fbpx

I rappresentanti commerciali dell'Unione europea e degli Stati Uniti si incontrano oggi per discutere la portata dei colloqui commerciali UE-USA. Gli Stati Uniti chiedono un'apertura delle relazioni commerciali sul cibo, mentre l'Unione Europea vuole evitare l'introduzione di dazi sulle automobili.

In risposta, Bill Wirtz, analista politico presso il Consumer Choice Center (CCC), ha sostenuto che qui si può trovare un facile compromesso:

“La domanda essenziale è: perché non possiamo avere entrambi? Il libero scambio di prodotti alimentari significa più scelta e cibo di migliore qualità per i consumatori europei, e il libero scambio di automobili significherà più scelta e migliore qualità per i consumatori americani. L'obiettivo dovrebbe essere quello di portare le barriere tariffarie e non tariffarie al minimo assoluto, idealmente a zero", ha affermato Wirtz.

“Alcuni leader dell'UE, tra cui il presidente francese Emmanuel Macron, si schierano a favore del protezionismo sul cibo, per corteggiare il voto del settore agricolo. Questo è il pensiero economico a breve termine e danneggia i consumatori. Il protezionismo è stato intellettualmente in bancarotta per secoli, ed è ora che lo ammettiamo”, ha detto Wirtz.

“Non sappiamo cosa riserva il futuro. Forse i ruoli si invertiranno tra un paio d'anni ei consumatori desidereranno ardentemente il cibo europeo e le auto americane. In ogni caso, non dovrebbe essere compito di questi rappresentanti commerciali restringere la scelta del consumatore. L'Unione europea loda i vantaggi che il libero scambio ha avuto per questo continente. Non dovrebbe essere diverso per chi attraversa l'Atlantico”, ha concluso Wirtz.

Condividere

Seguire:

Altri post

Iscriviti alla nostra Newsletter

Descrizione
it_ITIT