fbpx

Libero scambio e mondo dei consumatori

Nell'era della modernizzazione, non tutti i prodotti possono soddisfare il proprio consumatore e non tutti i consumatori si sentono ascoltati. L'attivismo pro-consumatore è un problema al centro della generazione dei millennial e un modo unico per consentire alla creatività dell'innovazione di raggiungere le mani di clienti volenterosi. 

Il centro di scelta del consumatore sostiene a nome della libertà e dell'innovazione dello stile di vita, per garantire che la politica tenga conto della scelta dei consumatori.

Scopri di più su dove manca la voce del consumatore e su come assicurarti che venga ascoltata.

Ascolta qui o trovaci sulla tua app di podcast preferita.

#80 Great.com parla con... Il Consumer Choice Center

Durante le manifestazioni anti-Uber di Berlino, un piccolo collettivo di attivisti ha organizzato una mini-protesta per sostenere l'ingegnosità di Uber e mostrare solidarietà per la sua visione innovativa. Lentamente, alcune altre persone si sono unite alla loro contro-protesta, stabilendo la loro convinzione che i consumatori non vengono presi in considerazione. In questa puntata abbiamo parlato con Yael Ossowski, vicedirettore di Centro di scelta dei consumatori, un'organizzazione di base che lotta per i diritti dei consumatori di tutti i giorni.

Il coinvolgimento del Consumer Choice Center si basa su risorse, comprensione e interesse più ampio

Con così tanti problemi di divisione che affliggono la società odierna, bisogna scegliere per cosa vale la pena lottare e come farlo. Il collegamento alle richieste politiche guidate dai consumatori come la modernizzazione dell'alcol, gli accordi di libero scambio e la legalizzazione della cannabis, tra gli altri, distoglie l'attenzione dal business e la riporta all'utente. Yael Ossowski spiega che la riduzione dei monopoli di stato consentirà ai cittadini di avere più potere d'acquisto nelle loro interazioni con le economie locali e internazionali.

Ascoltare il intera intervista per scoprire come puoi essere coinvolto nella lotta verso un consumatore prioritario. Puoi anche iscriverti a Radio scelta dai consumatori che ha un nuovo spettacolo ogni settimana e iscriviti per essere un membro. Molti consumatori sentono che la loro agenzia è stata ripristinata sapendo che i loro diritti sono combattuti in tutto il mondo.


Trascrizione dell'episodio

[00:00:00] 

Ogni giorno io e te veniamo bombardati da notizie negative. E proprio come i nostri corpi diventano ciò che mangiamo, le nostre menti diventano le informazioni che consumiamo. Se vuoi rimanere positivo, è così importante che ascolti anche le storie che ti ispirano e ti sollevano in questo podcast. Abbiamo intervistato i maggiori esperti dedicati a risolvere i problemi più urgenti del mondo. E se resti nei paraggi, ti prometto che non solo sarai informato come se guardassi il telegiornale, ma sarai sollevato, ispirato e io sono più energia positiva nella tua vita. Benvenuto nei colloqui con great.com. 

[00:00:44] 

Ciao e benvenuto. Oggi great.com parla con Yael Ossowski, che è il vicedirettore di Consumer Choice Center.org, e se non ne hai mai sentito parlare prima, sono un movimento di base globale per la scelta dei consumatori. E se non l'hai già fatto, vorrai assolutamente iscriverti su YouTube o sulla tua app per i podcast, perché oggi parleremo di molti argomenti diversi, da come migliorare la tecnologia per i consumatori alla modernizzazione dell'alcol , forse anche alla regolamentazione della cannabis, a seconda di quanto possiamo fare in 20 minuti. Ma sono davvero entusiasta di parlare con Yael oggi. Allora Yael. Ehi, grazie. Ben arrivato. Grazie per aver dedicato del tempo a parlare con noi qui. Grazie molte. Voglio dire, è un piacere esserci. Destra. Allora, cos'è il Consumer Choice Center? Qual'e 'il tuo scopo? 

[00:01:39] 

Consumer Choice Dinner è stata un'idea di molti di noi che erano stati nell'attivismo studentesco per molti anni, alcuni di noi erano nel giornalismo, alcuni di noi erano economisti, o alcuni di noi si occupavano un po' di regolamentazione politica. E abbiamo visto che c'era una sorta di mossa crescente contro le fantastiche innovazioni che stavano accadendo. E la nostra storia di origine risale alle proteste dei taxi a Berlino per l'app Uber molti anni fa. E l'idea era che l'invenzione di Uber e di Uber scatenato per le strade di Berlino e in tutta la Germania stesse mettendo immediatamente i tassisti senza lavoro e quindi doveva essere fermato. Questa era la narrativa dominante sui giornali e nella maggior parte dei discorsi dei politici. Ma in realtà non c'era alcuna concentrazione sulle persone di cui Uber ha beneficiato di più, che erano normali consumatori, tu o io, o chiunque abbia mai scaricato l'app o l'abbia usata. E ancora, non deve essere Uber. Può essere Lyft negli Stati Uniti o abbiamo Bolt in Estonia e in tutta l'UE. Ed è allora che volevamo davvero alzarci in piedi. Quindi alcuni dei miei colleghi hanno messo insieme cartelli, messo insieme una piccola e simpatica mini protesta e affermando che il monopolio dei taxi è così ieri e affermando che i consumatori adorano davvero avere queste innovazioni. E ha raccolto molta copertura mediatica ed è stato messo in onda sui notiziari tedeschi. E all'improvviso solo un gruppo di ragazzini con cartelli e slogan è stato in grado di cambiare un po' il dibattito in Germania sull'innovazione tecnologica. 

[00:03:17] 

E poi abbiamo iniziato a pensare a questo problema quando si tratta di molte altre innovazioni diverse. E pensiamo ad Airbnb, per esempio, e pensiamo alle persone che possono affittare le loro case. Abbiamo iniziato a pensare a quando si tratta di modernizzazione dell'alcol, quando si tratta di tassazione generale su cose che piacciono a te o a me. E abbiamo iniziato a vedere che c'è spazio in quest'area per le persone che vorrebbero difendere i consumatori, in particolare i millennial, che in realtà apprezzano davvero le grandi innovazioni. Ci sono ovviamente molte cose a cui teniamo e vogliamo assicurarci che ci siano regolamenti intelligenti. Ma dobbiamo anche assicurarci che le prossime grandi innovazioni che miglioreranno le nostre vite e le miglioreranno possano entrare in vigore. Ecco perché ci concentriamo molto sulla salute e sulla scienza, in particolare su molte cose intorno alle tariffe su cose come i medicinali, aumentando la concorrenza anche quando si tratta di assistenza sanitaria, penso sia molto importante in molte situazioni diverse. Quindi l'abbiamo semplicemente messa insieme come un'idea, abbiamo iniziato con solo un paio di persone. E ora copriamo gli Stati Uniti, l'Unione Europea, parti del Sud America, e abbiamo colleghi in Indonesia e persone che lavorano anche in Malesia. Quindi molto ora, uno sforzo globale, molti diversi problemi dei consumatori, non il tuo normale gruppo di consumatori, direi, ma siamo stati in grado di crescere e avere successo. E ora è molto divertente fare quello che stiamo facendo, sai, farlo come lavoro. 

[00:04:39]

Oh. È così bello con l'idea di protestare per l'innovazione. Quindi aiutami a capire chi sta finanziando questo? Da dove vengono i soldi? Qual è l'incentivo per voi ragazzi a farlo, tranne una cosa, per portare questi prodotti sul mercato? 

[00:05:00] 

Sì, voglio dire, è stato molto difficile all'inizio a causa delle diverse aree. Sai, veniamo dal modello senza scopo di lucro cinque uno vedi tre Stati Uniti in cui hai a che fare con molti contributori privati, persone a cui potrebbe piacere o molte fondazioni a cui generalmente potrebbe piacere il lavoro che fai. Quindi abbiamo iniziato a farlo. Si è rivelato un po 'di successo. E poi quando abbiamo iniziato a crescere, abbiamo iniziato a vedere che in realtà c'erano molte partnership che potevamo stabilire con associazioni o altre fondazioni. Quindi è iniziato davvero come un progetto per animali domestici. Ho detto che molti di noi erano studenti attivisti. Sai, stavamo formando i giovani principalmente su questioni liberali classiche, dall'economia alle politiche sociali. Ed è stato in un certo senso che abbiamo iniziato a creare slancio e poi siamo stati in grado di avere delle ottime collaborazioni. Quindi ora abbiamo una base di membri in crescita di persone che si iscrivono. Abbiamo diverse associazioni e aziende che ci hanno dato anche. Per noi la missione è sempre stata molto chiara. Non siamo lì per sostenere i monopoli. Non siamo lì per supportare aziende specifiche. Riguarda il principio. E molto deriva dall'idea di molti economisti degli anni '70 e '80. Sai, non si tratta di essere a favore degli affari. Questo è in realtà l'atteggiamento terribile che le persone devono avere. Devi essere pro-consumatore. E il modo per essere il miglior attivista pro consumatore è assicurarsi che il campo di gioco sia molto uniforme e che permettiamo all'innovazione di emergere. Quindi collaboriamo con molti grandi gruppi. Ne abbiamo molti sul nostro sito web. Dipende dal Paese. Dipende dalle cose che stiamo facendo. Ma. Nel complesso, siamo molto felici di poterlo fare come iniziativa privata e speriamo di crescere per il futuro. 

[00:06:45] 

Posso immaginare che ci siano molti esempi moderni di Uber e che ci siano tanti argomenti diversi in cui potresti essere potenzialmente coinvolto. Quindi come stai ragionando lì? Stai mettendo tutte le uova nello stesso paniere o cerchi di essere coinvolto in tutti questi argomenti? Come scegli l'argomento? 

[00:07:04] 

Sì, è una domanda importante. E dipende davvero da a) dove sono le nostre risorse, b) dalla nostra comprensione dell'argomento ec) solo da un interesse molto più ampio. Ci sono molte cose diverse che sono molto presenti, necessarie e importanti, diciamo, nell'Unione Europea che non sono assolutamente preoccupanti negli Stati Uniti o in Canada. Quindi in particolare il Canada, userò un esempio. È una nazione in cui sono nato. Il nostro collega, David Clements, il nostro responsabile degli affari per il Nord America, lavora lì. E sono molte diverse questioni canadesi. Ci sono cose come i sussidi agricoli e la gestione delle forniture. E questo è qualcosa che è un problema urgente per i consumatori canadesi perché aumenta il prezzo delle bollette della spesa in generale. Ed è solo qualcosa a cui ci siamo attenuti. E David ha scritto documenti su di esso. Ha testimoniato e i governi, qualcosa come la questione della cannabis, è qualcosa che è molto urgente. E davvero come cerchiamo di scegliere è dove sappiamo di poter essere efficaci? Dove sappiamo che manca la voce del consumatore? Penso che sia molto importante. E penso che il dibattito sulla cannabis sulla legalizzazione, sulla regolamentazione, sulle differenze tra CBD e canapa e THC, mancasse la voce dei consumatori. Non c'era. Quindi spesso sentiamo parlare del modo per legalizzare la cannabis, sia solo da vecchi attivisti tradizionali o da diversi gruppi che si opporrebbero, e non necessariamente per i consumatori che si preoccuperanno di qual è la percentuale di THC, qual è la percentuale di CBD, quali sono le regole sull'etichettatura, quali sono le regole sulla possibilità di avere negozi diversi nelle diverse giurisdizioni? E penso che questi siano i tipi di domande che iniziamo a porre ogni volta che ci avviciniamo a un argomento e su cui avremo un grande impatto. 

[00:08:47] 

Si combina con il nostro impatto sui media essendo in grado di inserire le nostre pubblicazioni e i nostri articoli in articoli di notizie tradizionali in varie lingue. Penso che sia importante. Penso che essendo in grado di collaborare con gruppi diversi, abbiamo anche molte organizzazioni diverse che lo sono, le chiameremmo gruppi di pressione o gruppi di attivisti con cui lavoriamo su varie questioni, che si tratti di compagnie aeree e di garantire voli economici o di cercare di difendere l'agricoltura moderna . Ci sono molti gruppi diversi che stanno già facendo questo lavoro. Quindi quello che facciamo è effettivamente collaborare con loro e cercare di rappresentare la voce dei consumatori che vogliono quel tipo di innovazione. Quindi cambia di giorno in giorno, ma conta anche molto per il nostro staff e cosa siamo in grado di fare e cosa ci interessa e cosa siamo in grado di spingere. Quindi questa è sempre una considerazione molto importante. 

[00:09:37] 

Prima di questa intervista hai detto di avere un interesse per la tecnologia. Quindi cosa stai cercando di realizzare lì per avvantaggiare i consumatori, i consumatori a questo punto? 

[00:09:46] 

Sì, penso che molte delle conversazioni in corso sulla tecnologia e la relativa regolamentazione si siano concentrate specificamente nell'Unione Europea e negli Stati Uniti. Se iniziamo con l'UE, c'è molta attenzione sulla creazione di Google o Facebook o Apple europei o qualsiasi altra cosa, e si tratta sempre solo di cercare di capire come essenzialmente tassare o abbattere le società americane e non necessariamente nel creare lo stesso buoni incentivi che consentirebbero l'esistenza di qualsiasi altro concorrente di queste società. Se guardiamo solo a molte delle barriere che vengono messe insieme da vari parlamentari a Bruxelles o alla Commissione europea, e concesso, questo non è qualcosa a cui la maggior parte dei consumatori pensa, si concentra o conosce necessariamente, perché la maggior parte dei nostri media nazionali in L'Europa non si concentra su di esso. Penso che sia qualcosa che non è stato realmente detto. Ecco perché uso prima l'esempio dell'Estonia. È un paese che sta facendo grandi cose per l'innovazione. Il programma di residenza è fantastico. La quantità di capitale che hanno effettivamente collaborato con molti investitori diversi da tutto il mondo per cercare di mettere insieme aziende e grandi investimenti. Ci sono così tante grandi cose che ne sono venute fuori. Possiamo solo pensare ad aziende come TransferWise. E in Svezia, ovviamente ci sono cose come Spotify che stanno facendo un ottimo lavoro e stanno crescendo in tutto il mondo. Penso che sia un problema negli Stati Uniti. Lì tutto diventa politico. Sono cresciuto negli Stati Uniti, quindi so come vanno le cose ora e tutto si trasforma in una specie di sparring match sinistra-destra. E sembra che le aziende tecnologiche in questo momento non ignorino molto la politica, ma in un certo senso si sono affiancate alla politica e ora è tutto mescolato. 

[00:11:32] 

Quindi, che si tratti di Twitter o Facebook o di una qualsiasi di queste società, ora ci sono enormi considerazioni. Se un'azienda desidera forse eliminare un particolare articolo di notizie o rimuovere una certa personalità, sarà molto problematico. E penso che dove molte persone sbagliano sia che vanno in pensione completa e dicono, beh, ecco perché dobbiamo smantellare queste società, ecco perché dobbiamo assicurarci che non possano mai conservare i dati X o Y. Ma non chiediamo mai, perché queste aziende sono così grandi, perché queste aziende sono così innovative? È perché i consumatori li adorano. Sono stati in grado di usarli. Tutti abbiamo le nostre lamentele. Tutti noi abbiamo il nostro genere di storie da raccontare sui social media o sulla pubblicità mirata. Ma queste cose offrono grandi dividendi per i consumatori. So che hanno migliorato la vita di molte persone che rendono le cose molto più facili, specialmente durante la pandemia. Molte persone che vivono in altri paesi ora sono in grado di connettersi con gli altri. Voglio dire, questo è qualcosa che non era possibile molti anni fa, nemmeno 10, 15 anni fa. Sì. Avevi Skype, anch'esso un'invenzione estone, ma non avevi tutti i fantastici software video che abbiamo adesso e tutto il resto. E penso che ci si concentri troppo su come facciamo a rompere questi ragazzi? Come ci assicuriamo che possano ridimensionarsi? E si tratta davvero di vantaggi per i consumatori? E penso che nel complesso, se lo guardi, lo sono e hanno le opzioni per usare alternative. Ed è qualcosa di cui siamo molto, molto appassionati perché non siamo lì per supportare, ancora una volta, un'azienda o un servizio. Si tratta di tutelare il diritto dei consumatori ad avere la possibilità di scegliere. 

[00:13:05] 

E questo ha molto senso. Quindi, se avessi una bacchetta magica, puoi farla oscillare e cambiare una politica a vantaggio dei consumatori, ma cambiare ciò che guadagni a livello globale. 

[00:13:16] 

Penso che in questo momento sia libero scambio. Penso che dobbiamo avere più libero scambio. Non è un segreto che durante l'era di Donald Trump negli Stati Uniti, è stato un momento molto problematico per cercare di approvare ulteriori accordi commerciali. Penso che avere una sorta di cooperazione e commercio internazionale più ampi migliorerebbe molto le cose e ridurrebbe sicuramente il costo delle cose se le persone non dovessero pagare le dogane al livello che fanno. Penso che in realtà migliorerebbe significativamente molte delle nostre vite. Se guardiamo alla globalizzazione, se guardiamo al libero scambio, intendo la quantità di persone che sono state sollevate dalla povertà negli ultimi decenni in cui abbiamo avuto un commercio più libero, questa è in realtà una delle politiche più potenti che abbiamo mai avuto. E nessuno l'ha fatto apposta. Nessuno ha detto, OK, lo faremo in modo da assicurarci di non avere più persone povere. Ognuno lo ha fatto nel proprio interesse, e questo ha fornito dividendi a molti paesi. Voglio dire, c'è una ragione per cui la Corea del Sud è questa enorme potenza tecnologica è la ragione per cui l'Irlanda è questo paese straordinario e innovativo che invita così tante aziende internazionali. Ed è il motivo per cui molti di noi sono connessi. E anche se ora siamo in paesi diversi, possiamo usare Internet e tutte queste piattaforme per connetterci. Penso che il commercio sia probabilmente quello che se avessi quella bacchetta magica, mi assicurerei che avessimo un commercio più libero in tutto il mondo. 

[00:14:35] 

Sì, posso immaginare cosa accadrebbe a livello globale se facessimo quel cambiamento, basta guardare il Regno Unito. 

[00:14:43] 

Voglio dire, sono stati costretti ad andare al punto di partenza. E Liz Truss, che credo sia la segretaria di stato del commercio, ha volato in giro per il mondo praticamente ogni settimana firmando nuovi accordi commerciali, il che è, sai, per la Brexit sono state molte cose per molte persone, ma sicuramente per gli imprenditori. Probabilmente si sentivano come se non sapessero quale sarebbe stato il futuro e anche i consumatori e le persone che vivevano lì che potevano provenire da altri paesi. Quindi è bello vedere che un paese è disposto ad aprire il commercio ea parlare di come il commercio aiuti le persone piuttosto che danneggiarle. 

[00:15:14] 

Mmhmm. In precedenza hai menzionato la parola modernizzazione dell'alcol. Cosa renderebbe le politiche sull'alcol più moderne? 

[00:15:26] 

Se dipenderà dal paese dipende dal contesto in cui sono cresciuto nel sud rurale, una specie di Bible Belt, quindi sicuramente molte cose diverse, ma dove abbiamo visto molti problemi con l'alcol. Si riduce ai prezzi e si riduce ai regolamenti e in particolare i monopoli di stato sono una specie di vecchie notizie, non abbiamo più necessariamente questi monopoli di stato perché poi il governo ha interesse a vendere più alcol e ottenere una certa quantità di tasse. E non è generalmente così efficiente. E potresti semplicemente dire, oh, beh, questo ha un impatto solo sui bevitori. Beh, sai, sono i ristoranti. Ogni volta che riaprono, è catering, matrimoni, tutto qui

tipi di eventi. Dobbiamo avere più concorrenza in questi spazi. Quindi penso che sbarazzarsi dei monopoli di stato sarà una cosa importante. E ciò combacia con il modello che viene proposto per la legalizzazione della cannabis in molte aree è che vogliono seguire il vecchio modello di controllo dell'alcol. Quindi trovo che sia molto problematico. E stiamo solo parlando di aumentare i prezzi per le persone. E quando guardiamo alle guerre commerciali che si verificano tra gli Stati Uniti e l'Unione Europea, sai, è stato quel grande bourbon del Kentucky a cui sono state applicate le tariffe. I prezzi sono aumentati. Le persone sono ancora disposte a pagare per questo. Quindi perdono una parte maggiore del loro reddito disponibile per acquistare gli stessi prodotti che hanno ricevuto ieri. 

[00:16:49] 

Questa è sicuramente una considerazione. E poi più abbiamo queste normative folli e vediamo questo parallelo anche con la nuova innovazione dello svapo, non appena ci sono tutte queste normative che rendono più impossibile l'accesso a questi prodotti, le persone si rivolgono ai mercati neri e noi ci concentriamo molto sui mercati neri quando si tratta di cannabis, ma non ci concentriamo su altre aree perché non è così presente. Ma i mercati neri sono sicuramente qualcosa che di solito è molto pericoloso. Non necessariamente i mercati neri online saranno così pericolosi, ma puoi farti rubare la carta di credito. E se vogliamo che la gente compri sigarette o qualcosa per strada come è successo a Eric Garner a New York molti anni fa, soffocato dalla polizia, questo è il tipo di roba che non vogliamo in un mercato nero, e ecco perché abbiamo bisogno di mercati legali. E più possiamo assicurarci che i mercati neri ei mercati illegali non crescano come esiste oggi con la cannabis, che dà potere a cose come i cartelli messicani, nel complesso andrà meglio. Quindi so che è molto da aggiungere, ma solo alcune cose a cui stiamo pensando e perché penso che la questione dell'alcol, non si tratti solo di ottenere la tua bottiglia di vino. È davvero una domanda più grande su come permettiamo ai consumatori di scegliere. 

[00:18:06] 

Vorrei davvero che avessimo più tempo per esplorare la questione dell'alcol e della cannabis. Ma allo stesso tempo, stiamo arrivando alla fine di questo, quindi se un consumatore sta ascoltando questo ora e io dico, sì, voglio più diritti, voglio prezzi più bassi, forse voglio anche essere coinvolto in qualche modo , cosa possono fare per fare buone scelte e per supportare anche la tua organizzazione? 

[00:18:29] 

Bene, probabilmente la più grande ricchezza che le persone potrebbero portarci sono le informazioni su ciò che sta accadendo nella tua località in un posto come il Sud Africa. Collaboriamo con molti attivisti locali quando durante la pandemia hanno bandito tutto l'alcol, tutto il tabacco, tutto lo svapo, tutto, che è una mossa folle in una pandemia quando potremmo dire. Ma penso che in quel caso siamo stati in grado di collaborare con attivisti locali che hanno visto arrivare il problema. Siamo in grado di mettere insieme la nostra squadra. Abbiamo dato loro risorse. Questo è il tipo di cose che amiamo davvero. Quindi, se hai problemi come questo relativi alla scelta del consumatore nella tua giurisdizione, nella tua zona, avvisaci. Siamo molto presenti su tutti i social media perché abbiamo il nostro programma radiofonico che esce una volta alla settimana. Siamo molto felici di parlarne e collaborare con le persone in modo che possano vedere esattamente quali sono i problemi e come possiamo aiutarli a migliorarli. Quindi c'è quello. Puoi anche sostenerci. Siamo un ente di beneficenza. Stiamo cercando di fare il meglio che possiamo. Quindi questi sono almeno due dei modi migliori, credo, per sostenerci. 

[00:19:32] 

Yael Ossowski, grazie mille per aver dedicato del tempo a parlare con great.com oggi. Questo è stato davvero interessante. E ancora, vorrei che avessimo più tempo insieme. E per te che ci ascolti, se ti siamo divertiti, se desideri portare questa conversazione a più persone in modo che i consumatori abbiano più scelta e migliori opportunità, ti preghiamo di considerare di iscriverti a questa intervista su YouTube o sulla tua app di podcast che ci aiuterà a superare algoritmi. Altre persone possono ascoltare questa conversazione e iniziare ad agire. Grazie mille per l'ascolto e ci vediamo nella prossima puntata. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Aggiungi elemento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Descrizione