fbpx

Quando gli utenti iPhone vedono apparire una bolla verde nei loro messaggi di testo, questo ha un modo di offuscare l'esperienza. Le reazioni emoji, le videochiamate FaceTime o anche le immagini di alta qualità tramite WiFi vengono immediatamente interrotte quando un utente Android con la bolla verde entra in un thread di gruppo. 

Questa è la realtà del protocollo iMessage di Apple, l'app di messaggistica predefinita per i suoi utenti. Questi consumatori godono della crittografia end-to-end, della condivisione di immagini di alta qualità e di una gamma completa di emoji e reazioni ai messaggi, il tutto in ordinate bolle di chat blu. Gli utenti Android che inviano messaggi all'iPhone, tuttavia, ricevono i loro messaggi tramite il protocollo SMS limitato senza nessuna di queste funzionalità, producendo le bolle verdi che potresti vedere nelle tue chat. 

Invece di utilizzare app di messaggistica crittografate in modo simile come WhatsApp, Signal o Telegram, che rimangono più popolari all’estero, oltre 125 milioni di americani sono collegati all’ecosistema iPhone. Non c'è da meravigliarsi, quindi, che esista una pressione sociale per gli utenti non Apple, in particolare gli adolescenti, che preferiscono iMessage rispetto ai suoi concorrenti. 

Per risolvere questo problema, sviluppatori innovativi hanno creato app Android per aggirare le rigorose norme di Apple "giardino recintato." Alcune app offrono server di inoltro di terze parti in esecuzione su computer Mac, consentendo agli utenti Android di comunicare su iMessage violando la crittografia proprietaria di Apple. 

L'azienda Beeper ha trovato il modo di farlo reverse-engineering Il protocollo di iMessage senza relè, offre agli utenti Android una connessione diretta con i server Apple e tutti gli iPhone. L'applicazione rapidamente diventare popolare sui dispositivi Android, ma Apple se ne è accorta presto. 

A dicembre, Beeper annunciato abbandonerebbe il servizio dopo che Apple avrebbe apportato modifiche al protocollo che avrebbero bloccato la soluzione alternativa dell'app. È un ciclo tipico per una startup innovativa che cerca di rivoluzionare un settore. 

Ma poi sono arrivati i politici.  

Quella stessa settimana, un gruppo bipartisan di senatori e membri del Congresso, tra cui i nemici della Big Tech, il senatore Mike Lee dello Utah e Amy Klobuchar del Minnesota, inviato una lettera al Dipartimento di Giustizia chiedendo un'indagine antitrust contro Apple. La loro lettera affermava che il blocco di fatto di Apple sulla soluzione alternativa di Beeper “danneggia la concorrenza” ed “elimina le scelte per i consumatori”.  

Lunedì, il presidente della FCC Brendan Carr ha chiamato la sua agenzia per indagare sull'iMessage di Apple basato su Parte 14 delle regole della commissione in materia di accessibilità, usabilità e compatibilità. Carr sostiene che l'esperienza iMessage danneggia i consumatori con disabilità che potrebbero non essere in grado di leggere le bolle verdi a "basso contrasto" provenienti dagli utenti Android. 

A questo si aggiunge l’elenco crescente di rimostranze mosse da Washington contro le aziende tecnologiche americane. 

È davvero questa una situazione che merita l'intervento del regolatore nazionale delle telecomunicazioni e dei falchi antitrust al Congresso?  

Esistono soluzioni di mercato significative a disposizione dei consumatori. Mentre Apple difende il suo protocollo iMessage, la società si è anche impegnata ad aggiornare il modo in cui la sua tecnologia interagisce con i dispositivi non Apple. 

Questo mese, Apple annunciato presto aggiornerà la sua messaggistica SMS e MMS al cosiddetto protocollo RCS (Rich Communications Services), consentendo più caratteristiche e funzionalità multimediali con altri dispositivi che si avvicinano molto all'esperienza iMessage. 

Tuttavia, è improbabile che ciò metta a tacere i critici di Apple, perché si tratta di molto più che semplici fumetti blu e verdi. 

UN numero crescente dei funzionari pubblici e delle forze dell'ordine sostengono la messa al bando del tutto della crittografia dei messaggi, che iMessage utilizza per impostazione predefinita. L'FBI l'ha già fatto ha combattuto Apple numerose volte oltre il suo protocollo di crittografia e tenta regolarmente di violarlo. 

Lo stesso vale per le aziende rivali che si affidano all'App Store di Apple per consegnare i propri prodotti agli utenti Apple. 

Nel 2020, il produttore di videogiochi Epic Games citato in giudizio Apple e ha ottenuto una vittoria parziale, classificando la gestione del suo App Store da parte di Apple come “anticoncorrenziale”. Nel 2023, Damus, un'app per iPhone per il protocollo di messaggistica decentralizzata noto come Nostr, rivelato Apple minacciava di rimuovere la propria app se avesse consentito agli utenti di effettuare Pagamenti in Bitcoin per i contenuti invece di Apple Pay. 

Allo stesso tempo, il Dipartimento di Giustizia lo è probabilmente emettere una vasta causa antitrust contro l’azienda, con l’obiettivo di spezzare le integrazioni hardware e software che Apple ha reso così centrali nel suo ecosistema di prodotti. Apple sta combattendo una guerra su più fronti e non tutti i nuovi conflitti si sono aperti in buona fede. 

I concorrenti di Apple e il governo federale sembrano essere pronti a rompere l'intera esperienza dell'utente Apple.  

Apple afferma che il suo approccio "walled garden" esiste per aggiungere semplicità e sicurezza ai suoi utenti, e immagino che la maggior parte dei consumatori con iPhone sarebbe d'accordo. Apple ha creato questo giardino e i consumatori lo frequentano perché vi trovano valore. È ovvio che per gli sviluppatori esterni e per i concorrenti di Apple, il giardino recintato è una spina nel fianco. 

Si tratta di problemi reali che hanno un impatto sui consumatori e meritano di essere affrontati. Tuttavia, dobbiamo fare distinzioni tra i problemi che sono semplicemente conflitti tra aziende rivali che competono per i consumatori e quelli che richiedono l'intervento del governo a nome dei consumatori.  

I costi di cambio e i compromessi per gli utenti americani di iPhone non valgono la pena. E a questo nulla sarà o dovrà essere posto rimedio mediante decreto o legislazione dell'agenzia. La FCC starebbe semplicemente manifestando una soluzione alla ricerca di un problema quando si tratta di chat bubble. 

Se gli Stati Uniti vogliono rimanere competitivi su scala globale, abbiamo bisogno che le nostre agenzie di regolamentazione si concentrino sul chiamare ball e strike per garantire equità e competitività, e non dettare il protocollo di chat tra gli utenti Android e Apple. 

Aprire il vaso di Pandora del governo intromettendosi in una tecnologia di nicchia, sia nel newsfeed che nell'app di chat, sarebbe un passo troppo lontano. Sarebbe molto più un problema di quanto ne valga la pena. 

Originariamente pubblicato qui

Condividere

Seguire:

Altri post

Iscriviti alla nostra Newsletter

Descrizione
it_ITIT