fbpx

Compagnie aeree

Consumidores de punta contra las aerolíneas: esigen reembolsos

Carta aperta: "Comprométanse con el estado de derecho y no nos obliguen a llevarlos a los tribunales"

In una carta aperta al CEO de aerolíneas, l'associazione della sociedad civil Centro di scelta dei consumatori -che rappresenta i consumatori in più di 100 países- reclamó alle compagnie aeree che facilitano i rimborsi. “Nosotros, los consumidores, queremos ayudarlos, pero ustedes deben cumplir con la ley y facilitar los reembolsos“, vedi en la carta firmada por Fred Roeder, direttore esecutivo del Consumer Choice Center.

“Queremos estar en el aire con ustedes lo antes posible, pero hagan su parte y comprométanse con el estado de derecho y no nos obliguen a llevarlos a los tribunales“. Para Consumer Choice Center, las aerolineas deben liberar los reembolsos por pasajes no volados y, así, mejorar el vínculo con i suoi clienti.

La carta

Stima CEO del settore delle aerolinee,

Nosotros, come gruppo di consumatori internazionali, e consumatori che amiamo la connettività globale, conosciamo molto bene l'impatto devastatore che Covid-19 ha tenuto nell'industria delle aerolinee. El año 2020 has sido difícil para todos nosotros y nuestros pensamientos están con los empleados de las aerolíneas que han sido dispedidos, suspendidos o que aún pueden perdere il tuo lavoro come consecuencia de la pandemia.

Para nosotros, los consumidores, è estremamente importante avere un'industria aerea salutare que nos permita volver a conectarnos con el mundo para que podamos visitar a amigos y familiares en todo el mundo.

Los años previos a Viron COVID-19 molte nuove regolamentazioni e impuestos che rendono difficile il funzionamento delle aerolinee. Incluso nei tempi precedenti alla pandemia, c'erano numeri record di aerolinee.

Se ben il consolidamento dell'industria è algo naturale e, a volte, anche buono per i consumatori, le tendenze come gli impuestos più alti e i sentimenti antieerei, come la verginità di volare, possono attribuire alla posizione finanziaria più debole della industriale. Y luego vino COVID

È stato luchando contro più impuestos alti nei boletos de avión per anni e si è elogiato nell'industria delle aerolinee come un grande facilitatore per l'elezione del consumatore e la globalizzazione.

Pero mientras que 2020 nos presenta a todos desafíos desde la salud mental hasta la seguridad laboral, también tuvimos que apprender de la manera difícil que muchos jugadores en su industria no se preocupan por los contratos, la ley y les promesas hechas a sus clientes.

Todos hemos pasado demasiadas horas con sus call center sono gli ultimi mesi che stiamo cercando di recuperare il denaro che stiamo consumando nelle spedizioni annullate. La maggior parte delle volte, le aerolinee hanno dovuto obbligare i consumatori ad accettare cupones per viaggi futuri.

Fred Roeder, director ejecutivo de Consumer Choice Center

Darle a un consumatore un'opzione per un cupón está bien. Incentivare a vincere il premio in modo efficace aggiungendo un valore aggiuntivo di 10% e 20% al cupón è ancora migliore.

Queremos mantenerlos a flote y tales ofertas son una forma de obtener nuestra aceptación. PERO negarnos los reembolsos, como muchos de ustedes todavía lo hacen, no solo è illegale, sino que también enoja a los consumadores.

¿Come sapremo se riusciremo a perdere il prossimo anno per conquistare quel lungo viaggio che pianifichiamo per questo anno? Come sai che la tua aerolinea seguirà le operazioni?

Queremos estar en el aire con ustedes lo antes posible, pero hagan su parte y comprométanse con el estado de derecho; no nos obliguen a llevarlos a los tribunales. Centinaia di milioni di contributi in tutto il mondo li stanno aiutando attraverso le riscattate governative.

Hacemos nuestra parte para abogar por menos impuestos y tasas pagadas en las tarifas aéreas y en contra de las prohibiciones tontas de vuelos nacionales, como la prohibición que se está discutiendo in Francia in questo momento. Questo ha reso noto che il settore è più competitivo e noi permetteremo ai nostri clienti, ai consumatori, di volare di più con noi.

Vorremo collaborare per mantenere la nostra attività commerciale, ma dobbiamo anche adempiere alle norme esistenti e rimborsare i clienti. Crear confianza no es una calle de sentido único e necesitamos ver acciones firmes de todos ustedes. Dejemos atrás las frustraciones que teníamos cons sus equipos de servicio al cliente, devuélvannos nuestro dinero (o al menos l'opción de obtener un reembolso) e conquistemos il cielo juntos una vez más.

Originariamente pubblicato qui.


Il Consumer Choice Center è il gruppo di difesa dei consumatori che sostiene la libertà di stile di vita, l'innovazione, la privacy, la scienza e la scelta dei consumatori. Le principali aree politiche su cui ci concentriamo sono il digitale, la mobilità, lo stile di vita e i beni di consumo e la salute e la scienza.

Il CCC rappresenta i consumatori in oltre 100 paesi in tutto il mondo. Monitoriamo da vicino le tendenze normative a Ottawa, Washington, Bruxelles, Ginevra e altri punti caldi della regolamentazione e informiamo e attiviamo i consumatori a lottare per #ConsumerChoice. Ulteriori informazioni su consumerchoicecenter.org

Entidade de defensa do consudor critico aéreas por demora nos reembolsos

In accordo con i dati di Iata, poiché le imprese aeree nel mondo hanno US$ 35 miliardi in rimborsi di passaggi aerei

Il Consumer Choice Center (CCC), l'organizzazione internazionale per la difesa dei consumatori con attuazione in più di questi paesi, ha divulgato una carta aperta ai presidenti delle imprese aeree, criticando le pratiche di rimborso adottate dalle compagnie aeree durante una pandemia di covid-19.

La carta è stata consegnata anche all'Associação Internacional de Transporte Aéreo (Iata, na sigla in inglese) e all'Organização da Aviação Civil Internacional (ICAO). In accordo con i dati di Iata, poiché le imprese aeree nel mondo hanno raggiunto US$ 35 miliardi in ricordo di passaggi aerei, di voos cancellati durante una pandemia di covid-19.

Nessun documento, assegnato da Fred Roeder, direttore generale del CCC, afferma che "i molti agenti del settore non sono importanti con contratti, leis e promesse fatte ai suoi clienti".

In accordo con la fine, i consumatori passano ore e ore con l'assistenza di compagnie aeree per tentare di recuperare il denaro contante in caso di cancellazione. Mas, frequentemente, come le aziende tentano di forzare i clienti ad accettare cupons para viagens futures.

“Dar a um consumidor a opção de um cupom é bom. Mas negar o reembolso, como muitos de vocês ainda fazem, não é solo contro di lei, mas anche irrita i consumatori. Come sappiamo se abbiamo le condizioni per decollare il prossimo anno per fare un lungo viaggio che pianifichiamo per questo anno? Come sabemos se sua companhia aérea ainda estará no mercado?”, questiona o CCC na carta.

L'entità fino a quando "centenas de milhões de contribuintes in todo o mundo já estão ajudando vocês attravés de pacotes de socorro de governates". “Queremos ajudá-los a permanecer no negócio, mas vocês também precisam repeitar as regras existentes e reembolsar os clientes”, conclui o CCC na carta.

Fabio Fernandes, responsabile globale della comunicazione e delle relazioni con i media di CCC, disse che diverse aziende aeree non stanno raccogliendo le sue politiche di rimborso e desrespeitam come lei. Ele cita come aéreas RyanAir, AirEuropa, Air Canada, EasyJet e Alitalia. In accordo con Fernandes, la migliore compagnia è RyanAir, che non ha rimborsato 8 di ogni 10 passeggeri britannici con viaggiatori cancellati.

“In Europa, una legislazione stabilita o rimborsata integralmente in caso di voos cancelados, e non solo un voucher da utilizzare durante il prossimo viaggio. Existe pressão in Bruxelles dos países membris da União Europeia para uma diferente dessa regra interpretação, porém os esclarecimentos da Comissão Europeia de 18 de março reafirmam or reembolso da tarifa do bilhete para voos cancelados, mesmo no caso do covid-19”, afirmou Fernandes.

Fernandes disse che sperava che la Iata, come rappresentante delle imprese aeree, chiedesse ai suoi membri di farsi rimborsare immediatamente le loro cancellazioni.

Procurada, a Iata informou en notate que a política de reembolso “è una decisione commerciale di ogni compagnia aerea”. E acrescentou que a Iata “não tem condições de aconselhar sobre as exigências legais de cada país”.

Conteúdo publicado originalmente no Valore PRO, servizio di notizie in tempo reale per Valor


Il Consumer Choice Center è il gruppo di difesa dei consumatori che sostiene la libertà di stile di vita, l'innovazione, la privacy, la scienza e la scelta dei consumatori. Le principali aree politiche su cui ci concentriamo sono il digitale, la mobilità, lo stile di vita e i beni di consumo e la salute e la scienza.

Il CCC rappresenta i consumatori in oltre 100 paesi in tutto il mondo. Monitoriamo da vicino le tendenze normative a Ottawa, Washington, Bruxelles, Ginevra e altri punti caldi della regolamentazione e informiamo e attiviamo i consumatori a lottare per #ConsumerChoice. Ulteriori informazioni su consumerchoicecenter.org

Entidade de defensa do consudor critico aéreas por demora nos reembolsos

In accordo con i dati di Iata, poiché le imprese aeree nel mondo hanno US$ 35 miliardi in rimborsi di passaggi aerei

Il Consumer Choice Center (CCC), l'organizzazione internazionale per la difesa dei consumatori con attuazione in più di questi paesi, ha divulgato una carta aperta ai presidenti delle imprese aeree, criticando le pratiche di rimborso adottate dalle compagnie aeree durante una pandemia di covid-19.

La carta è stata consegnata anche all'Associação Internacional de Transporte Aéreo (Iata, na sigla in inglese) e all'Organização da Aviação Civil Internacional (ICAO). In accordo con i dati di Iata, poiché le imprese aeree nel mondo hanno raggiunto US$ 35 miliardi in ricordo di passaggi aerei, di voos cancellati durante una pandemia di covid-19.

Nessun documento, assegnato da Fred Roeder, direttore generale del CCC, afferma che "i molti agenti del settore non sono importanti con contratti, leis e promesse fatte ai suoi clienti".

In accordo con la fine, i consumatori passano ore e ore con l'assistenza di compagnie aeree per tentare di recuperare il denaro contante in caso di cancellazione. Mas, frequentemente, come le aziende tentano di forzare i clienti ad accettare cupons para viagens futures.

“Dar a um consumidor a opção de um cupom é bom. Mas negar o reembolso, como muitos de vocês ainda fazem, não é solo contro di lei, mas anche irrita i consumatori. Come sappiamo se abbiamo le condizioni per decollare il prossimo anno per fare un lungo viaggio che pianifichiamo per questo anno? Come sabemos se sua companhia aérea ainda estará no mercado?”, questiona o CCC na carta.

L'entità fino a quando "centenas de milhões de contribuintes in todo o mundo já estão ajudando vocês attravés de pacotes de socorro de governates". “Queremos ajudá-los a permanecer no negócio, mas vocês também precisam repeitar as regras existentes e reembolsar os clientes”, conclui o CCC na carta.

Fabio Fernandes, responsabile globale della comunicazione e delle relazioni con i media di CCC, disse che diverse aziende aeree non stanno raccogliendo le sue politiche di rimborso e desrespeitam come lei. Ele cita come aéreas RyanAir, AirEuropa, Air Canada, EasyJet e Alitalia. In accordo con Fernandes, la migliore compagnia è RyanAir, che non ha rimborsato 8 di ogni 10 passeggeri britannici con viaggiatori cancellati.

“In Europa, una legislazione stabilita o rimborsata integralmente in caso di voos cancelados, e non solo un voucher da utilizzare durante il prossimo viaggio. Existe pressão in Bruxelles dos países membris da União Europeia para uma diferente dessa regra interpretação, porém os esclarecimentos da Comissão Europeia de 18 de março reafirmam or reembolso da tarifa do bilhete para voos cancelados, mesmo no caso do covid-19”, afirmou Fernandes.

Fernandes disse che sperava che la Iata, come rappresentante delle imprese aeree, chiedesse ai suoi membri di farsi rimborsare immediatamente le loro cancellazioni.

Procurada, a Iata informou en notate que a política de reembolso “è una decisione commerciale di ogni compagnia aerea”. E acrescentou que a Iata “não tem condições de aconselhar sobre as exigências legais de cada país”.

Conteúdo publicado originalmente no Valore PRO, servizio di notizie in tempo reale per Valor


Il Consumer Choice Center è il gruppo di difesa dei consumatori che sostiene la libertà di stile di vita, l'innovazione, la privacy, la scienza e la scelta dei consumatori. Le principali aree politiche su cui ci concentriamo sono il digitale, la mobilità, lo stile di vita e i beni di consumo e la salute e la scienza.

Il CCC rappresenta i consumatori in oltre 100 paesi in tutto il mondo. Monitoriamo da vicino le tendenze normative a Ottawa, Washington, Bruxelles, Ginevra e altri punti caldi della regolamentazione e informiamo e attiviamo i consumatori a lottare per #ConsumerChoice. Ulteriori informazioni su consumerchoicecenter.org

Lettera aperta agli amministratori delegati delle compagnie aeree

Ai CEO di Airlines

CC: ICAO, IATA

Lettera aperta agli amministratori delegati delle compagnie aeree: noi consumatori vogliamo aiutarti, ma devi rispettare la legge e consentire rimborsi facili.

Gentili amministratori delegati delle compagnie aeree nel mondo,

Noi, in quanto gruppo internazionale di consumatori e consumatori che amano la connettività globale, conosciamo perfettamente l'impatto devastante che il Covid-19 ha avuto sul settore aereo. Il 2020 è stato un anno difficile per tutti noi e i nostri pensieri vanno ai dipendenti delle compagnie aeree che sono stati licenziati, licenziati o che potrebbero ancora perdere il lavoro a causa della pandemia.

Per noi consumatori, è estremamente importante avere un settore aereo sano che ci consenta di riconnetterci al mondo e riportarci nei cieli in modo da poter visitare amici e parenti in tutto il mondo.

Gli anni che hanno preceduto il COVID-19 hanno visto molte nuove normative e tasse che hanno reso più difficile operare per le compagnie aeree. Anche i tempi pre-pandemici hanno visto fallire un numero record di compagnie aeree. Mentre il consolidamento del settore è qualcosa di naturale e talvolta anche positivo per i consumatori, tendenze come tasse più elevate e sentimenti contrari al volo, come il flight shaming, possono essere attribuite alla più debole posizione finanziaria del settore. E poi è arrivato il COVID...

Da anni lottiamo contro l'aumento delle tasse sui biglietti aerei e lodiamo l'industria del trasporto aereo come un grande abilitatore della scelta dei consumatori e della globalizzazione. Ma mentre il 2020 presenta a tutti noi sfide dalla salute mentale alla sicurezza del lavoro, abbiamo anche dovuto imparare a nostre spese che molti attori del vostro settore non si preoccupano dei contratti, della legge e delle promesse fatte ai loro clienti.

Abbiamo passato tutti troppe ore con i vostri call center questa primavera cercando di recuperare i soldi spesi per i voli cancellati. Il più delle volte le compagnie aeree hanno cercato di costringere i consumatori ad accettare buoni per viaggi futuri.

Dare a un consumatore un'opzione per un buono va bene. Incentivarci a prenderlo al posto del rimborso in contanti aggiungendo un valore extra di 10-20% al buono è ancora meglio. Vogliamo tenerti a galla e tali accordi sono un modo per ottenere il nostro buy-in. MA negarci i rimborsi, come fanno ancora molti di voi, non è solo contro la legge, ma fa anche arrabbiare i consumatori. Come facciamo a sapere se siamo in grado di decollare l'anno prossimo per fare quel lungo viaggio che abbiamo programmato per quest'anno? Come sappiamo che la tua compagnia aerea sarà ancora in attività? Posso assicurare quel voucher nello stesso modo in cui avevo assicurato il mio biglietto originale contro il vostro fallimento?

Vogliamo essere in volo con voi il prima possibile, ma per favore fate la vostra parte e impegnatevi per lo stato di diritto e non costringeteci a portarvi in tribunale. Centinaia di milioni di contribuenti in tutto il mondo ti stanno già aiutando attraverso i salvataggi del governo. Facciamo la nostra parte per sostenere un minor numero di prelievi e tasse pagate sulle tariffe aeree e contro stupidi divieti di voli nazionali, come il divieto in discussione in Francia in questo momento. Ciò renderà il settore più competitivo e consentirà a noi consumatori di volare di più con voi.

Vogliamo aiutarti a rimanere in attività, ma devi anche onorare le regole esistenti e rimborsare i clienti. Costruire la fiducia non è una strada a senso unico e abbiamo bisogno di vedere azioni forti da parte di tutti voi. Mettiamoci alle spalle le frustrazioni che abbiamo avuto con i vostri team del servizio clienti, restituiamoci i nostri soldi (o almeno la possibilità di essere rimborsati) e conquistiamo ancora una volta i cieli.


Cordiali saluti,

Fred Roeder
Consigliere delegato
Centro di scelta dei consumatori


Originariamente pubblicato qui.

Carta aperta ai CEO de las aerolíneas

Carta abierta a los CEO de aerolíneas: Nosotros, los consumidores, queremos ayudarlo, ma usted debe cumplir con la ley y permitir reembolsos fáciles.

-Carta abierta a los CEO de las aerolíneas-

Stimados CEO del mondo de Airlines,

Nosotros, come gruppo di consumatori internazionali, e consumatori che amiamo la connettività globale, conosciamo molto bene l'impatto devastatore che Covid-19 ha tenuto nell'industria delle aerolinee. Il 2020 ha avuto un anno difficile per tutti i nostri cari e i nostri pensieri sono rivolti ai dipendenti dell'aerolinea che hanno perso la spedizione, la spedizione o che possono perdere il loro lavoro come risultato della pandemia.

Para nosotros, los consumatoridores, è estremamente importante tener un'industria aérea saludable que nos permita volver a conectarnos con el mundo y llevarnos de vuelta al cielo para que podamos visitar a amigos y familiares en todo el mundo.

Gli anni precedenti a COVID-19 hanno visto molte nuove normative e impuestos che hanno reso difficile il funzionamento delle aerolinee. Incluso nei tempi precedenti alla pandemia, fracasaron números récord de aerolineas. Se ben il consolidamento dell'industria è algo naturale e, a volte, anche buono per i consumatori, le tendenze come gli impuestos più alti e i sentimenti antiaerea, come la vergüenza de vuelo, possono attribuire alla posizione finanziaria più debole della industriale. Y luego vino COVID…

È stato luchando contro più impuestos alti nei boletos de avión per anni e si è elogiato nell'industria delle aerolinee come un grande facilitatore per l'elezione del consumatore e la globalizzazione. Pero mientras que 2020 nos presenta a todos desafíos desde la salud mental hasta la seguridad laboral, también tuvimos que apprender de la manera difícil que muchos jugadores en su industria no se preocupan por los contratos, la ley y les promesas hechas a sus clientes.

Tutti noi passiamo tremendamente ore con i nostri centri di chiamate in questa primavera cercando di recuperare il denaro che gastiamo in biglietti cancellati. La maggior parte delle volte, le aerolinee hanno dovuto obbligare i consumatori ad accettare cupones per viaggi futuri.

Darle a un consumatore un'opzione per un cupón está bien. Gli incentivi a prenderlo in cambio del rimborso effettivo aggiungendo un valore aggiuntivo del 10-20% alla coppa sono ancora migliori. Vogliamo mantenerlo sul disco e le nostre offerte sono una forma per ottenere la nostra accettazione. PERO negarnos los reembolsos, como muchos de ustedes todavía lo hacen, no solo è illegale, sino que también enoja a los consumadores. ¿Come sapessimo se anche potessimo abbandonare il prossimo anno per cogliere quel lungo viaggio che pianifichiamo per questo anno? Come sai che la tua aerolinea seguirà le operazioni? ¿Puedo assigurar ese comprobante de la misma manera que tenía mi boleto original asegurado contra su quiebra?

Queremos estar en el aire con usted lo antes posible, pero haga su parte y comprométase con el estado de derecho y no nos obligue a llevarlo a los tribunales. Centinaia di milioni di contributi in tutto il mondo lo stanno aiutando attraverso le riscattate governative. Hacemos nuestra parte para abogar por menos impuestos e impuestos pagados en las tarifas aéreas y en contra de las prohibiciones tontas de vuelos nacionales, como la prohibición que se está discutiendo in Francia en este momento. Questo ha reso noto che il settore è più competitivo e noi permetteremo ai nostri clienti, ai consumatori, di volare di più con noi.

Vogliamo aiutarlo a mantenersi nel negoziato, ma dobbiamo anche adempiere alle norme esistenti e rimborsare i clienti. Crear confianza no es una calle de sentido único e necesitamos ver acciones firmes de todos ustedes. Dejemos atrás las frustraciones que teníamos cons sus equipos de servicio al cliente, devuélvanos nuestro dinero (o al menos la opción de obtener un reembolso) e conquiste los skys una vez más.

Sinceramente,

Fred Roeder
Direttore generale
Centro di elezione del consumatore


Pubblicato qui.

In faccia: gli aerei stanno diventando più efficienti, ma le tasse sui passeggeri fanno fallire le compagnie aeree

Aumento della portata dei nuovi aerei di linea

Apparentemente il governo del Regno Unito ha appena salvato il vettore regionale Flybe dal fallimento ritardando oltre cento milioni di sterline di pagamento delle tasse di partenza dei passeggeri al governo del Regno Unito e suggerendo di abbassare del tutto questa tassa in futuro. Il salvataggio di una compagnia aerea locale provoca in questi giorni una protesta non a causa dell'interventismo del governo, ma del segmento generale anti-volo noto anche come flight shaming. Purtroppo il governo del Regno Unito non si è allontanato dal piano di aumentare l'APD per i voli a lungo raggio entro il 1° aprile. 

Diamo un'occhiata a ciò che sta accadendo attualmente nel settore quando si tratta di voli a lungo raggio: seguendo regolarmente le notizie sull'aviazione, negli ultimi due anni si può osservare una vera e propria corsa agli armamenti su quale compagnia aerea detiene attualmente il record sul volo più lungo del mondo. 

Solo pochi anni fa Qatar Airways deteneva il record con il suo volo Doha-Auckland sull'Airbus A350 appena consegnato. 

Ora da Singapore a New York si classifica come il volo più lungo del mondo (e sì, ci sono diversi modi geniali per determinare cosa significa "lungo", ma non c'è bisogno di scavare in questo qui). 

Ora si possono semplicemente etichettare queste nuove rotte a lunghissimo raggio come acrobazie di pubbliche relazioni delle compagnie aeree o la manifestazione del grande ego dei dirigenti delle compagnie aeree. Ma la vera meraviglia dietro questo è che i voli stanno diventando sempre più efficienti. Ciò consente alle compagnie aeree di programmare voli più lunghi e risparmiare ai passeggeri ore di scalo in aeroporti casuali sulla via del ritorno. 

E mentre migliaia di jet privati scenderanno in Svizzera per un po' di vergogna collettiva del volo al World Economic Forum di Davos, è importante sottolineare che il volo sta diventando più efficiente. I consumatori hanno sempre più scelte e voli diretti aggiuntivi consentono loro di viaggiare più velocemente.  

Coloro che chiedono meno voli e una tassazione più elevata sui voli stanno trascurando il fatto dei continui guadagni di efficienza nel settore dell'aviazione e allo stesso tempo de-democratizzano il volo rendendolo meno accessibile per il consumatore medio. 

Gli aerei di linea convenzionali che diventano più efficienti in termini di consumo di carburante sono uno sviluppo in corso e non richiedono alcun contributo politico poiché è nell'interesse intrinseco delle compagnie aeree offrire rotte e prezzi dei biglietti più competitivi. 

Il prossimo passo sarebbe consentire un quadro normativo per i voli passeggeri supersonici. Noi ha scritto un articolo su questo l'anno scorso. 

È tempo di lasciare che l'Europa diventi supersonica

Quando la Francia ha costruito la sua rete ferroviaria ad alta velocità, ha rivoluzionato il modo in cui consideravamo i viaggi in treno. Quello che richiede 4-5 ore di autobus a lunga percorrenza da Bruxelles a Parigi può ora essere completato in poco più di un'ora con un treno Thalys. Scaricare treni regionali lenti per nuovi modelli veloci e futuristici ha portato più comfort ed efficienza di tempo ai consumatori.

Nell'aviazione, invece, è vero il contrario. Dagli anni '60, i viaggi aerei non sono diventati più veloci. Secondo Kate Repantis del MIT le velocità di crociera per gli aerei di linea commerciali oggi variano tra circa 480 e 510 nodi, rispetto ai 525 nodi del Boeing 707, un pilastro dei viaggi in jet degli anni '60.

La ragione di ciò è l'efficienza nei consumi, che si traduce in efficienza in termini di costi. Mentre i piloti hanno tentato di trovare le rotte di volo più efficienti, il rallentamento dei voli ha ridotto efficacemente il consumo di carburante. Secondo una storia da Notiziario NBC nel 2008, JetBlue ha risparmiato circa $13,6 milioni all'anno di carburante per aerei aggiungendo poco meno di due minuti ai suoi voli.

Ma rallentare le cose non deve essere l'unica alternativa, e certamente sconvolgerà i passeggeri sapere che i tempi di volo sono in realtà più lunghi di 60 anni fa. Possiamo vederla in questo modo: i vecchi treni regionali consumano meno elettricità rispetto agli attuali treni ad alta velocità che vanno a oltre 300 km/h, ma c'è poca richiesta preziosa per riportare i tempi di viaggio tra Parigi e Londra a sette ore. Infatti, poiché utilizziamo continuamente l'alta velocità ferroviaria, la tecnologia migliora e il consumo di energia si riduce. La stessa dinamica dovrebbe funzionare nell'aviazione.

Gli aerei supersonici sono stati fuori discussione in Europa per un po', ma le nuove innovazioni dovrebbero farci riconsiderare il nostro approccio a questa tecnologia.

Per i voli intercontinentali a lunga distanza, gli aerei supersonici hanno ridotto di oltre la metà il tempo di volo. Ad esempio, Londra-New York scenderebbe da 7 ore a sole 3 ore e 15 minuti.

Certo, l'efficienza nei consumi degli attuali modelli supersonici non è ancora l'ideale, ma per un'industria (ri)emergente l'unica via da qui è salire. Se si considera l'evoluzione degli aerei regolari, che sono diventati l'80% più efficienti dei primi aerei di linea, ci sono buoni motivi per essere ottimisti riguardo agli aerei supersonici. Inoltre, i produttori di aerei supersonici sostengono anche l'uso di combustibili alternativi, una parte fondamentale del piano 2020 delle Nazioni Unite per una crescita a emissioni zero.

Tempi di volo più rapidi per i consumatori che amano soluzioni innovative ai problemi ambientali. Cosa c'è che non va?

Il problema più grande sono i livelli di rumore. Essendo cresciuto in una città vicina a un aeroporto e avendoci vissuto quasi 20 anni, conosco le diverse opinioni sui rumori aeroportuali. Molti nel mio villaggio natale difenderebbero l'aeroporto per motivi economici, mentre altri si unirebbero in associazioni di cittadini preoccupati, combattendo contro l'aeroporto un aereo alla volta. Nel corso degli anni, le loro richieste hanno trovato meno sostegno, perché man mano che gli aerei diventavano più efficienti, facevano anche meno rumore.

Qui è dove neanche gli aerei supersonici partono da zero. Mentre questi velivoli sono più rumorosi all'atterraggio e al decollo, i nuovi modelli, come l'Overture dall'aspetto futuristico di Boom, sono 100 volte meno rumorosi del Concorde. Inoltre, sarebbe importante confrontare le cose che sono comparabili, allo stesso modo in cui non equivarrebbe un jet regionale a un grande A380 con oltre 800 passeggeri. Quindi sì, gli aerei supersonici sarebbero, almeno per ora, più rumorosi. Allo stesso tempo, il compromesso comporterebbe tempi di viaggio più rapidi e la promessa di minori emissioni lungo la linea.

Il minimo che possiamo fare per aumentare la scelta dei consumatori in quest'area è dare una possibilità al supersonico. Le attuali normative non supportano il fatto che gli aerei supersonici siano fondamentalmente diversi dagli aerei normali, subsonici. C'è un equilibrio che sia i consumatori che i cittadini interessati possono raggiungere, che guarda alle domande di A) cosa possiamo realisticamente ottenere in termini di riduzione del rumore, e B) i vantaggiosi compromessi che otterremmo come ritorno dal permettere all'Europa di diventare supersonico.

Democratizzare il viaggio

Il #HandsOffMyCheapFlights campagna è qualcosa di più di quello che suggerisce il suo nome. I voli economici sono ciò che i consumatori conoscono e amano dei viaggi aerei negli ultimi anni, ma è il fenomeno generale dei viaggi democratizzati che dovrebbe farci rimanere sbalorditi. Per le persone della classe medio-alta e benestanti, il mondo era solo l'acquisto di un biglietto per molto più tempo. Che siano 300 o 30 euro per il Milan, per loro non fa molta differenza. Quindi per l'occhio privilegiato (scusate la parola), viaggiare è rimasto lo stesso, con un cambiamento notevole: ci sono più persone in aeroporto. Incredibilmente, sono i consumatori a basso reddito che improvvisamente volano nello stesso aeroporto dei viaggiatori privilegiati. Ci vuole più tempo per prendere la valigia, passare i controlli di sicurezza è una seccatura e, per l'amor del cielo, non puoi nemmeno sederti mentre aspetti di salire a bordo.

Non c'è da stupirsi che alcune persone siano un po' infastidite. Ma dire che non vuoi che le persone volino solo per non dover pagare per il controllo di sicurezza accelerato non è commerciabile, quindi entra in gioco la sostenibilità. E tutto il rumore e l'inquinamento? Non preoccuparti considerando il fatto che l'innovazione nel settore dell'aviazione migliora continuamente l'efficienza del carburante, dal momento che i vettori non hanno alcun incentivo a sprecare inutilmente cherosene. Inoltre, non menzionare che velivoli migliorati, rotte di volo più efficienti e velocità ridotte hanno reso il settore molto più efficiente di quanto non fosse 20 o 30 anni fa.

È tutto un po' iperbolico, e forse lo considererai anche malafede. E forse lo è.

Ma per qualche ragione, non tutti si rallegrano della democratizzazione dei viaggi. In un momento in cui il dibattito sulla disuguaglianza è così preponderante, non ascoltiamo i consumatori che vogliono andare in vacanza, o visitare un amico, tanto quanto tutti coloro che hanno un reddito più alto di loro. L'aviazione moderna lo ha reso possibile, ma gli attivisti e i governi di tutto il mondo sono lì per respingerlo.

Il Consumer Choice Center combatte fin dall'inizio la tassa di partenza dell'UE. Ci schiereremo per i consumatori che vogliono avere scelte quando si tratta di mezzi di trasporto. Stiamo sensibilizzando le persone sul fatto che i voli emettono molto meno carbonio rispetto al passato e che questo livello di innovazione è destinato a continuare in futuro. Se, tuttavia, scegliamo di limitare questo sviluppo nel tentativo di rispondere all'allarmismo, allora inevitabilmente falliremo.

Non lasciamo che accada.

Il finanziamento degli aeroporti statunitensi ha bisogno di una revisione, non di un maggiore coinvolgimento del governo

Mentre gli aeroporti europei e asiatici offrono innovazione e imprenditorialità, rendendoli l'invidia del mondo, l'America langue a causa del controllo del governo praticamente sull'intera infrastruttura aeroportuale. Sebbene gli Stati Uniti siano di gran lunga l'economia più forte del mondo, i nostri aeroporti lasciano a desiderare. Ovunque voli a livello nazionale, gli edifici dei terminal sono […]

I piani olandesi di una tassa sui passeggeri aerei in tutta l'UE non andranno in alto con i consumatori

Il mese scorso, il governo olandese ha iniziato a far circolare un documento di posizione che suggeriva che l'UE dovrebbe introdurre una tassa di partenza dei passeggeri aerei a livello di Unione sui voli in partenza dall'Unione Europea. Il documento promosso dal segretario di Stato per le finanze dei Paesi Bassi Menno Snel suggerisce di introdurre una tassa di volo di 7 EUR per passeggero in tutti i […]

Descrizione