fbpx

Bill Wirtz, analista politico senior presso il Consumer Choice Center, dice SÌ.

Ogni poche settimane, c'è una nuova ricerca ambientalista per vietare qualcosa che piace ai consumatori. Mentre gli attivisti nel Regno Unito protestano contro il "fast fashion", le loro controparti tedesche gridano ai SUV, nella speranza che una settimana di attenzione dei media spinga qualcuno in parlamento a reagire in modo eccessivo e metterlo fuori legge.

La verità è questa: alcuni consumatori vogliono seguire le tendenze della moda su base stagionale, e questa rimane una loro prerogativa. Quasi nessun consumatore rinnova l'intero guardaroba due volte l'anno (principalmente per motivi finanziari). Lo completano semplicemente con un nuovo maglione o jeans. E dovrebbero essere autorizzati a farlo.

La sostenibilità non viene ignorata: molti dei marchi accusati di contribuire al cambiamento climatico stanno già assumendo impegni di sostenibilità e hanno persino programmi di riciclaggio in negozio.

Sì, alcuni consumatori seguono le tendenze come un modo per esprimere il proprio stile personale o l'espressione artistica, mentre altri optano per opzioni a lungo termine e più durature. La scelta è fondamentale e non sarebbe etico limitarla.

Leggi di più qui

Condividere

Seguire:

Altri post

Iscriviti alla nostra Newsletter

Descrizione