fbpx

Ritardare la proposta di legge sulle quote di contenuto

Nel febbraio 2021, il senato messicano ha proposto una nuova legge (Ley Federal de Cinematographia y de Audiovisual) che richiederebbe una quota nazionale di contenuti audiovisivi di 15%. Se la legge passasse, i servizi di streaming e le piattaforme digitali dovrebbero ridurre la loro offerta di contenuti per raggiungere una quota nazionale di 15%. Per raggiungere la quota, Prime Video, ad esempio, dovrebbe eliminare due terzi della sua libreria. 

CCC ha ospitato un webinar di successo per discutere gli effetti negativi che questa politica avrebbe sui consumatori, senza nemmeno raggiungere il suo scopo di aumentare la produzione e il consumo di contenuti nazionali. Il webinar ha creato molto scalpore ed è stato presentato in più di 50 testate giornalistiche messicane! CCC ha anche interagito con i membri del senato messicano e altre parti interessate per fermare la legge.

Fortunatamente, i nostri sforzi non sono passati inosservati, la legge è stata ritardata e dovrà essere sottoposta a una revisione completa e discussa in parlamento secondo la legislazione messicana. Ci auguriamo che il parlamento messicano lasci ai consumatori messicani il compito di decidere quali film e serie preferiscono guardare. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Aggiungi elemento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Descrizione