fbpx

La fine del protezionismo sullo zucchero contribuirà a dare impulso alle piccole imprese e a beneficiare i consumatori

Questa settimana nella capitale della nazione, la commissione per l'agricoltura della Camera deciderà il destino di vari sussidi agricoli e benefici alimentari per milioni di americani.

Il conto, HR 2, noto come Farm Bill, include disposizioni in materia di assicurazione del raccolto, prezzi dei prodotti lattiero-caseari, conservazione delle zone umide, adeguamenti del Programma di assistenza nutrizionale supplementare (SNAP) e dozzine di altre norme e regolamenti sui prodotti.

Nascosto all'interno di questo enorme disegno di legge c'è una continuazione del Programma zucchero degli Stati Uniti, un programma governativo vecchio di decenni che fissa efficacemente i prezzi per lo zucchero, garantisce prestiti a basso costo per i produttori nazionali di zucchero e tiene fuori i concorrenti stranieri. È il protezionismo dello zucchero, fino in fondo.

Come ho accennato nel Esaminatore di Washington alcuni mesi fa, questo programma ha la conseguenza non voluta di aumentare i costi dello zucchero per varie piccole imprese e di trasferire tali costi sui consumatori.

La conseguenza di tale accordo pluridecennale, tuttavia, sono stati costi più elevati per i consumatori e le imprese nazionali che si affidano allo zucchero come ingrediente di base per i loro prodotti.

Secondo l'American Enterprise Institute, gli utenti e i consumatori di zucchero ci perdono $2,4 miliardi-$4 miliardi un anno. Ciò danneggia direttamente le migliaia di piccole imprese che fanno affidamento sui prezzi bassi dello zucchero.

Ora che il Farm Bill sarà votato in commissione, i legislatori hanno la possibilità di modificare questo programma che ha dimostrato di essere un enorme fardello per le piccole imprese e i consumatori.

La chiave di tutto ciò sarà l'emendamento Foxx, proposto dalla rappresentante degli Stati Uniti Virginia Foxx della Carolina del Nord. Questo emendamento ridurrà il programma statunitense sullo zucchero dalle dimensioni attuali a una versione più moderata. Non arriverebbe al punto di demolire il programma, ma apporterebbe i cambiamenti necessari che andrebbero a vantaggio dei consumatori e delle imprese americane che si affidano allo zucchero a prezzi accessibili.

In un editoriale con il presidente di Americans For Tax Reform Grover Norquist, Foxx sostiene una volta per tutte la riforma del programma statunitense sullo zucchero e la riduzione del protezionismo sullo zucchero.

Ma il programma sullo zucchero costa ad alcuni americani più dei prezzi più alti dei generi alimentari: costa loro il lavoro. Come la US International Trade Administration fondare, il programma sopprime tre posti di lavoro nel settore manifatturiero per ogni posto di lavoro nella produzione di zucchero che protegge.

Diamo un'occhiata ad alcuni esempi dolorosi. La Spangler Candy Company rapporti, “Oggi abbiamo circa 150 persone che producono caramelle per noi in Messico. Nel 2017, Spangler ha fatto candidare 900 persone per un lavoro presso il nostro stabilimento dell'Ohio. Mi piacerebbe offrire a 250 di loro un lavoro come produttore di bastoncini di zucchero, ma il nostro governo insiste sul fatto che i lavori di lavorazione dello zucchero sono più importanti dei lavori di produzione. Stanno scegliendo vincitori e vinti e la nostra città è stata la perdente da molti anni ormai”.

La compagnia di caramelle Atkinson mosso L'80 percento della sua produzione di caramelle alla menta piperita in una fabbrica in Guatemala aperta nel 2010.

E i produttori delle caramelle preferite del presidente Reagan, Gelatina, ha dovuto costruire il suo nuovo impianto di 50.000 piedi quadrati in Tailandia grazie all'elevato prezzo dello zucchero determinato dalla politica statunitense.

Le prove sono schiaccianti: questo è un regalo di interesse speciale costoso e dannoso e deve essere fermato.

Come dimostrano Foxx e Norquist, l'attuale programma sullo zucchero costringe le piccole aziende alimentari a conduzione familiare a pagare il doppio per lo zucchero rispetto al resto del mondo. Limita la quantità di zucchero nazionale che può essere venduta e la quantità di zucchero che può essere importata da altri paesi.

Questo è un duro colpo per la scelta dei consumatori, per non parlare di una tassa indiretta per le piccole imprese che dipendono dallo zucchero per i loro prodotti.

Secondo l'US Census Bureau, il programma dello zucchero ha ucciso 123.000 posti di lavoro tra il 1997 e il 2015. Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti riferisce che per ogni lavoro di lavorazione dello zucchero sovvenzionato attraverso prezzi dello zucchero statunitensi artificialmente alti, tre posti di lavoro nel settore manifatturiero americano vengono persi.

In risposta, Foxx ha presentato il proprio disegno di legge per affrontare il programma e modernizzarlo. Il Legge sulla modernizzazione della politica dello zucchero del 2017, introdotto a novembre, ha attualmente 80 co-sponsor ma rimane bloccato nei comitati House Agriculture e Ways and Means.

Il Farm Bill avrà la precedenza, e quindi l'attenzione si concentrerà ora sull'emendamento Foxx per apportare i cambiamenti necessari alla politica interna americana sullo zucchero. Se i legislatori volessero aiutare a sostenere i consumatori americani e le piccole imprese piuttosto che Big Sugar, voterebbero per regnare nel protezionismo dello zucchero nel programma Sugar.

Descrizione