizzati a restituire i liquori ad alta gradazione non aperti acquistati negli ultimi 30 giorni. Lo stesso vale per le aziende che hanno dovuto annullare gli eventi tra il 12 marzo e il 6 aprile. Se il divieto di raccolta in Ohio continua oltre il 6 aprile, l'organismo di regolamentazione dell'Ohio continuerà a consentire la restituzione del prodotto non aperto. 

Più della metà degli stati ha aree di ristorazione chiuse e ristoranti e bar limitati da asporto e consegna. All'inizio della settimana, il presidente Donald Trump ha raccomandato alle persone di non riunirsi in gruppi di più di 10 persone. Nel frattempo, i ristoranti a livello nazionale hanno visto crollare le vendite e alcune organizzazioni di servizi di ristorazione hanno chiesto all'amministrazione uno sgravio finanziario. 

Originariamente pubblicato qui.


Il Consumer Choice Center è il gruppo di difesa dei consumatori che sostiene la libertà di stile di vita, l'innovazione, la privacy, la scienza e la scelta dei consumatori. Le principali aree politiche su cui ci concentriamo sono il digitale, la mobilità, lo stile di vita e i beni di consumo e la salute e la scienza.

Il CCC rappresenta i consumatori in oltre 100 paesi in tutto il mondo. Monitoriamo da vicino le tendenze normative a Ottawa, Washington, Bruxelles, Ginevra e altri punti caldi della regolamentazione e informiamo e attiviamo i consumatori a lottare per #ConsumerChoice. Ulteriori informazioni su consumerchoicecenter.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Aggiungi elemento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Descrizione